Home Bambino Sport

Come introdurre i bambini piccoli al baby yoga

di Elena Berti - 21.06.2022 - Scrivici

baby-yoga
Fonte: Shutterstock
Che cos'è il baby yoga, quali sono i benefici della pratica fin da piccolissimi e come si svolgono le lezioni di yoga per bambini

Baby yoga: consigli ed esercizi

Il 21 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale dello yoga, una disciplina che sta prendendo sempre più campo e appassiona gli adulti come i bambini. I benefici sulla salute mentale e psichica sono numerosi, per questo sempre più genitori fanno la scelta di far frequentare ai propri figli corsi di baby yoga, che sono un toccasana per diversi motivi. Vediamo insieme quali sono i vantaggi e perché è un'ottima idea cominciare fin da piccolissimi. 

In questo articolo

Baby yoga: quando iniziare?

La prima questione da chiarire è quando iniziare a praticare baby yoga. Bisogna innanzitutto considerare che lo yoga è una disciplina che conta diversi stili, non è soltanto meditazione e non è nemmeno quello che si vede su Instagram, dove le insegnanti di yoga si fanno immortalare in pose più da ginnasta che da yogini. Per questo è adattissimo anche ai bambini, fin da piccolissimi. Esistono corsi per mamme e bambini già dai primi mesi di vita, che coinvolgono entrambi grazie a un mix di musica, rilassamento, campane tibetane, massaggi e meditazione. I bambini da soli, però, possono iniziare a praticare baby yoga a partire dai tre anni, in casa oppure tramite dei corsi specifici organizzati nei centri yoga. 

Per chi è consigliato il baby yoga

Bensì sia una disciplina adatta a tutti, per cui non serve una preparazione, lo yoga è particolarmente utile per ritrovare il benessere psico-fisico e il collegamento mente-corpo. Nei bambini può avere effetti molto positivi tra coloro che hanno neurodivergenze, come per esempio chi è ADHD (deficit di attenzione e iperattività), per chi è autistico, ma anche per chi più semplicemente fa fatica a concentrarsi, a restare fermo, soffre di ansia o stress, senza che ci sia una precisa diagnosi. Se riconoscete vostro figlio in queste descrizioni, potrebbe davvero avere dei benefici praticando baby yoga!

Come si svolge il baby yoga

Ma cosa si fa durante una sessione di baby yoga? Premesso che è possibile praticare yoga coi bambini anche a casa (esistono tantissimi corsi online molto semplici e ben fatti, gratuiti), le lezioni vere e proprie di solito sono un mix di diversi elementi di gioco, ballo, respirazione, il tutto incentrato su una o più asana. Per esempio, si può partire raccontando una storia sugli animali, lasciando che i bambini effettuino l'asana di riferimento (il gatto, la mucca, il cane a faccia in giù…) ogni volta che sentono rammentare l'animale. Si possono fare dei giochi di gruppo o di coppia, o ancora ascoltare musica e fare del rilassamento guidato. In genere le lezioni di baby yoga durano mezzora, per mantenere alta la concentrazione dei bambini e il divertimento.

I benefici del baby yoga sui bambini

Ma quali sono questi benefici? Ormai lo yoga è un prodotto talmente pubblicizzato, soprattutto attraverso i social, che si pensa sia utilizzato solo per due scopi: restare in forma oppure meditare. Non è vero! I benefici dello yoga, a seconda dello stile, sono tantissimi. Sicuramente uno yoga dinamico come il vinyasa aiuta a restare in forma, mentre il kundalini può aiutare a riconnettersi col proprio spirito. Il baby yoga non scende così nel dettaglio ma si limita a proporre ai bambini un mix di attività che non solo li fa divertire, ma ha anche numerosi benefici

Tra questi troviamo: 

  • l'esercizio fisico, con lo yoga si consumano calorie, si allenano e allungano i muscoli e si tiene tutto il corpo in salute
  • più concentrazione, imparare a concentrarsi sul respiro o sulle sensazioni del corpo quando si è in un'asana è utile per la scuola e per altre attività
  • benefici sull'apprendimento, i bambini che praticano yoga sono più concentrati e meno stressati, e hanno un rendimento migliore
  • calmare stress e ansia, grazie alla respirazione e alla visualizzazione, che portano il corpo in uno stato di pace e tranquillità
  • sviluppo della coscienza di sé, fare yoga è un modo per valutare i propri progressi e per capire l'importanza di migliorarsi e di confrontarsi solo con se stessi e non con gli altri

Il baby yoga è un'ottima attività da far fare ai propri figli, perché è divertente, adatta a tutti, non ha genere e si può praticare anche in casa coi genitori. Inoltre ha molti benefici sullo stato psico-fisico, e si dice che i bambini che fanno yoga dormano di più! 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli