Home Bambino Sport

Perché la ginnastica ritmica fa bene ai bambini

di Elena Berti - 20.04.2022 - Scrivici

benefici-ginnastica-ritmica-nei-bambini
Fonte: Shutterstock
Benefici ginnastica ritmica nei bambini: perché farla fare ai propri figli, cosa fa al corpo e alla mente, se è adatta per i maschi

Benefici ginnastica ritmica nei bambini

Tutte le bambine cresciute negli anni Ottanta hanno sognato di poter usare il nastro e la palla, e molte di loro forse ci sono anche riuscite, con impegno e dedizione. Ma nonostante non sia lo sport preferito dai piccoli, sono numeroso i benefici ginnastica ritmica nei bambini e nelle bambine. Vediamo perché. 

In questo articolo

Benefici ginnastica ritmica nei bambini: uno sport avvincente

La ginnastica ritmica è uno sport completo che permette ai bambini di praticare attività fisica divertendosi. A differenza della ginnastica artistica, la ritmica prevede l'uso di attrezzi come nastro, palla e cerchio, da utilizzare coordinando i movimenti del corpo. 

I benefici sono numerosi perché intervengono non soltanto sulle capacità di realizzare determinati esercizi, aumentando quindi le prestazioni e la forza fisica, ma permettono anche di acquisire maggiore sicurezza e fiducia in se stessi, trattandosi di uno sport praticamente individuale.

Ginnastica artistica per bambini maschi

Come non è difficile notare, a praticare la ginnastica ritmica sono soprattutto le femmine, anche a livello agonistico o olimpionico. Questa disciplina può però essere scelta anche dai maschi, per cui esiste una categoria apposita, che si differenzia da quella femminile soprattutto per quanto riguarda gli strumenti. Gli uomini e i bambini, infatti, usano non palla, nastro e cerchio, ma fune, cerchi (più piccoli di quello femminile), clavette e bastone ginnico (invece del nastro), il che rende la ginnastica ritmica maschile uno sport ancora più acrobatico e simile alle arti marziali. In alcuni paesi però, in particolare in Spagna, la ginnastica ritmica maschile è uguale a quella femminile: informatevi bene se intendete iscrivere vostro figlio a un corso!

A che età iniziare ginnastica ritmica

L'età migliore per iscriversi a lezioni di ginnastica ritmica è dopo i sei anni. Questo perché, proprio per l'uso di attrezzi, i bambini più piccoli non sono ancora in grado di coordinare bene i movimenti. Prima dei sei anni, un po' come accade per altre discipline e in particolare per la ginnastica artistica, è possibile fare un corso propedeutico, chiamato spesso baby gym, che prepara all''avventura della ginnastica ritmica vera e propria. 

Benefici della ginnastica ritmica per il corpo

Parlando dei benefici, abbiamo quindi detto che possono essere sia fisici che mentali. Concentriamoci sui primi, che sono spesso anche i più evidenti. Praticare ginnastica ritmica da bambini può migliorare: 

  • la coordinazione 
  • la flessibilità
  • l'equilibrio
  • la forza

Proprio questi sono i parametri, soprattutto i primi tre, che vengono valutati nelle gare (sia individuali che di coppia), perciò sono i punti su cui gli insegnanti insistono di più. Fare ginnastica artistica migliora anche il senso del ritmo, dato che i movimenti sono un mix tra acrobazie, coordinazione e ballo, seguendo una musica di sottofondo. 

Benefici psicologici e mentali sui bambini della ginnastica ritmica

Passando invece delle conseguenze positive che la ginnastica ritmica può avere sulla mente dei bambini, il primo punto a favore di questo sport è sicuramente la perseveranza: per arrivare a livelli di equilibrio, coordinazione e flessibilità accettabili per esibirsi bisogna lavorare sodo! 

Oltre a questo, che quindi si collega anche al senso di responsabilità che i bambini sviluppano rispetto all'impegno sportivo per poter riuscire e vedere i risultati, la ginnastica ritmica migliora la concentrazione, allena alla pazienza, permette di acquisire fiducia in se stessi perché si tratta di esibirsi spesso da soli. 

Pur essendo uno sport per lo più individuale, è giocato in squadra, e le proprie compagne e i propri compagni diventano parte della famiglia, ci si sente inclusi in un gruppo in cui si tifa gli uni per gli altri. 

Non per ultimo, la ginnastica ritmica permette di sviluppare la creatività, perché una volta acquisiti i principi di coordinazione e dell'uso degli attrezzi il bambino può sperimentare le coreografie che vuole, dando libero sfogo alla fantasia. 

La ginnastica ritmica è uno sport dai numerosi benefici per bambini e bambine, che permette di coniugare la pratica sportiva allo sviluppo di altre qualità come la perseveranza, la concentrazione, la pazienza e la creatività. 

Aggiornato il 07.04.2022

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli