Home Bambino Salute

È allarme Sephora kids: di cosa si tratta

di Viola Stellati - 11.04.2024 - Scrivici

sephora-kids
Fonte: Shutterstock
Le Sephora kids sono le preadolescenti ossessionate dal mondo della cosmetica, tanto da correre rischi da non sottovalutare

In questo articolo

È allarme Sephora kids: di cosa si tratta

È un nuovo fenomeno che riguarda le bambine dagli 8 ai 13 anni, nato negli Stati Uniti e arrivato in fretta e furia - tramite la condivisione nei social network - anche nel nostro Paese. Parliamo dell'ossessione prematura per la skincare, che viene oggi identificata con il nome di Sephora kids o cosmeticoressia, ovvero le preadolescenti che acquistano in modo compulsivo prodotti di bellezza e cura del corpo (e che poi utilizzano).

Chi sono e cosa fanno le Sephora kids

Come accennato sopra, con l'espressione Sephora Kids si indicano quelle bambine, dagli 8 ai 13 anni, che sono profondamente stregate dal mondo dei prodotti di bellezza, soprattutto quelli che riguardano la skincare. Milioni di giovanissime fanciulle di tutto il mondo si riversano nei negozi che vendono cosmetici per acquistarne i prodotti, che il più delle volte sono adatti solo a pelli adulte, che vengono anche promossi da famosi marchi con packaging accattivanti, colori fluo e tutto ciò che piò piacere alle giovanissime.

Contemporaneamente, Instagram e TikTok sono invasi dall'hashtag #sephorakids, dove è possibile trovare migliaia di contenuti in cui queste stesse bambine raccontano come scrubbare il viso, utilizzare un'acido esfoliante e stendere unguenti pieni di ingredienti che sono assolutamente aggressivi per la loro pelle.

Un fenomeno, quindi, che sta destando non poca preoccupazione, sia nei genitori che negli esperti del settore.

Quali sono i rischi che si corrono

È inutile girarci intorno, perché i rischi per le Sephora kids sono sia a livello fisico che psicologico. Del resto, parliamo di prodotti che il più delle volte sono stati pensati e messi in commercio per un pubblico adulto, e quindi con agenti troppo pesanti per la loro età e che possono rovinare la pelle, con irritazioni, allergie e molto altro ancora: gli articoli più venduti sono creme anti-age, antirughe, contorno occhi per neutralizzare le occhiaie ed esfolianti aggressivi. 

Dal punto di vista psicologico, purtroppo, la situazione sembrerebbe non essere affatto più rosea: il tutto potrebbe sfociare in una preoccupazione eccessiva per il proprio aspetto estetico, e ad una età decisamente troppo giovane.

Le conseguenze di tutto ciò potrebbero essere un calo dall'autostima, della sicurezza personale e nei casi peggiori anche disturbi a livello psicologico.

Come si sta intervenendo

I dati di Statista che parlano delle Sephora Kids sono abbastanza eloquenti: il fatturato del mercato dei prodotti per la cura della pelle dei bambini e dei ragazzi, nel nostro Paese supererà i 9 milioni di euro nel 2024 e gli 8,6 milioni entro il 2029.

Numeri sui cui è necessario intervenire il prima possibile: secondo diverse indiscrezioni, i grandi negozi di beauty stanno pensando di vietare la vendita di creme ai minori di una certa età. I primi a farlo sono stati gli svedesi, dove la principale catena di farmacie del paese ha interdetto la vendita di determinati cosmetici ai ragazzi dai 15 anni in giù.

Altri marchi piuttosto famosi, tra cui Dove e Shiseido, hanno iniziato a lanciare campagne di informazione proprio su questo argomento e sui vari rischi che corrono i più giovani.

Allo stesso tempo, sarebbe necessario rivedere il marketing che è alla base di queste vendite, modificando le confezioni dei prodotti, i colori utilizzati e così via, in modo da renderli meno accattivanti per le giovanissime.

Da non dimenticare è anche il ruolo della condivisione social che, pur essendo vietati (nel nostro Paese) ai minori di 14 anni, è molto facile aggirare per creare un proprio account anche da preadolescenti.

E poi la continua informazione da parte delle scuole, degli adulti in generale e dei familiari, perché le Sephora Kids potrebbero "pagare" moltissimo queste scelte di adesso in un futuro più o meno breve, decisioni che il più delle volte sono prese solo per ottenere un like in più sui social network.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli