Home Bambino Salute

Sicurezza in casa: la guida del Ministero della salute per bambini da 0 a 6 anni

di Luisa Perego - 04.05.2022 - Scrivici

bagnetto-neonato
Fonte: Shutterstock
Molti incidenti domestici sono prevenibili. Una guida del Ministero della Salute dà consigli per una casa a misura di bambini e bambine.

Per una casa a misura di bambini

Cosa si può fare per rendere la casa più sicura: a misura di bambini e bambine?

Ecco una mini-guida per ridurre i rischi di incidenti domestici. Realizzata dal Ministero della Salute, contiene indicazioni suddivise per fascia d'età: da quando nasce al sesto anno di vita di vostro figlio o vostra figlia. Sono raccomandazioni utili per prevenire eventi evitabili, ridurre i rischi e stimolare l'adozione di comportamenti idonei.

In questo articolo

Da 1 a 3 mesi: attenzione a fasciatoio e temperatura bagnetto

Rischio di: caduta, asfissia, ustione, incidente in auto

Misure preventive:

  • Il bambino non va mai lasciato solo sul fasciatoio o su piani elevati da terra. Per cui prima di iniziare, per esempio, il cambio del pannolino accertatevi di avere tutto l'occorrente a portata di mano. Non allontanatevi neppure per un attimo: neppure per salutare papà o mamma che esce, o per cambiare canale alla televisione o rispondere al telefono.  
  • Le sbarre del lettino NON devono avere una distanza superiora a 6 centimetri e un'altezza inferiore a 75 cm. Il materassino deve essere incastrato sul fondo
  • Controllate sempre l'acqua del bagnetto con un termometro da bagno o con almeno la "prova gomito". La giusta temperatura è 37°.
  • Attenzione anche alla temperatura del biberon se allattato artificialmente. Si raccomanda la "prova mano".
  • In auto il bambino va fatto sedere su un sedile omologato e idoneo alla sua età. E non va mai lasciato solo.

Da 6 a 9 mesi: attenzione a quello che può raggiungere gattonando

Rischio di: caduta, asfissia/annegamento, ustione, incidente in auto

Misure preventive:

  • Fasciatoio, lettino e bilancia devono avere i bordi alti.  
  • Assicuratevi che sul seggiolone sia adeguatamente legato o legata
  • MAI lasciare il bimbo da solo nel bagnetto. Anche se ci sono pochi centimetri di acqua, per evitare il pericolo di annegamento
  • Non usate il girello
  • A gattoni il bimbo può raggiungere molti oggetti, anche quelli posizionati sui mobili: attenzione a caminetti, scale, fornelli o manici di pentole sporgenti.
    Bloccate i mobili bassi e usate i paraspigoli. Anche le tende possono essere pericolose perché il bimbo può tirarle per alzarsi. Verificare che siano robuste e fissate bene. Attenzione anche alle tovaglie: potrebbe tirarle trascinandosi addosso tutto ciò che è sul tavolo. Cavi volanti del pc e prese elettriche penzolanti sono da riordinare. Buttare gli apparecchi con cavo rovinato o non a norma.
  • Oggetti: riponete quelli taglienti fuori dalla sua portata come anche cordini, braccialetti e piccoli oggetti non adatti alla sua età.
  • In auto usare sempre un seggiolino adeguato e allacciare le cinture di sicurezza.

Da 12 a 18 mesi: attenzione a sostanze pericolose o tossiche

Rischio di: caduta, asfissia/annegamento, intossicazione/avvelenamento, ustione, incidente in auto

Misure preventive:

  • Non dare al bambino oggetti piccoli (automobiline, chiodini, perline, etc). Potrebbe ingoiarli
  • Attenzione anche ad alimenti piccoli come arachidi, chicchi di uva, pomodorini, caramelline, carote crude, pezzi di mela, wurstel: possono causare soffocamento se finiscono in trachea.
  • Mettete in sicurezza sostanze pericolose come detersivi, insetticidi, detergenti, farmaci o alcolici. Non devono essere a sua portata di mano 
  • Molte piante d'appartamento sono velenose. Attenzione per esempio alla stella di Natale, al ciclamino, oleando e ficus. Tenere sempre a portata di mano il numero del Centro Anti Veleni
  • Assicuratevi che sul seggiolone sia adeguatamente legato o legata
  • Utilizzate bloccaporte e bloccaserrature per utensili bassi, sottolavelli. Usate il paraspigoli.
  • Installate cancelletti all'inizio e alla fine delle scale
  • Svuotate subito dopo l'uso vasche da bagno, catini, bidet o altri recipienti.
  • Attenzione alle pentole sul piano cottura, vetro del forno se in uso, ferro da stiro e caminetto acceso. Riponete dopo l'uso gli apparecchi elettrici.
  • I tessuti sintetici raddoppiano il rischio ustione: è buona norma vestire il bambino con tessuti naturali.
  • In auto usare sempre un seggiolino adeguato e allacciare le cinture di sicurezza.

Da 2 a 3 anni: il bambino è un piccolo scalatore

Rischio di: caduta, asfissia/annegamento, intossicazione/avvelenamento, ustione, incidente in auto (sia a bordo o a causa di un'auto)

Misure preventive:

  • montate cancelletti per le scale, paraspigoli, fissate le librerie ai muri, chiudete a chiave i cassetti (aperti possono diventare una "scala" per arrampicarsi)
  • i tappeti devono essere antiscivolo o comprate tele antiscivolo apposite da posizionare sotto
  • Togliete sedie, vasi, giocattoli e scatoloni vicino a finestre, balconi o terrazze: possono essere usate come appigli per arrampicarsi
  • Rivestite i vetri di porte e finestre con una pellicola adesiva che impedisce di frantumarsi in caso di urto
  • Togliete dalla portata del bimbo sacchetti di plastica e oggetti piccoli, taglienti o appuntiti
  • Attenzione ai prodotti chimici.
    Non travasateli in contenitori diversi dagli originare per non creare confusione. E insieme a medicinali e alcool devono sempre essere lontano dalla portata dei bambini. Potete insegnare al bimbo i principali simboli di pericolo presenti sulle etichette.
  • Accendini e fiammiferi fuori dalla portata dei bambini. Se ne siete sprovvisti, pensate a installare un rilevatore di fumo in casa.
  • Il bambino non va mai lasciato solo in bagno. Nella vasca usate tappetini anti-sdrucciolo
  • In auto usare sempre un seggiolino adeguato e allacciare le cinture di sicurezza.
  • Insegnate al bimbo che gli animali non sono giocattoli. Potrebbero arrabbiarsi se disturbati
  • Automobile: potete installare dei sensori di retromarcia (se non li avete già) per evitare danni al bimbo se si trova nei paraggi della macchina mentre fate manovra. Attenzione sempre e comunque a quando si fa manovra con l'automobile.

Da 4 a 6 anni: attenzione alle occasioni "da lancio"

Rischio di: caduta, asfissia/annegamento, intossicazione/avvelenamento, ustione, incidente in auto (sia a bordo o a causa di un'auto)

Misure preventive:

  • Attenzione a tutte le misure precedenti già scritte
  • La bici va usata sempre con il casco e in parchi chiusi o giardini
  • Rendere inaccessibili accendini, fuochi d'artificio, botti e candele
  • Alcolici e bacche: spiegate al bimbo i rischi in caso di ingestione
  • Attenzione a letti a castello, mobili, finestre: possono essere occasioni di "lancio"
  • Riponete subito dopo l'uso gli apparecchi elettrici come trapano, asciugacapelli, utensili da cucina
  • Per strada la sera: potete utilizzare rifrangenti su zaini o scarpe o fare indossare abili chiari più visibili degli scuri.

Inoltre, come ribadiscono gli esperti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, fate attenzione anche alla sicurezza in giardino.  

  • bambini che giocano con altalene, scivoli e dondoli in giardino vanno sempre attentamente osservati, mai lasciati soli. Acquistate giochi da giardino omologati e con marchio CE, che appaiano ben stabili, ancorati al terreno e valutatene periodicamente sicurezza e integrità;
  • non lasciate incustoditi attrezzi, mezzi e utensili da lavoro (forbici, cesoie, rastrello, tosaerba, trattori) che, impropriamente utilizzati potrebbero arrecare danno fisico.

Oltre alla Guida del Ministero, consultate le raccomandazioni sul sito dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Quindi, per una maggiore sicurezza in casa, rileggete bene tutto, ma considerate che può sempre mancare qualcosa alle raccomandazioni proposte: alcune potrebbero derivare direttamente dalla vostra conoscenza della casa in cui abitate e dalle abitudini dei vostri bambini e delle vostre bambine:

Fonte: salute. gov. it

Guarda anche tutti i video sul primo soccorso pediatrico

Aggiornato il 06.03.2015

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli