Home Bambino Sport

Yoga per bambini: i benefici e come praticarlo

di Penelope Greco - 25.03.2021 - Scrivici

yoga-bambini
Fonte: Shutterstock
Lo yoga per bambini è salutare sia a livello fisica che mentale. Vediamo quali sono i benefici e come praticarlo al meglio

Lo yoga per bambini è innanzitutto gioco e movimento sano. Lo yoga per bambini è sempre più diffuso perché diverte, fa bene e ha numerosi benefici. Numerose scuole, dalla scuola dell'infanzia fino alle scuole primarie e secondarie di primo grado, negli ultimi anni hanno deciso di inserire la pratica dello yoga tra le ore di lezione rivolgendosi ad insegnanti qualificati. Non dobbiamo pensare però che sia come quello per gli adulti ma in versione ridotta. Vediamo insieme quali sono le migliori posizioni yoga per bambini e come praticarlo al meglio. 

In questo articolo

Come praticare yoga per bambini

Per iniziare a praticare yoga per bambini è utile introdurre diversi elementi:

  • giochi di squadra o a coppie
  • esercizi di riscaldamento
  • asana selezionate appositamente per i più piccoli
  • ascolto di musica rilassante
  • danza
  • canto
  • racconti di storie 

I movimenti nella pratica delle asana sono sempre dolci, lenti e guidati, per una totale sicurezza dei bambini. Le asana dovrebbero essere presentate in modo giocoso e possono diventare protagoniste di storie da raccontare animate dai bambini e di piccoli spettacoli teatrali. Verso la fine dell'incontro non può mancare un momento dedicato al rilassamento e ad una breve meditazione. La lezione può durare dai 30 ai 90 minuti a seconda dell'età dei bambini.

I benefici dello yoga per i bambini

I principali benefici dello yoga per i bambini sono davvero tanti: 

  • Migliorare la concentrazione
  • Stimolare l'equilibrio e l'elasticità.
  • Favorire la libertà di espressione.
  • Sviluppare la consapevolezza del respiro e del proprio corpo.
  • Dedicare più tempo al gioco come fondamentale strumento di crescita.
  • Migliorare la conoscenza di se stessi e la socializzazione.
  • Esprimere al meglio emozioni e stati d'animo.
  • Ridurre ansia, stress e aggressività.
  • Nutrire l'intelligenza razionale e emotiva per imparare a conoscere il mondo.
  • Stimolare la capacità di apprendimento.

Dove praticare yoga

Ci sono tantissimi centri yoga sparsi in tutta Italia con corsi e laboratori dedicati ai più piccoli. Puoi partecipare ad un corso di yoga insieme a tuo figlio (alcuni centri fanno corsi di yoga durante l'allattamento) per farlo avvicinare a questa pratica. Altrimenti puoi farlo comodamente anche a casa. Ci sono tanti video divertenti dove prendere spunto.

Le posizioni preferite dai bambini

  • Il gatto: piega le ginocchia e appoggiale a terra, tornando a quattro zampe. Fai attenzione che le ginocchia siano alla stessa larghezza dei fianchi, le braccia dritte e perpendicolari alle spalle, e la testa in linea con la colonna. Ora abbassa la testa portando il mento verso il petto, poi solleva lentamente la schiena verso l'alto fino a formare una gobba. Mentre distendi la colonna, spingi il più possibile l'ombelico verso l'alto e tieni le spalle ben lontane dalle orecchie.
  • Il cane: portati a quattro zampe, posizionando le ginocchia in linea con i fianchi e i palmi delle mani in linea con le spalle. Mantenendo le mani ben appoggiate al pavimento e le braccia distese, sposta il bacino verso i talloni. Poi, spingi sui palmi delle mani e solleva il bacino verso l'alto, distendendo bene le gambe. Il peso dev'essere ben bilanciato in tutto il corpo.
  • La tartaruga: siediti a terra con le gambe divaricate e la schiena ben dritta. Piano piano, porta in avanti il busto fino a dove riesci, mentre le mani, e di conseguenza le braccia, vanno a inserirsi sotto le ginocchia. I palmi delle mani sono rivolti verso il basso.
  • Il serpente: portati a pancia in giù. Appoggia le mani esattamente sotto le spalle, tenendo i gomiti vicini al busto. Ora, spingi con le mani a terra e solleva il petto. Durante il sollevamento, cerca di spingere con il bacino a terra. Guarda verso l'alto, se ne hai bisogno contrai leggermente i glutei, e distendi bene le braccia.
  • Il cammello: inginocchiati sul tappetino con le ginocchia e i piedi paralleli ben appoggiati a terra, alla stessa distanza delle anche. Con le mani sulla parte bassa della schiena o sui glutei, piegati all'indietro gradualmente inarcando la schiena. Se ci riesci, porta le mani indietro fino ad afferrare le caviglie. Ora, spingi lentamente in avanti cosce, coccige e addome, portando le cosce perpendicolari al pavimento. Apri il petto in avanti e allarga bene le spalle, allungando il collo e la testa all'indietro.

Fonti articolo: yoga bimbi

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli