Home Bambino Salute

Scoliosi nei bambini: la prevenzione e lo sport che aiutano

di Giulia Foschi - 20.01.2023 - Scrivici

scoliosi-nei-bambini-prevenzione-e-sport
Fonte: Shutterstock
Scoliosi nei bambini: la prevenzione vera e propria non esiste, ma un corretto stile di vita e una pratica sportiva regolare possono incidere positivamente sulla cura

In questo articolo

Scoliosi nei bambini, la prevenzione e lo sport

La scoliosi nei bambini e negli adolescenti è una deformità della colonna vertebrale che si manifesta solitamente durante gli scatti di crescita. Non si può prevenire, perché le cause sono molteplici e in parte ancora sconosciute, ma un corretto stile di vita può aiutare e una costante attività sportiva possono migliorare molto i risultati che si ottengono con una cura specifica. Ne parliamo con la dottoressa Maria Petruzzi, Ortopedico Vertebrale Humanitas.

Scoliosi nei bambini: di cosa si tratta?

Scoliosi nei bambini: di cosa si tratta?

"La scoliosi è una curva della colonna vertebrale che si osserva sul piano frontale di una radiografia della colonna completa in piedi, ma che è caratterizzata dalla rotazione vertebrale. Corrisponde cioè ad un movimento di torsione della colonna vertebrale ed evolve nel tempo. Non bisogna confonderla con l'atteggiamento scoliotico che può anch'esso essere caratterizzato da una curva della colona vertebrale sul piano frontale di una radiografia, ma in assenza di rotazione vertebrale e non è evolutiva nel tempo. Nell'80% dei casi si tratta di "scoliosi idiopatica", così chiamata perché non associata ad altre patologie e della quale non si conosce ancora la causa certa, al momento definita multifattoriale. Nel 20% dei casi si tratta invece di "scoliosi secondaria" associata ad altre patologie neurologiche, muscolari, malformazioni vertebrali, ecc. Può svilupparsi in qualunque momento durante l'infanzia o l'adolescenza. Generalmente si manifesta durante gli scatti di crescita tra i 6 e i 24 mesi, tra i 5 e gli 8 anni e durante la pubertà".

A quali segnali devono prestare attenzione i genitori?

A quali segnali devono prestare attenzione i genitori?

"Sia la scoliosi che l'atteggiamento scoliotico sono associati ad asimmetrie del tronco e ad alterazioni posturali quali:

  • differenza di altezza delle spalle
  • differenza della posizione delle scapole
  • diversa forma e altezza dei fianchi
  • disequilibrio del tronco verso destra o sinistra.

Ma la caratteristica che distingue la scoliosi dall'atteggiamento scoliotico è la presenza del "gibbo" che è la manifestazione corporea esterna della rotazione vertebrale della scoliosi.

Sarà quindi l'ortopedico specialista della scoliosi durante la visita a differenziare se siamo in presenza di una scoliosi o di un atteggiamento scoliotico. Poiché abbiamo detto che la scoliosi è evolutiva, la diagnosi precoce evita il riscontro di curve già gravi difficili da trattare. Per cui ai primi segni di asimmetrie corporee o alterazioni posturali è bene eseguire una visita dallo specialistica".

Come si cura la scoliosi nei bambini e fino a che età si può curare?

Come si cura la scoliosi nei bambini e fino a che età si può curare?

"Il trattamento della scoliosi dipende da tante variabili: età anagrafica al momento della diagnosi, età ossea al momento della diagnosi, gradi e rigidità della curva. Sarà lo specialista della scoliosi a decidere il tipo di trattamento, che può essere:

  • solo esercizi specifici per la scoliosi
  • corsetto associato ad esercizi
  • chirurgia.

La scoliosi deve essere trattata a tutte le età e il trattamento ha l'obiettivo di  rendere la colonna vertebrale funzionale ed equilibrata pronta ad affrontare l'età adulta.

Come prevenire la scoliosi nei bambini?

Come prevenire la scoliosi nei bambini?

"Un corretto stile di vita, una corretta postura e l'attività sportiva sono tutti fattori che migliorano la quotidianità di ogni individuo ma che nulla possono contro l'insorgere della scoliosi. Anche la tanto criticata cartella pesante non può indurre la scoliosi ma l'eventuale alterazione posturale indotta ne crea un atteggiamento scoliotico. La scoliosi come abbiamo detto ha una eziologia multifattoriale e non è possibile fare una vera prevenzione per evitare che insorga, ma possiamo fare attenzione all'insorgenza di asimmetrie corporee e in caso di dubbi effettuare una visita presso lo specialista della scoliosi il prima possibile per evitare il riscontro di curve già gravi".

Scoliosi: ci sono degli sport idonei?

Ci sono degli sport idonei? Se si, quali e da che età sono indicati?

"Lo sport può essere un valido alleato nella cura della scoliosi.

Non esistono sport adatti in particolare perché il trattamento della scoliosi è specifico. Al contempo, non ci sono in ogni caso controindicazioni per l'attività sportiva, e lo sport non influenza la scoliosi, anzi, la pratica di attività sportiva migliora i risultati che si ottengono con il corsetto e gli esercizi specifici per la scoliosi perché una costante attività fisica migliora il tono muscolare e migliora il sostegno della colonna vertebrale".

La scoliosi e il falso mito del nuoto

Perché c'è questo falso mito del nuoto che cura la scoliosi?

"Il nuoto è sempre stato considerato uno sport completo per arti, cuore e polmoni. E' sempre stato considerato il migliore trattamento riabilitativo perché evita il carico. Tutto questo può essere utile per la riabilitazione delle articolazioni, per il trattamento delle  patologie degenerative, ma non per il trattamento della scoliosi. Infatti abbiamo detto che gli esercizi devono essere specifici per la scoliosi, mirati alla curva e al sostegno della colonna vertebrale e per svolgere tali esercizi  abbiamo bisogno di attivare i muscoli posturali e di punti fissi su cui fare perno".

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli