Viaggio in Slovenia

5 suggerimenti per visitare la Slovenia con i bambini

Di Sara De Giorgi
ljubljana
29 Marzo 2018
Una meta meravigliosa da visitare con i bambini è la Slovenia, sito di ispirazione naturale e culturale per grandi e piccini. L'Ente sloveno del Turismo offre cinque suggerimenti per visitare i luoghi più belli e culturalmente stimolanti di questo affascinante paese. 
Facebook Twitter More

Una meta alternativa per il 2018? La Slovenia, che ha sempre rappresentato un crocevia di nazioni e un sito di ispirazione naturale e culturale. Dunque, perché non fare i bagagli e viaggiare in Slovenia? Ecco quattro suggerimenti dell'Ente sloveno per il Turismo per visitare i luoghi più belli e culturalmente più interessanti di questa affascinante regione: 

 

1) Fate un salto a vedere i tesori più antichi del mondo

 

Il primo strumento musicale conosciuto al mondo è sloveno. Infatti, il flauto costruito in osso d’orso, trovato nella grotta Divje Babe, è l'unico flauto al mondo creato e utilizzato dall'uomo di Neanderthal circa 60.000 anni fa. Questo prezioso reperto di rilevanza mondiale è ospitato nel Museo Nazionale della Slovenia (Narodni muzej Slovenije), da visitare perché davvero interessante.

 

L'esplorazione della cultura palafitticola della palude di Lubiana (Ljubljansko barje) portò gli archeologi alla scoperta della ruota di legno con asse più antica del mondo, che risale a 5.000 anni fa. Dal 2018 è possibile vedere la ruota nella nuova mostra permanente nel Museo civico di Lubiana.

 

2) Visitate il patrimonio dell'Unesco in Slovenia

 

La più antica città mineraria slovena, Idrija, è patrimonio UNESCO grazie alla seconda miniera di mercurio più antica del mondo e operante per oltre 500 anni. Patrimonio dell'UNESCO sono anche le grotte di San Canziano, un regno di stalattiti e stalagmiti con il canyon sotterraneo più profondo d'Europa, la palude di Lubiana, la rappresentazione storica medievale "Passione di Škofja Loka" e infine la foresta vergine di Krokar con il Monte Nevoso.

 

3) Da non perdere l'architettura senza tempo di Jože Plečnik 

 

L'architetto Jože Plečnik ha costruito alcuni dei più grandi monumenti architettonici dell'Europa del 20° secolo: ispirandosi al design armonioso dell'antichità, ha saputo combinare elementi classici e materiali locali, consentendo una pianificazione urbana sostenibile. 

 

Il modo migliore per conoscere il lavoro di Plečnik a Lubiana è fare una passeggiata, come lo stesso architetto amava fare: nel cuore di Lubiana, i famosi Tre Ponti attraversano il fiume Ljubljanica, e solo a pochi passi inizia una serie di portici sul mercato coperto. Da non perdere il Križanke Theatre estivo all'aperto, uno dei luoghi più affascinanti della Slovenia. 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Viaggiare con i bambini, 10 luoghi da favola

 

4) Un tour tra le città slovene più antiche e romantiche...

 

Numerose città slovene hanno un'anima romantica. Tra le mura medievali conservate vi sono ancora antiche usanze e tradizioni, arti e mestieri tradizionali, piatti tipici sloveni. Molte città slovene hanno attraversato la preistoria e l'epoca romana, il Medioevo, il barocco e l'era moderna.

 

Tra queste vi sono Capodistria, piena di fascino veneziano, Kranj, la capitale delle Alpi slovene, Novo mesto, meraviglia archeologica tra le colline vinicole.

 

5) e tra i luoghi iconici della cultura in Slovenia

 

Lubiana, la capitale della Slovenia, ricostruita da Jože Plečnik, è una città verde a misura d'uomo. Bled offre una vista perfetta su di un incantevole lago alpino. L'incantevole Pirano è orgogliosa delle sue saline con 700 anni di tradizione. Celje è la città con più famosa dinastia nobile della storia slovena, che ha eretto il più grande castello medievale del paese.

 

Maribor ospita Stara Trta, la vite più antica del mondo. La scuderia di Lipica è la più antica al mondo conosciuta per l'allevamento di cavalli aristocratici. Ptuj ospita la cantina vinicola più antica, con un archivio datato 1917, ed è nota per la maschera carnevalesca del Kurent.

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: