Viaggi

5 itinerari da fare in Puglia con i bambini in estate

Di Sara De Giorgi
lecce
24 Aprile 2018
La Puglia è una regione affascinante, ricca di storia e di tradizioni, con un clima spesso mite. Grazie all'aiuto dell'Agenzia regionale del Turismo pugliese, abbiamo selezionato cinque itinerari nei luoghi più belli della Puglia per le famiglie che desiderano vivere una vacanza unica in questa splendida regione.
Facebook Twitter More

La Puglia è una delle regioni affascinanti d'Italia ed è perfetta per una vacanza in famiglia. Il clima è spesso mite e piacevole e sono tante le località che offrono il meglio ai piccoli viaggiatori.

 

Ci sono moltissime esperienze indimenticabili da fare: si può essere contadini per un giorno, tra gli animali, magari in una masseria didattica, si possono visitare le spiagge dorate dai fondali bassi e dal mare cristallino e si può scoprire la natura nei parchi. Tanti sono anche i Musei da scoprire. Grazie all'aiuto dell'Agenzia regionale del Turismo pugliese, abbiamo selezionato alcuni itinerari per le famiglie che desiderano vivere una vacanza unica in Puglia.

 

1) VALLE D'ITRIA E BARI

 

Il vostro viaggio in Puglia può iniziare dalla Valle d’Itria. Qui, tra uliveti e vigneti, si può scegliere una delle masserie didattiche della zona per imparare a fare il pane e il formaggio. A 15 km di distanza c'è il paesaggio magico di Alberobello, patrimonio Unesco con i trulli e con le tipiche case di pietra con il tetto a forma di cono.

 

Si può poi scegliere di andare a Castellana Grotte, dove ci si può calare nei panni di coraggiosi speleologi per esplorare l'incantevole mondo delle stalattiti e delle stalagmiti. Se avete voglia di stare all’aria aperta, cercate ville, giardini pubblici e parchi gioco: in questi luoghi si possono trascorrere piacevoli momenti di relax insieme ai più piccoli. In seguito, risalite la costa e vi troverete nella città di Santa Claus, Bari.

 

Qui potrete visitare la Basilica di San Nicola, che conserva i segreti di uno dei santi più amati dai bambini e il bellissimo lungomare. Concedetevi una passeggiata al tramonto gustando un buon gelato e raggiungete la spiaggia di Pane e Pomodoro, attrezzata per lo svago dei più piccoli.

 

2) LA COSTA GARGANICA

 

Cominciate da Vieste, che è una splendida località, il cui centro storico è animato da locali e botteghe artigiane. Spostatevi poi sulla costa e ammirate il colore rosa argento delle spiagge, delle falesie e delle grotte marine. Guardate poi lo sperone roccioso di Pizzomunno, simbolo della bella spiaggia di Castello. Dopo un pomeriggio al mare, fermatevi a cena nei trabucchi, antiche strutture dedite alla pesca, oggi scenografici ristorantini sul mare. Proseguite poi e fate tappa a Peschici, ricca di splendide grotte dai molteplici colori: vi colpiranno le case bianche a cupole grigie che ricordano le casbah arabe.

 

Proseguite sulla costa e dopo una decina di chilometri sarete a Vico del Gargano, il paese di San Valentino che sorge all'interno del Parco Nazionale del Gargano, che piacerà molto ai più piccoli. Raggiungete il centro di Vico e scoprite il Rione Civita, poi perdetevi tra comignoli, portali intagliati, scalinate scavate nella roccia e trappeti ipogei.

 

3) I COLORI DEL MAR IONIO 

 

Il suggestivo paesaggio del litorale tarantino è davvero da scoprire: dune, saline, boschi ricchi di piante e fiori si alternano a paesi con tante bellezze storiche e architettoniche. Questo itinerario si sviluppa lungo la costa che unisce Taranto a Lecce e si affaccia sul mar Ionio.

 

Perciò, macchina fotografica alla mano e scarpe da ginnastica, partite in direzione della riserva regionale Salina e Dune di Torre Colimena. Qui troverete oasi naturali, come i boschi di Cuturi e Rosa Marina, e potrete fare un bagno meraviglioso nella Foce del Chidro, dove ci sono le acque sorgive. Poi proseguite verso sud, lasciando la costa alle vostre spalle.

 

La prossima tappa è Sava, che potrete far visitare ai bambini, mentre voi potrete degustare il famoso vino rosso. Nel cuore della città ammirerete il cinquecentesco palazzo baronale, che custodisce un frantoio ipogeo.

 

4) OSTUNI E FASANO

 

Partite da Ostuni: resterete affascinati dal suo borgo antico, candido come la neve. Al centro del paese potete trovare la quattrocentesca Cattedrale in stile romanico-gotico e, se seguite le mura aragonesi, sarete catturati dall'eleganza di chiese e dimore signorili.

 

L’itinerario prosegue in direzione Fasano, per una immersione nella natura al Parco Naturale regionale Dune Costiere. E’ un’oasi tutta da scoprire tra spiagge, dolmen, lame carsiche e specchi d’acqua popolati da aironi e garzette: piacerà moltissimo ai più piccoli. Proseguendo lungo l’antica via Traiana raggiungerete Egnazia, dove potrete ammirare i resti di una città romana praticamente intatta nel tempo. Per scoprire di più sui popoli antichi che hanno popolato la Puglia visitate i tesori del Museo Archeologico, ricco di straordinari reperti di epoca messapica e romana.

 

5) IL SALENTO E IL BAROCCO

 

Lecce è la capitale del barocco: qui potete scoprire l’arte di superbi scalpellini, ricamatori di quella affascinante pietra leccese che al tramonto si tinge di rosa. Se imboccate via Templari da piazza Sant’Oronzo, vi troverete al cospetto della Basilica di Santa Croce, il cui imponente rosone è un capolavoro di pietra. Nel centro storico troverete caratteristiche stradine e deliziose piazzette popolate di pub, ristoranti e bar. Assaggiate il tipico 'pasticciotto', cofanetto di pastafrolla che racchiude una buonissima crema pasticcera.

 

Spostatevi poi a Nardò (a 25 km da Lecce) e addentratevi a piedi nel centro storico, tripudio di barocco e rococò. Qui la danza della "pizzica" trova le sue origini, tra botteghe di barbieri violinisti, donne morsicate dal ragno maculato e antiche abitazioni dove andava in scena il rito della guarigione, rigorosamente a suon di musica.

 

In seguito andate nella zona di Porto selvaggio, fermatevi in una delle calette che si alternano a scogliere selvagge e ammirate lo splendido tramonto sul mare. Infine, andate a Galatina, patria di vini pregiati. Il maestro del barocco salentino, Giuseppe Zimbalo, ha lasciato la firma sulla facciata della Chiesa dei Santi Pietro e Paolo.

 

Per maggiori informazioni su altre idee di viaggio in questa regione, visitate il sito Viaggiare in Puglia 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: