Home Bambino Sport

Bonus sport figli: cos’è e chi può richiederlo

di Simona Bianchi - 17.01.2023 - Scrivici

bonus-sport-figli-cos-e-e-chi-puo-richiederlo
Fonte: Shutterstock
Il bonus sport figli è un aiuto alle famiglie per pagare l'iscrizione ai corsi e alle attività sportive dei propri bambini. Come funziona

In questo articolo

Cos’è il bonus sport figli

Il bonus sport figli è una misura su base regionale pensata per poter permettere alle famiglie in difficoltà economica di iscrivere i propri figli a corsi, palestre o scuole sportive per l'anno 2022/2023. La Regione Campania, tra le prime ad aver promosso l'iniziativa, per il triennio 2021-2023 ha stanziato circa 7 milioni di euro di cui:

  • 2 milioni di euro per il 2021
  • 2,5 milioni di euro per il 2022
  • 2,5 milioni di euro per il 2023

In cosa consiste il bonus sport figli

L'incentivo, rinnovato dalle precedenti esperienze del 2020 e del 2021, ha un importo che varia a seconda del bando regionale e dell'Isee del nucleo familiare. Per esempio, nell'anno in corso, nella Regione Campania potrà essere erogato per un tetto massimo di 1.600 euro a famiglia. Il voucher è spendibile nelle attività sportive scelte e garantisce massimo 400 euro a figlio. Anche il comune di Firenze ha stabilito un importo massimo del rimborso per l'iscrizione e la frequenza ai corsi nella stagione 2022/2023 di 400 euro a minore senza indicare un tetto massimo in base al numero di figli. Per conoscere nello specifico le caratteristiche del bonus sport figli della propria area di residenza si consiglia di consultare i siti del proprio comune o della propria regione.

I requisiti per ottenere il bonus figli

A beneficiare del bonus sport figli sono le famiglie con bambini o adolescenti con particolari requisiti che variano e dipendono dal singolo bando regionale. In Campania, i beneficiari del voucher, sono i nuclei con figli di età compresa tra i 6 e i 15 anni, che hanno un ISEE che non superi i 17.000 euro per le famiglie con almeno 3 figli e i 28.000 euro per i nuclei familiari con 4 o più figli. Per poter presentare domanda, dunque, sarà necessario presentare la certificazione ISEE in corso di validità. Il Comune di Firenze stabilisce invece che possono richiedere il bonus coloro che hanno un figlio minore di 18 anni e un ISEE non superiore a 40.

000 euro. Sul sito della Regione Lombardia si legge che il bando sostiene le spese per l'iscrizione dei figli tra i 6 e i 17 anni a corsi sportivi sul territorio lombardo di durata almeno semestrale, nella stagione sportiva 2022/2023. Ciascuna Dote è pari a € 100 e quindi potranno essere soddisfatte 20mila famiglie. Possono fare domanda i nuclei con residenza continuativa di 5 anni in Lombardia di almeno uno dei genitori/tutore; valore ISEE ordinario o minorenni non superiore a € 20.000; iscrizione e frequenza del minore a corsi sportivi svolti della durata di almeno 6 mesi, con costo compreso tra € 100 e € 600.

Come presentare la domanda

La domanda di richiesta del bonus sport figli va presentata attraverso le modalità indicate nel bando della propria regione o del proprio comune. In generale va presentata telematicamente accedendo all'area servizi per il cittadino attraverso le proprie credenziali SPID o Carta Nazionale dei Servizi o Carta d'Identità Elettronica. Sul sito del Comune di Firenze si segnala che il "soggetto richiedente dovrà compilare i seguenti campi: dati anagrafici, indirizzo di residenza e proprio Codice Fiscale. Dopo aver immesso il Codice Fiscale del richiedente, il sistema, per procedere, recupererà e verificherà in automatico l'ultima documentazione ISEE presentata, che dovrà essere dell'anno 2022". In alcune regioni la modalità per fare la domanda non è ancora attiva o è stata momentaneamente sospesa. Per conoscere tutti i dettagli della propria area di residenza si rimanda a visitare il sito ufficiale del proprio comune o regione di appartenenza.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli