Home Bambino Tempo libero

Come spiegare l'inverno ai bambini (e farglielo amare)

di Elena Cioppi - 23.12.2020 - Scrivici

bambina-inverno
Fonte: Shutterstock
Come spiegare l'inverno ai bambini e fargli amare una stagione difficile e dalle temperature avverse. Anche se porta malanni, c'è sempre il Natale, no?

L'inverno arriva dopo il solstizio (che si celebra solitamente intorno al 21 dicembre) e consolida un periodo anticipato dall'autunno in cui le giornate si accorciano, il clima diventa più rigido e le attività da fare all'aria aperta si riducono di molto. Sebbene nella correlazione tra bambini e inverno siano spesso i genitori a darsi dei limiti ("Non uscire che fa freddo!" "Non scoprirti che prendi il raffreddore!"), molti bambini soffrono di winter blues, ovvero di un piccolo disturbo che si associa al trascorrere delle stagioni e può portare inappetenza, poca voglia di interagire con gli altri e asocialità. L'autunno è la porta di questa sensazione (che in psicologia si chiama Seasonal Affective Disorder) ma l'inverno la consolida. E quindi come uscire dall'impasse e spiegare l'inverno ai bambini in un modo che possa farglielo apprezzare nelle sue mille sfaccettature e non solo con l'arrivo del Natale?

In questo articolo

Spiegare l'inverno ai bambini: storie, poesie e idee per farglielo amare

Molti bambini in inverno si impigriscono, spesso perché ammaliati dal calore domestico in netto contrasto con le temperature esterne. Il freddo è al centro di una storia dedicata all'inverno da leggere anche ai bambini più piccoli per spiegare loro che non hanno nulla da temere. Anzi, spesso è un vero e proprio alleato, come si racconta in una storia e una poesia molto famosa a tema.

Il mago del freddo (Rosalba Corallo)

"Il terribile Mago del Freddo si divertiva a rincorrere per la strada uomini, donne e bambini e a dipingere loro di rosso la punta del naso. Tutti scappavano e cercavano rifugio nelle case, ma il Mago del Freddo voleva entrare anche li: soffiava forte contro le porte e le finestre e faceva strani disegni di ghiaccio sui vetri. La gente infreddolita non ne poteva proprio più. Per fortuna viveva in quel paese un uomo che di freddo si intendeva moltissimo. Infatti, faceva il gelataio. Egli disse al dispettoso Mago del Freddo;
Entra pure in casa mia, voglio offrirti qualcosa da mangiare.
Il mago entrò, e in un attimo la casa fu di ghiaccio. Il gelataio apri un grande armadio bianco e, quando il Mago del Freddo gli si fu avvicinato, con tutte le sue forze lo spinse dentro e chiuse svelto lo sportello.
Così il Freddo fu imprigionato per sempre e ancora oggi lo possiamo trovare, persino d'estate, in tutti i frigoriferi del mondo"

Neve di Umberto Saba

Neve che turbini in alto e avvolgi
le cose di un tacito manto.
neve che cadi dall'alto e noi copri
coprici ancora,all'infinito:Imbianca
la città con le case, con le chiese,
il porto con le navi,
le distese dei prati...

Aiutarsi con delle storie può andare incontro al bambino che in inverno vede molte attività che amava interrompersi: è facile amare la primavera o l'estate che permettono di giocare all'aria aperta, mentre l'inverno ha sì il Natale e le vacanze ma poco altro, soprattutto se il piccolo non ama proprio le basse temperature. Come fargli amare questa stagione? Ecco qualche consiglio:

  • spiegare la ritualità della natura, intesa come ciclo. Il bambino sarà rincuorato dall'idea che l'inverno, come tutte le stagioni, è solo di passaggio.
  • spiegare che molte attività così come si fanno in estate, in inverno cambiano volto ma rimangono comunque divertenti: la spiaggia diventa un prato innevato, i bagni in mare diventano le ciaspolate, le lunghe corse nei boschi diventano passeggiate in città sotto le luci di Natale
  • il freddo non fa ammalare: ecco perché devono stare all'aperto anche se le temperature scendono
  • addobbare la casa per Natale rende più felici (e farlo in anticipo fa ancora più felici) e così anche scoprire i grandi perché del periodo natalizio, per rispondere alla domanda "Perché a Natale si fa l'albero?" o perché si festeggia Santo Stefano

Inverno e bambini, libri da leggere

Gialli per l'inverno: La spada del re di Scozia-Omicidio sulla tour Eiffel (Sir Steve Stevenson)

Un libro da leggere per bambini dai 7 anni in su che racconta le gesta di un detective imbranato, con lo sfondo della stagione invernale.

Si compra sul Mondadori Store

Bosco d'inverno. Ediz. a colori (Anna Confalonieri Prandini)

Un libro illustrato che racconta il lento incedere delle stagioni, per bambini dai 6 anni in su.

Si compra sul Mondadori Store

Sogno d'inverno (Hélène Kérillis - Stéphane Girel)

La storia di Mayken che, in una sera d'inverno, incontra un uccellino ferito e prova ad aiutarlo. Dai 6 anni.

Si compra sul Mondadori Store

Inverno con la nuvola Olga. Ediz. a colori (Nicoletta Costa)

Un dolce libro illustrato con protagonista una nuvoletta, adatto anche a bambini molto piccoli, dai 2 anni in su.

Si compra sul Mondadori Store

Genitori e inverno: istruzioni per l'uso

Spesso sono i genitori, anche se involontariamente, a costruire nella testa dei loro figli un'immagine distorta dell'inverno. Magari perché non amano particolarmente il Natale, oppure perché vedono il freddo come nemico portatore di malattie stagionali. In altri casi,per eccesso di zelo, sbagliano a vestire i bambini, coprendoli troppo: e questo provoca molto fastidio nei piccoli che cominciano a odiare cappellini, sciarpe, guantini e provano a disfarsene appena possibile.

Un modo per non lasciarsi sopraffare dalle proprie emozioni nei confronti dell'inverno è mettersi nei panni del bambino, anche a seconda della sua età. Lasciarsi stimolare dal mondo in cui vede il mondo e il trascorrere delle stagioni è un bel modo per mettersi al suo livello, ascoltando i suoi bisogni e stimolandolo ogni giorno.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli