Home Bambino Tempo libero

Linee guida centri estivi 2022

di Elena Berti - 26.05.2022 - Scrivici

centri-estivi-2021
Fonte: Shutterstock
Quali sono le linee guida per accedere ai centri estivi 2022? Quest'estate ritornano a pieno regime i momenti ludici e ricreativi dei più piccoli durante la pausa estiva

Centri Estivi 2022: linee guida

Sta per finire la scuola. Dopo un anno difficile, impegnativo, finalmente tornati tra i banchi di scuola, i più piccoli hanno bisogno di trascorrere del tempo in compagnia, fare attività divertenti, tornare a socializzare, trascorrere le giornate in un clima di vacanza. Ma come ogni anno, torna il problema della difficile gestione dei bambini, al termine della scuola, da parte dei genitori. Come fare se terminato l'anno scolastico mamma e papà sono ancora al lavoro?

In attesa di godere delle vacanze estive con mamma e papà, un'occasione per non lasciare i bambini a casa da soli o con la baby sitter è rappresentata dai centri estivi, delle strutture che accolgono bambini e ragazzi dai 3 ai 13 anni, in seguito alla fine dell'anno scolastico.

I centri estivi propongono attività e esperienze ludiche-ricreative, sportive, formative, etc e possono svolgersi in luoghi all'aperto o in strutture al chiuso sotto la guida di educatori professionali e gestiti dai servizi educativi territoriali, cooperative e associazioni, sono luoghi di socializzazione e apprendimento.

L'adesione al programma estivo è a pagamento, i costi sono variabili e occorre un'iscrizione alcuni mesi prima dell'inizio delle vacanze estive. Prevedono lunghi periodi di apertura e sono rivolti anche ai bambini delle scuole dell'infanzia. 

A differenza dei summer camp o campi estivi, questi centri coprono soltanto l'orario diurno, solitamente dalle 9 alle 18 e prevedono un pranzo. L'offerta è molto ampia, ci sono centri estivi comunali e privati e si può scegliere in base agli hobby e agli interessi dei bambini. 

In questo articolo

Le misure di prevenzione

Per quanto riguarda le linee guida dei centri estivi 2022, non ci sono regole specifiche. Sia nei centri diurni che residenziali verranno applicate le misure di prevenzione relative alle ultime disposizioni in materia di sicurezza.

Rimangono le buone abitudini apprese nei due anni di pandemia quali: 

  • lavarsi spesso le mani
  • tossire o starnutire nel gomito
  • mantenere, dove possibile, il distanziamento fisico
  • non toccarsi il viso con le mani
  • sanificare le superfici
  • arieggiare frequentemente i locali chiusi

Bonus centri estivi 2022

Con l'introduzione dell'assegno unico molti incentivi sono stati assorbiti. Quest'anno dunque, a differenza dello scorso, non è previsto alcun bonus per il pagamento delle rette dei centri estivi a livello nazionale, ad eccezione di alcune regolamentazioni regionali. 
Bisognerà consultare i siti delle proprie regioni per capire se sono stati emessi dei bonus o dei bandi e a chi sono rivolti. Un esempio è rappresentato dalle regioni Piemonte, Valle d'Aosta e Emilia Romagna. 
 
Il contributo ha l'obiettivo di fornire un aiuto ai genitori, soprattutto coloro che lavorano (ma non solo) per la conciliazione della vita professionale e familiare e anche per risparmiare sul costo delle iscrizioni per le attività estive. 
 
Trattandosi di un'iniziativa regionale, è chiaro che a poter beneficiare del nuovo bonus centri estivi, nel 2022, saranno solo i genitori di figli di età compresa tra i 3 e i 13 anni, che risiedono in uno dei Comuni sul territorio.
 
Fonte (Trendonline) 

Revisionato da Nicoletta Vuodi - Aggiornato il 04.05.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli