Home Bambino Salute

Quando depilare una bambina? La parola al medico

di Rosy Maderloni - 03.01.2022 - Scrivici

quando-depilare-una-bambina-
Fonte: Shutterstock
Non è soltanto un fattore estetico a incidere nella decisione di quando iniziare a depilare una bambina: gli aspetti medici sono fondamentali per riconoscere se la peluria non sia piuttosto spia di un quadro più complesso

Quando depilare una bambina? La parola al medico

Presupposto sbagliato per affrontare l'argomento è porsi questa domanda: "Quando è il momento di iniziare la depilazione?". La depilazione nelle bambine è un'attività intorno a cui ruotano molti significati: da mamme possiamo interpretarlo come un "rito di passaggio" in cui la nostra piccola diventa grande e un po' più donna; oppure può rappresentare una pratica come altre per raggiungere un ideale di bellezza in cui l'immagine imperante delle ragazze preadolescenti prevede gambe lisce, viso pulito, ascelle e braccia glabre.

Queste considerazioni lasciano poco spazio, invece, alla tematica medica. Invece, infatti, di prenotare l'appuntamento in un centro estetico, varrebbe la pena di capire quando e in che modo la depilazione sia consentita in giovane età o piuttosto se rappresenti addirittura la spia di un disturbo di altra origine.  Ne parliamo con il Dr. Michele Cardone, Medico-Chirurgo Specialista in Dermatologia e Tricologia in Santagostino.

In questo articolo

Da quando è consigliato depilare una bambina?

Da quando è consigliato depilare una bambina?

"Sul tema è possibile sentire pareri e indicazioni diverse", premette il Dermatologo. "Sull'argomento non ci sono precise linee guida o di indirizzo e sono diversi i fattori da tenere in considerazione quando si risponde al genitore che si pone la domanda su quando sia giusto iniziare con la depilazione. L'esigenza generalmente nasce tra i 12 e i 14 anni con la pubertà: il corpo cambia e con esso anche la comparsa dei peli. Va precisato però che nell'età prepubere la peluria non è "definitiva" per quantità, qualità e disposizione: nel tempo tenderà a modificarsi. Questa premessa è importante per suggerire che non si dovrebbe iniziare prima di questa fase della crescita.  Le immagini proposte dai media e dai social possono purtroppo indurre a voler accelerare i tempi, ma è indispensabile effettuare una visita Dermatologica per capire l'entità del "problema" che può talvolta nascondere casi clinici più complessi".

Epilazione laser: cose da sapere

Cosa sapere prima di iniziare l'epilazione laser?

"Prima di iniziare un trattamento di epilazione laser, i fattori più rilevanti da valutare sono i seguenti:

  • le zone interessate.
  • il quadro clinico generale
  • l'assetto ormonale
  • l'assunzione di farmaci fotosensibilizzanti
  • la tipologia, diametro ed il colore dei peli
  • il fototipo cutaneo
  • il genere della persona (femmina o maschio)

Si può procedere dunque al trattamento in sicurezza solo a seguito di visita Dermatologica specialistica".

Prodotti per la depilazione delle bambine, le principali differenze

"Le alternative per praticare la depilazione sono principalmente 4: la ceretta, il rasoio, le creme depilatorie e i trattamenti con laser o sorgenti di luce. Quest'ultima procedura andrebbe effettuata sopra i 14 anni e non senza prima un controllo Dermatologico specialistico sui nei che, vista la tendenza ad aumentare in adolescenza, con questa pratica potrebbero essere "bruciati" insieme al pelo: il laser infatti legge il colore della melanina, ma non sa distinguere se si tratti di neo o di un pelo.

Per le altre metodiche:

Rasoio

"Fino a che l'età o le condizioni cliniche non consentano l'utilizzo di tecnologie laser, il rasoio classico è una soluzione pratica, economica e sicura. Di contro, specie se utilizzato anche contro la direzione di crescita del pelo, ne può favorire l'incarnimento con conseguenze quali:

  • la follicolite
  • la formazione di cisti
  • irritazioni e infezioni.

Il suggerimento è quindi di effettuare una depilazione secondo il verso di crescita del pelo, mantenendo così una lunghezza minima che impedisca le sopracitate conseguenze negative. Diverse ragazze riscontrano difatti il problema della follicolite/cisti da ritenzione e delle conseguenti piccole cicatrici, specie in regione inguinale e ascellare".

Crema depilatoria

"Le creme depilatorie sono realizzate con sostanze chimiche a base di idrossido di calcio e acido tioglicolico, componenti che possono dare irritazione. Questi prodotti vanno a sciogliere le strutture molecolari presenti nei peli, ma possono danneggiare anche la cute. Si tratta pur sempre di acidi che possono generare irritazione, specie su pelli delicate come quelle degli adolescenti".

Ceretta

"Non consiglierei la ceretta prima del menarca. Si tratta di una procedura che può risultare dolorosa e andrebbe certamente eseguita da mani esperte, specie in zone critiche come quelle inguinali o ascellari, evitando il fai da te. Il rischio è sempre quello di dare origine a peli incarniti e alle conseguenze già citate".

Creme a base di eflornitina

"Si tratta di prodotti volti a rallentare la crescita dei peli: non sono consigliabili in età pediatrica e la loro efficacia può rivelarsi anche insoddisfacente". 

Le parti del corpo: quando depilarle in una bambina?

E per quanto riguarda le altre parti del corpo, quando depilarle in una bambina?

"La risposta può essere data solo dopo accurata visita dermatologica in modo da personalizzare, in base alle caratteristiche della piccola paziente, il trattamento più appropriato".

"Una valida raccomandazione quando la bambina presenta una peluria che si può ritenere folta è di sottoporsi a visita Dermatologica per escludere eventuali patologie di cui la peluria può essere un campanello di allarme: disfunzioni ormonali, neoplasie o sindromi genetiche ne sono alcuni esempi".

"Se si parla di peli sul viso di una bambina, l'aspetto e la distribuzione del pelo può imporre approfondimenti di tipo medico – chiarisce il Dr. Cardone –: la visita è d'obbligo prima di qualsiasi trattamento se la peluria è notevole e in zone non consone al sesso della paziente".

Depilazione nelle bambine: l’importanza del parere medico

"Inquadrare dal punto di vista medico la causa e l'entità della peluria in età pediatrica è importante per più motivi – conclude l'esperto -: innanzitutto lo specialista può ridimensionare la questione di fronte a eventuali ansie o preoccupazioni circa la quantità di peli a una determinata età. Va infatti ricordato che fototipo ed etnia sono fattori che in parte determinano il tipo e la distribuzione della peluria.

Ancora, lo specialista può osservare se l'aumento della peluria corporea vada associata a situazioni complesse come la sindrome dell'ovaio policistico. In questa situazione l'aumento dei peli si accompagna ad alterazioni anche di altri distretti corporei (es. acne, cicli irregolari ed obesità).

Senza il parere medico si rischia di intervenire quindi su un sintomo, senza curare e conoscere una eventuale patologia alla base del problema.  I centri estetici questa attività di inquadramento non possono fornirla".

L'intervistato

L'intervistato è il Dr. Michele Cardone, Medico-Chirurgo, Specialista in Dermatologia e Tricologia in Santagostino.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli