Home Bambino Tempo libero

Estate in città, 10 idee per divertirsi coi bimbi

di Nostrofiglio Redazione - 08.07.2020 - Scrivici

estate-in-citta-2
Fonte: Shutterstock
Gite in barca, una visita al castello, una giornata in piscina, una visita all'acquario o al museo, il teatro delle marionette all'aperto... Per rendere piacevoli le estati in città basta un'idea e la voglia di divertirsi con i propri bambini!

Estate in città con i bambini

Ecco una miniguida con dieci suggerimenti su come rendere piacevoli le giornate estive trascorse nelle città dove si vive abitualmente. Si possono fare le vacanze anche a casa: i centri urbani non si svuotano e sono ricchi di proposte e spunti da non perdere, anche per i più piccoli per passare l'estate con i bambini.

In questo articolo

1. Gita in barca: sulle orme del capitano

Se avete la fortuna di vivere in una città attraversata da un fiume o da un canale, organizzate un'intera giornata all'insegna della navigazione. Le gite in battello mettono allegria e hanno la capacità di trasportarci subito in una dimensione vacanziera. Ormai la stragrande maggioranza dei centri abitati bagnati da un corso d'acqua offre questo tipo di iniziativa. Che ai bimbi fa sempre tanto aria di festa. In assenza di un fiume nel territorio urbano, vale la pena di raggiungere quello più vicino dove si possa salpare alla scoperta di itinerari naturalistici. 

2. Evviva il pic nic

Recuperate un plaid, o i più moderni teli impermeabili da pic nic, scegliete una giornata non troppo calda e organizzate una colazione al sacco. I bambini adorano mangiare a contatto con la natura. E basta poco per una buona riuscita. Un parco fresco e ombroso, una borsa termica in cui portare cose sfiziose da gustare come panini al latte farciti con prosciutto cotto e formaggino, una torta salata, delle pizzette, una frittatina con le zucchine. E dei succhi di frutta, oltre all'immancabile acqua. Come dessert, un budino. Che resiste meglio del gelato e fa sempre gola. O dell'anguria pretagliata a dadini. Dolce e dissetante, è l'essenza dell'estate.

3. Mamma, lo squalo!

I bimbi generalmente adorano adocchiare i pesciolini, mentre fanno il bagno al mare. E allora perché non cercare di catapultarli in una dimensione acquatica portandoli un pomeriggio al più vicino acquario? Una full immersion di vita sottomarina, ammirando pesci dai colori e dalle forme più varie, infiammerà la loro fantasia. Non stupitevi se, con la faccia appiccicata alle vasche, farete fatica a trascinarli a casa. O se la sera, una volta a casa, vorranno vedere il dvd di Nemo. 

4. Tutti al museo dei bambini

Diverte bambini grandi e piccini, e ormai quasi ogni città vanta il proprio. Stiamo parlando del museo dei bambini. C'è chi lo chiama così, chi la città dei bambini, chi in altri modi simili. Ma se vi informate, vedrete che anche da voi esiste una struttura del genere, aperta tutto l'anno. Di solito i suoi spazi sono suddivisi per tipi di attività o per fasce d'età. Zone morbide, zone più tecnologiche, o aree da piccoli scienziati in erba oppure dedicate alla natura. Gli stimoli sono tantissimi. Proporre ai propri figli una giornata di questo genere sarà decisamente istruttivo, oltre che molto divertente. 

5. Uno spettacolo sotto le stelle

D'accordo i bimbi devono andare a letto presto. Ma d'estate, complice la luce fino a tardi, gli orari si allungano un po'. E allora una serata all'aperto ogni tanto è bello concederla. Tanto più se anziché andare a mangiare la solita pizza, si sceglie di portarli ad assistere a una rappresentazione adatta a loro. Basta documentarsi anche sui principali quotidiani e individuare qualcosa che possa divertirli. Uno spettacolo di marionette o burattini, oppure un film d'animazione proiettato in un'arena estiva. Tutto rigorosamente sotto le stelle (ma armati di spray repellenti per le zanzare adatti ai piccoli). 

6. Non è estate senza piscina

Spruzzi, schizzi, schiamazzi: d'estate non c'è cosa che entusiasmi di più i bambini di una piscina. Che, per via dell'acqua dolce e dell'assenza di onde, tante volte è addirittura preferita al mare. E allora perché non colmare la mancanza della spiaggia in città, con un bel pomeriggio in piscina? Per i più piccini solitamente esistono vasche poco profonde dove farli divertire in sicurezza insieme a voi. Chi ha la fortuna di vivere in un contesto col giardino, anziché cercare la piscina più vicina, potrà optare per una piscina gonfiabile montata sul prato. Così l'esperienza è a portata di mano e ripetibile. Ogni volta che il caldo lo consiglierà.

7. Pronti, si parte: ciuf-ciuf...

Cercate il più bel trenino della vostra città. Di quelli caratterizzati da un bel percorso, che fa tanto viaggio. E portateci i bambini di mattina, finché fa fresco. La gita sul trenino mette tutti i piccioli d'accordo, calandoli in una momentanea dimensione di partenza, di scoperta ed esplorazione. Magari andateci in bicicletta, così il viaggio continuerà anche in seguito, fino a casa.

8. Ma che bel castello

Basta poco per sentirsi tutti dame e cavalieri. Una mattinata alla scoperta del castello della propria città, cercando di andarci quando (e se) c'è qualche iniziativa adatta ai bambini. Fossati, ponti levatoi, camminamenti, merli, torri: anche i più piccoli subiranno il fascino magico di una visita alle antiche fortezze. Che così tante volte hanno fatto da sfondo alle favole che raccontate loro la sera prima di fare la nanna. 

9. Nella vecchia fattoria

Individuate una fattoria ricca di animali che sia aperta per le visite o per le merende. Di solito sono le fattorie didattiche, ma ne esistono anche in altri circuiti. Portare i bambini a diretto contatto con mucche, cavalli, pecore, maiali, oche, anatre e galline, i protagonisti delle loro favole o dei loro giochi o cartoni animati, costituisce una profonda immersione nella natura impagabile soprattutto per chi vive tra il cemento e con poche connessioni con la vita rurale. Se riuscite anche a farli godere dello spettacolo della mungitura, capiranno da dove viene il cibo da loro così amato fin da piccoli. E realizzeranno che il latte non nasce nei cartoni di tetrapak. 

10. Oggi al parco dei divertimenti

Alcuni genitori li odiano, ma loro li amano. E allora una volta tanto, chiudete un occhio sulla confusione, sul caos infernale che li caratterizza con annesse ansie da mamme apprensive, e portate i bambini al più vicino parco dei divertimenti. Le loro attrazioni soddisfano le diverse fasce d'età. L'esperienza, per un bimbo, è di quelle paragonabili a un frullatore di sensazioni. Ne usciranno shakerati al punto giusto da crollare la sera senza fiatare. Mica poco. 

Domande e risposte

Come rendere divertenti le vacanze a casa con i bambini?

Potete preparare dei giochi con l'acqua o simulare in casa una piccola spiaggia: mettete una piscinetta sul terrazzo e fate giocare i bambini con bottiglie di plastica, imbuti, secchiello e paletta.

Qual è un'attività montessoriana da fare in vacanza?

Dai 3 anni in su i bambini possono dare libero sfogo alla loro sete di scoperta e cercare tutti gli indizi della natura: muniteli di un sacchettino, cosicché possano raccogliere gusci vuoti, foglie, piume, noci, fiori, rametti. 

Revisionato da Sara Sirtori

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli