Home Bambino Salute

Che cos’è la Sindrome di Wolff-Parkinson-White e come si cura

di Elena Berti - 10.02.2022 - Scrivici

sindrome-wolff-parkinson-white-bambini
Fonte: Shutterstock
Sindrome di Wolff-Parkinson-White e bambini: quando insorge, come si manifesta, come si diagnostica e come si cura questa patologia cardiaca.

Sindrome di Wolff-Parkinson-White e bambini

Ci sono malattie che si manifestano solo durante l'infanzia o l'adolescenza, pur essendo congenite, ma a volte è possibile intervenire fin dalle prime settimane di vita, soprattutto si rende necessario quando la situazione è particolarmente compromessa. Oggi parliamo di Sindrome di Wolff-Parkinson-White e bambini, come accorgersene e come curarla. 

In questo articolo

Che cos’è la Sindrome di Wolff Parkinson White

La Sindrome di Wolf Parkinson White, abbreviata in WPW, è una malattia congenita, che quindi è già presente alla nascita, e che riguarda il cuore. Si tratta infatti di una patologia cardiaca conseguenza della trasmissione anomala dell'impulso elettrico tra ventricoli e atri. Di solito, la WPW causa tachicardia e palpitazioni. 

Come accorgersi se un bambino ha la WPW

Accorgersi quando il proprio figlio ha la sindrome di Wolff Parkinson White non è semplicissimo, perché il più delle volte è necessario un elettrocardiogramma per individuarlo. A parte alcuni casi, come quello del piccolo Andrei, macedone di poche settimane, a cui la WPW è stata diagnosticata alla nascita e, vista la gravità, ha necessitato subito di terapia intensiva

Ma il più delle volte, trattandosi di tachicardia, è probabile che se ne accorga il pediatra durante l'auscultazione, o se più leggera in occasione del primo elettrocardiogramma, l'unico modo per confermare la diagnosi perché registra l'attività elettrica del cuore.

Sintomi della Wolff Parkinson White

Nei bambini, i sintomi più comuni sono dovuti alle aritmie, che in genere si manifestano con: 

  • respiro affannoso
  • sonnolenza
  • perdita dell'appetito
  • pulsazioni del torace visibili e rapide

Più raramente insorge insufficienza cardiaca. 

Negli adolescenti i sintomi sono simili a quelli degli adulti: palpitazioni improvvise e spesso durante l'esercizio fisico, che possono durare alcuni secondi oppure ore. A volte i pazienti svengono a causa dell'eccessiva frequenza cardiaca.

La Wolff Parkinson White è pericolosa?

I rischi della sindrome di Wolff Parkinson White vanno valutati caso per caso: non è in generale una malattia mortale, anche se nelle forme più gravi potrebbe portare a un arresto cardiaco. 

Come si cura la WPW

I casi più gravi di Sindrome di Wolff-Parkinson-White, come quello già citato del piccolo Andrei, necessitano un'ablazione. Grazie a questa operazione, effettuata tramite catetere, si distrugge parzialmente la via accessoria interessata. Si tratta di un intervento particolarmente utile nei bambini, perché ha successo nel 95% dei casi e evita di dover assumere farmaci per tutta la vita. Chi invece non può sottoporsi all'ablazione o scopre la WPW molto tardi, può essere curato con farmaci appositi. Il rischio di morte durante l'intervento è inferiore a un caso su mille. 

La Sindrome di Wolff Parkinson White è una patologia cardiaca che interessa una via accessoria tra gli atri e i ventricoli. È congenita, quindi già presente alla nascita, ma si individua più spesso negli adolescenti e nei giovani adulti. Si può trattare con un intervento chirurgico molto semplice oppure con terapia farmacologia. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli