Home Bambino Salute

Vaccino Covid per bambini 5-11 anni: efficace Pfizer-BioNTech

di Elena Berti - 21.09.2021 - Scrivici

vaccino-covid-bambini-5-11-anni
Fonte: Shutterstock
Vaccino Covid per bambini 5-11 anni: efficace Pfizer-BioNTech: dopo i dodicenni anche i più piccoli potranno vaccinarsi, si attende l'ok di FDA e EMA

Vaccino Covid per bambini 5-11 anni: efficace Pfizer-BioNTech

C'è una novità nel mondo dei vaccini contro il virus da Covid-19: dopo l'ok per la somministrazione ai ragazzini tra i 12 e i 15 anni, anche i più piccoli potrebbero presto avere una copertura efficace contro il contagio. Facciamo chiarezza sul vaccino Covid per bambini 5-11 anni.

In questo articolo

A cosa serve il vaccino contro il Covid

Il vaccino contro il Covid è l'unica arma che abbiamo, a oggi, per combattere la diffusione del contagio. Come molti altri vaccini, ha lo scopo di limitare i casi positivi: se è vero infatti che non si è immuni al 100%, è anche ormai provato che vaccinarsi aiuta notevolmente a non contrarre il virus e, anche in caso di contagio, a non diffonderlo. Inoltre, è stato ampiamente dimostrato che i vaccinati hanno il 95% in meno di probabilità di finire in terapia intensiva se positivi al Covid e, di conseguenza, di morire. Per questo è importante vaccinarsi anche per non gravare sul sistema sanitario e per tutelare chi, invece, ha un sistema immunitario più fragile, come anziani e malati. 

Come funziona il vaccino Pfizer-BioNTech

Il vaccino Pfizer-BioNTech è stato autorizzato dalla European Medicines Agency (EMA) e dall'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) dopo aver superato tutte le fasi di verifica in merito all'efficacia e alla sicurezza. In Italia viene somministrato dalla fine del 2020, inizialmente alla popolazione con più di 16 anni, dall'inizio dell'estate anche alla fascia 12-15 anni. Il vaccino COVID-19 a mRNA contiene molecole di RNA messaggero (appunto mRNA) che al loro interno contengono le indicazioni per costruire le proteine Spike del virus del Covid-19. Una volta iniettato, l'mRNA è assorbito dal citoplasma e inizia la sintesi della proteina Spike. È in questo modo che si sviluppano gli anticorpi e, per chiarire, in nessun modo il vaccino inietta il virus e quindi non può nemmeno provocarlo. 

Altra informazione importante: una volta compiuta la sua missione (produrre la proteina Spike) il vaccino a mRNA si degrada e sparisce dall'organismo pochi giorni dopo essere stato iniettato. Non modifica in nessun modo il DNA

Il vaccino Covid per i bambini è sicuro?

La grande notizia è che Pfizer e BioNTech hanno annunciato che il loro vaccino (a mRNA, lo ricordiamo) è efficace anche tra i bambini tra i 5 e gli 11 anni, estendendo così la possibilità di vaccinarsi anche ai più piccoli. Come lo sanno? Hanno condotto dei test clinici su circa 4.500 bambini: secondo le farmaceutiche, i bambini hanno dimostrato di ben tollerare il vaccino nelle fasi 2 e 3, producendo una risposta immunitaria "sostenuta" e non inferiore a quella che si registra nei vaccinati con età maggiore, dai 12 anni in su. 

Ai bambini tra i 5 e gli 11 anni che hanno fatto parte del trial è stata somministrata una dose tre volte inferiore a quella prevista per il resto della popolazione, cioè di 10 microgrammi anziché 30. Secondo Pfizer e BioNTech, il vaccino è considerato sicuro anche per i più piccoli.

Durante gli stessi test clinici il vaccino è stato somministrato anche ai piccolissimi, cioè ai bimbi tra i 6 mesi e i 5 anni, ma i risultati della ricerca non sono ancora stati diffusi.

Quando sarà disponibile il vaccino Covid per i bambini?

Nelle prossime settimane Pfizer-BioNTech chiederà alla Food and Drug Administration (FDA) e all'EMA di estendere le autorizzazioni per poter somministrare il vaccino a mRNA anche ai piccoli tra i 5 e gli 11 anni. Si dovrà aspettare quindi ancora un po' per sapere se effettivamente la vaccinazione sarà resa disponibile anche per i bambini, cosa che alleggerirebbe notevolmente anche l'impatto dei contagi sul funzionamento delle scuole e delle attività extra-scolastiche

Dopo l'ok delle agenzie del farmaco alla somministrazione del vaccino a mRNA nei ragazzini tra i 12 e i 15 anni, potrebbe arrivare anche quello per la fascia 5-11 anni, considerato sicuro dopo i test clinici. Non ci resta che attendere. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli