Home Bambino Salute

Pubertà precoce: che cos'è e cosa comporta

di Penelope Greco - 09.06.2021 - Scrivici

puberta-precoce
Fonte: Shutterstock
La pubertà precoce è la comparsa dei segni di sviluppo puberale prima dell'età di 8 anni per le femmine prima dei 9 anni nei maschi. Vediamo insieme

Ben due studi, condotti in Italia, confermano la tendenza alla pubertà precoce rispetto agli anni precedenti, dovuta a diversi fattori, come l'aumento di peso, l'inattività fisica, lo stress e l'eccessivo utilizzo dei dispositivi digitali.

Il primo studio è stato condotto dall'Ospedale Bambino Gesù di Roma e ha riportato un aumento dei casi che chiedevano una consulenza per la pubertà precoce in 246 pazienti nel 2020 rispetto ai 108 del 2019 con un incremento del 108%. Nel secondo studio, condotto alla Fondazione Meyer di Firenze, sono stati inclusi 49 casi di pubertà precoce registrati nel 2020; dati sono stati paragonati ai casi osservati nei precedenti 5 anni e si è osservato un incremento significativo delle nuove diagnosi di pubertà precoce. Si ipotizza che lo stimolo alla produzione di ormoni sia dovuto all'aumento di indice di massa corporea dovuta a inattività e dieta sbagliata, ma anche i fattori psicologici possono aver avuto un ruolo.

In questo articolo

Pubertà precoce: che cos'è

La pubertà precoce è la comparsa dei segni di sviluppo puberale prima dell'età di 8 anni per le femmine prima dei 9 anni nei maschi. Quando i segni di sviluppo puberale compaiono dopo gli 8 anni nelle femmine e dopo i 9 anni nei maschi si parla invece di "pubertà anticipata".

La pandemia Covid ha influenzato anche gli ormoni delle più piccole. A seguito del lockdown sono raddoppiati i casi di ragazzine a cui il primo ciclo mestruale si presenta molto in anticipo, fin dalla terza elementare. Si ipotizza che l'innesco per lo stimolo alla produzione di ormoni sia dovuto a una somma di fattori.

  • L'aumento di peso (in particolare dell'indice di massa corporea o BMI a seguito di un'eccessiva alimentazione e inattività fisica).
  • L'utilizzo maggiore di dispositivi tecnologici.
  • Lo stress psicologico che correla anch'esso con la pubertà.

"Anche i fattori psicologici possono aver avuto un ruolo importante. L'ansia di poter contrarre la malattia, la paura della malattia, il distanziamento sociale. E poi le modificazioni delle normali routine, la percezione dei timori dei genitori rispetto ai problemi finanziari o di altro genere possono aver creato un'instabilità emotiva ed una perdita del senso di sicurezza". Spiega Manuela Farris, membro della Società Italiana della Ginecologia dell'infanzia e dell'adolescenza (SIGIA) "Inoltre è plausibile che un aumentato uso di dispositivi elettronici abbia portato ad una riduzione dei livelli della melatonina. Ormone che funziona da innesco alle modifiche endocrinologiche che portano all'inizio dello sviluppo puberale ad un'età inferiore. Sarà necessario chiarire se questa tendenza sia legata al particolare momento del lock-down e confermata in studi condotti in altri centri italiani."

Mestruazioni precoci: i primi segnali

"Nelle femmine inizia a comparire il seno, spuntano i peli e si osserva una crescita improvvisa in altezza. L'importante è non sottovalutare la situazione e rivolgersi subito al pediatra o a un ginecologo dell'infanzia. Sarà lui a capire se siamo davanti a un caso di pubertà precoce. E, in questo caso, procederà anche per evitare che la bambina possa accusare dei sintomi a livello psicologico. Perché inizia a vedersi diversa dalle sue compagne". Continua la dottoressa Farris. "Saprà indicarci quale strada percorrere, per evitare che l'anticipata chiusura delle cartilagini blocchi la crescita staturale. In alcuni casi si potrebbe anche solo essere in presenza di uno sviluppo puberale accelerato .

Come trattare l'argomento già a 8 anni

Si chiama "Manuale delle Ragazze Meravigliose" lo strumento che vuole aprire la discussione sulle prime mestruazioni. A volere questo libro è il marchio INTIMINA per la salute intima. Che si sta impegnando a promuovere un messaggio educational per le "wonder girls" di età compresa tra gli 8 e i 12 anni. Il "Manuale delle Ragazze Meravigliose", contiene 5 storie di giovani donne che raccontano le proprie esperienze con le mestruazioni e i loro cambiamenti psico-fisici. Si tratta di un'interessante esperienza di apprendimento sulla gestione di questo cambiamento fisico e ormonale. Il volume è ricco di informazioni mediche e consigli pratici ,con episodi che mettono in luce l'importanza dell'amicizia, del supporto reciproco, della sostenibilità ambientale.

Pubertà precoce femminile: i sintomi

La pubertà femminile generalmente comincia tra i 10 ei 14 anni, tranne quando si tratta di pubertà precoce. Questa insorge prima dell'età di 8 anni attraverso alcuni segnali:

  • maturazione delle ovaie;
  • sviluppo dei caratteri sessuali secondari;
  • raggiungimento anticipato della maturità riproduttiva;
  • abbozzo mammario (telarco);
  • comparsa dei peli pubici e ascellari;
  • comparsa del primo ciclo mestruale (menarca precoce);
  • eventuale comparsa dell'acne;
  • rapido accrescimento staturale;
  • maturazione scheletrica precoce.

Pubertà precoce: le cause

I cambiamenti della pubertà sono legati alla produzione di ormoni prodotti dalla ghiandola ipofisaria, detti gonadotropine, che stimolano la funzione dei testicoli e delle ovaie. Alla base della maggior parte dei casi di pubertà precoce o anticipata non vi sono malattie, mentre la presenza di casi simili nella famiglia gioca un ruolo di primaria importanza.
Sono stati recentemente individuati alcuni geni che spiegano le forme familiari sia nelle femmine che nei maschi. In rari casi i alcuni tumori possono causare la pubertà precoce (Amartomi del tuber cinereum, germinomi, craniofaringiomi, gliomi).

I problemi

La produzione eccessiva e anticipata di ormoni sessuali (maschili e femminili) accelera la crescita in altezza ma anticipa lo sviluppo delle ossa lunghe. Come conseguenza l'altezza da adulti può essere inferiore al normale. Il bambino con pubertà precoce può lamentare disagio psicologico e relazionale derivante dai propri, inattesi, cambiamenti corporei e dal confronto con i propri coetanei.

È bene che gli accertamenti vengano suggeriti e coordinati da un centro specializzato di endocrinologia pediatrica e possono comprendere:

  • Esami del sangue dopo la somministrazione di farmaci che stimolano o sopprimono la produzione di alcuni ormoni;
  • Radiografie ed ecografie;
  • Altri esami del sangue.

Come si cura

La terapia della pubertà precoce va decisa caso per caso da uno specialista ed ha come obiettivi:

  • Migliorare l'altezza da adulti, rendendola quanto più possibile in linea con la statura familiare;
  • Evitare al bambino il disagio psicologico derivante dai propri, inattesi, cambiamenti corporei anche in relazione al suo rapporto con il gruppo e l'ambiente;
  • Salvaguardare le funzioni riproduttive in età adulta.

Si utilizzano per la terapia farmaci che sono in grado di bloccare l'azione dellì'eccesso di ormoni prodotti dalla ghiandola ipofisi, le gonadotropine, nella pubertà precoce centrale.
Questi farmaci sono efficaci e sicuri. Nei rarissimi casi in cui la pubertà precoce è provocata da un tumore, viene eseguito un intervento chirurgico per l'asportazione della neoplasia.

Fonti articolo: Ospedale Bambino Gesù, Fondazione Meyer

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli