Home Bambino Salute

Sudorazione notturna nei bambini: le cause

di Simona Bianchi - 06.06.2023 - Scrivici

sudorazione-notturna-nei-bambini-le-cause
Fonte: Shutterstock
Episodi di sudorazione notturna nei bambini sono piuttosto comuni. Quando rivolgersi al pediatra, perché si suda, quali rimedi adottare

In questo articolo

Sudorazione notturna nei bambini

Molti bambini possono avere episodi di sudorazione notturna. Alle volte il fenomeno sembra non avere spiegazione. In alcuni casi, la sudorazione è limitata ad alcune aree del corpo, per esempio la testa che è ricca di ghiandole sudoripare, in altri è talmente abbondante su tutto il corpo da bagnare pigiami e lenzuola. Per capire da cosa è causata bisogna prima comprendere perché si suda. Con il sudore, il corpo cerca naturalmente di disperdere il calore in eccesso ed abbassare la temperatura corporea. Durante il giorno si può quindi sudare in risposta a situazioni che fanno aumentare la propria temperatura come l'esercizio fisico, il caldo, un abbigliamento troppo pesante. Di notte i bambini possono sudare anche per un aumento del tono vagale, tipicamente legato alla regolazione delle funzioni del cuore, delle emozioni e in generale in numerosi processi che alterano, o sono alterati da variazioni dell'attività parasimpatica.

L’eccesso di sudorazione nei bambini

La sudorazione nei bambini è una funzione presente fin dai primi mesi di vita e concorre già a termoregolare l'organismo. In molti casi, il fenomeno nei piccoli è normale e non deve destare preoccupazioni. I ritmi di riposo dei bimbi non sono stabili e regolari come quelli degli adulti. Spesso si agitano durante il sonno e hanno frequenti microrisvegli che possono portare a farlo sudare. Se il proprio figlio suda eccessivamente, allora potrebbe trattarsi di iperidrosi che può essere:

  • Generalizzata, se interessa tutto il corpo
  • Locale, se interessa solo alcune zone

Si può sospettare un eccesso di sudorazione notturna nei bambini quando si trova spesso il cuscino, il lenzuolo o il materasso dei bambini bagnati.

Le cause della sudorazione notturna

Nella maggior parte dei casi, la sudorazione notturna può avere cause fisiologiche. Altri fattori che possono portare a iperidrosi sono:

Pavor nocturnus: un disturbo del sonno dei bambini, caratterizzato da frequenti micro risvegli in fase n-REM, che trovano il piccolo agitato, spaventato, a volte urlante.

Può capitare che il piccolo parli, ma non risponde alle domande e agiti freneticamente braccia e gambe. In generale, poi, si riaddormenta in pochi minuti. A volte il pavor nocturnus è associato anche a fenomeni di sonnambulismo. Con il tempo tende a scomparire naturalmente, anche se alcuni episodi possono persistere fino agli 8 anni
Malattia infettive o da raffreddamento: come leggere febbri che portano a un aumento della temperatura
Eccessiva assunzione di carboidrati nelle ore pomeridiane o serali, con conseguente iperglicemia nelle ore notturne.

Ci sono poi fattori ambientali che possono causare sudorazione notturna come:

  • Stanza troppo calda: la temperatura della cameretta non dovrebbe mai superare i 20 °C
  • Troppa umidità: se è superiore alla media interferisce con la corretta termoregolazione del corpo
  • Rumori: un ambiente rumoroso può portare a microrisvegli e i processi di regolazione fanno più fatica a stabilizzarsi
  • Il contatto con i genitori: dormire vicino a un'altra persona, per quanto sia rassicurante, provoca sudorazione perché il corpo umano emette calore
  • I giochi nel lettino: peluche e bambole in tessuto a stretto contatto con il bambino possono impedire la traspirazione della pelle.

I rimedi per evitare la sudorazione notturna

Prima di iniziare a preoccuparsi perché il bambino di notte suda molto, occorre verificare che non vi siano vi siano cause esterne che determinino la sudorazione. Alcuni rimedi per rendere l'ambiente confortevole sono:

  • Mantenere la temperatura della camera da letto attorno ai 18-20 gradi
  • Non coprire troppo il bambino durante il sonno (nei bambini piccoli preferire il sacco nanna e lasciare comunque sempre il capo scoperto)
  • Usare pigiamini e lenzuola che assorbono l'umidità, in tessuti naturali tipo il cotone
  • Evitare esercizi fisici intensi prima di addormentarsi.

Quando rivolgersi al pediatra

Generalmente la sudorazione notturna non è preoccupante, ma a volte sono presenti anche altri sintomi che possono far sospettare alcune malattie:

  • episodi di apnea ostruttiva (OSAS): in questi casi la sudorazione è accompagnata da difficoltosa respirazione nasale con russamento, agitazione notturna e momenti di mancanza d'aria (apnee)
  • ipertiroidismo: un eccesso di ormoni tiroidei, oltre a vari altri sintomi, può essere responsabile di una eccessiva sudorazione
  • malattie infettive: alcune malattie infettive provocano sudorazione associata ad altri sintomi, in particolare mononucleosi (febbre elevata e persistente, aumento dei linfonodi, astenia, malessere, mal di gola con placche in gola) e brucellosi (febbre, dolore alle articolazioni, dolore addominale – con ingrossamento di fegato e milza -, astenia, cefalea).

Se si presentano anche questi altri sintomi insieme al sudore, allora si consiglia di far visitare il bambino da un pediatra.

Aggiornato il 01.06.2023

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli