Nostrofiglio

Viaggi per la famiglia

Dove andare a sciare sulle Alpi con i bambini

Di Franco Teruzzi Luisa Perego
bambinosci_05

02 Dicembre 2009 | Aggiornato il 06 Novembre 2018
Trentino, Veneto, Lombardia e Val d'Aosta offrono diverse località sciistiche a misura di bambino con piste adatte anche per baby sciatori, 'asili' sulla neve e spazi giochi per bambini sotto i tre anni, parchi divertimento e scuole specializzate in sci per bambini.

Facebook Twitter Google Plus More

1 - A Plan de Corones (Alto Adige) l'asilo nido sulla neve

Tanto sci per i grandi, nel noto comprensorio altoatesino, ma anche attenzione agli sciatori in erba. A partire dai più piccoli, con il Cronido (asilo nido per bimbi di 3-4 anni che vengono introdotti allo sci). Per passare a chi è più grandicello. Al Croniworld sulla soleggiata cima del ‘panettone’ a 2.275m, i più piccoli trovano il loro massimo divertimento sul tappeto magico di Aladino (lungo ben 80 m), che li porta a provare, emozionati, i primi tentativi con gli sci nello stretto percorso del “Cronicastle”. Un nuovo tappeto magico di 21 m è a disposizione dei più piccini.

E dopo la fatica, ecco le leccornie al ristorante Kron, con una sezione dedicata solo ai bambini. E per rendere sicuri i loro progressi in pista, il "Kids Safety Park” lungo la pista Olang 2, è uno dei parchi didattici più innovativi in assoluto: in 14 tappe sono descritte le regole FIS per comportarsi in pista senza arrecare pericolo a se e agli altri. Per bimbi da sei a 14 anni.

Per i più ardimentosi ci sono poi le SNOW TUBING BY NIGHT: ogni mercoledì sera dalle 17.'' alle 20.00 si potrà sfrecciare sulla pista di snow tubing notturna. Un'avventura gratuita e disponibile senza prenotazione. E se il tempo non fosse clemente, c’è anche una superficie per giochi al coperto di 400 m².

Come arrivare in Valdaora? 

In auto da Bolzano sull'Autostrada del Brennero (A22) fino all'uscita Bressanone/Val Pusteria, proseguendo per la statale SS49-E66.

Da Venezia, Treviso (Autostrada 27 Alemagna) fino al suo termine - Statale 51 Alemagna in direzione Tai di Cadore. Da Cortina fino a Dobbiaco, da Dobbiaco fino a Brunico. Attenzione all'obbligo di gomme invernali o catene da neve dal 15 novembre al 15 aprile.

E' possibile anche arrivare con i mezzi pubblici. Per scoprire come arrivare in treno o come arrivare in treno senza il proprio bagaglio al seguito, che verrà consegnato direttamente in hotel, visita il sito www.kronplatz.com/it/pianificare-prenotare/come-arrivare/come-arrivare-treno

Info: www.kronplatz.com

Offerte e tariffe area Kid: www.kronplatz.com/it/valdaora/info-highlight/kids-area-panorama-inverno

 

2 - In Val di Fiemme (Dolomiti trentine) piste per baby sciatori e tanti animali

Orsi, cervi, volpi, marmotte. Persino il gallo cedrone. E tutto a portata di sci. Non è un miraggio: sono le splendide sculture in legno che animano la Via del Bosco, la pista che dal Cermis rientra a Cavalese, pensata soprattutto per i bambini. Sei chilometri facili facili immersi tra pini e abeti, dove fermarsi in continuazione ad ammirare gli animali. Ce n'è per sciare una mattina intera, divertendosi e imparando: accanto a ciascuna scultura infatti, ci sono delle schede da leggere che raccontano gli aspetti scientifici e i segreti dell'animale rappresentato, corredate anche da giochi e indovinelli a tema.

Poi, se si vuole, si può andare a vedere i cervi. Quelli veri. Al parco di Panaveggio, non lontano dal centro visitatori, c'è un grande recinto all'aperto che ne ospita sempre un certo numero, animali impossibilitati a vivere in natura, o in attesa di essere rimessi in libertà dopo essere stati curati dalle guardie del parco.

Non lontano, ci sono le piste di Alpe Lusia. Su pendenze sempre adatte per i giovani sciatori, recatevi verso la baita Ciamp de le strie. Il nome dice tutto (strie, in dialetto locale significa streghe): un intero piano del rifugio è dedicato al mondo delle streghe, con un castello circondato da un ruscello (in cui scorre veramente l'acqua), grotte e intere pareti decorate che faranno la felicità dei bambini. E all'esterno, oltre a varie zone attrezzate con giochi, c'è il recinto degli yak, pelosissimi e dolcissimi bovini tibetani portati qui dal patron del rifugio.

E se i progressi sulle piste saranno degni di un premio c'è solo l'imbarazzo della scelta: una pazza discesa sui “salvagenti” dello snowtubing di Passo Lavazè, un incantevole giro in slitta trainata da cavalli, sempre a Lavazè. O, ancora più irresistibile, un salto al Fior di Bosco”, a Predazzo. Un negozio di caramelle, dolci e marmellate che non ha niente da invidiare alla casetta di Hansel e Gretel.

Info: APT Val di Fiemme, tel. +39 0462 341219; www.visitfiemme.it. Con l'offerta 'Prima neve' dal 29 novembre al 22 dicembre, con un minimo di quattro notti  con trattamento di mezza pensione, una notte e un giorno di skipass sono gratuiti. Dal 5 gennaio, con l'offerta Famiglia, oltre l'hotel, buoni sconto per l'acquisto di skipass, scuola sci e noleggio.

www.dolomitisuperski.com, lo skipass valido su tutti i comprensori dolomitici, è gratis per i bambini fino a otto anni con genitore pagante. Per famiglie con bambini fino ai tre anni, il plurigiornaliero è trasferibile (+20% sul listino prezzi) per consentire ai genitori di alternarsi nella cura dei piccoli, mentre uno scia.

 

3 - A Pecol (Veneto) una scuola di sci rinomata per l'insegnamento ai bambini e... tanti gelati

Non lo si sente nominare spesso, eppure è il comprensorio sciistico più grande del Veneto. Pecol di Zoldo, nella valle omonima è luogo di neve e di gelati. Da qui infatti sono partiti i pasticcieri che hanno reso noto il gelato italiano nel mondo e il fatto è tangibile anche solo osservando l'elevatissimo numero di gelaterie artigianali in paese. Solo questo, potrebbe essere un buon motivo per andarci con i figli!

Quanto alla neve e alle sciate, non temete, a Pecol il giornaliero si sfrutta a dovere. Ai più grandicelli, ancor meglio se adolescenti, non sfuggirà infatti che, quando gli 80 chilometri di discese del comprensorio al tramonto chiudono i battenti, i riflettori si accendono su 5 km di piste, per sciare al chiaro di luna.

E per i più piccoli? Bè, vi basti sapere che studi recenti pare abbiano dimostrato che proprio i fratelli Grimm si siano ispirati proprio a questa vallata per scrivere Biancaneve. E che almeno un giorno alla settimana, ma a volta anche più spesso, la si può incontrare nella sua casetta in legno di fianco alle piste del Crep.

E se non ci fosse? Niente paura, la scuola di sci Funnysky, il cui nome è tutto un programma, oltre a organizzare corsi a tutti i livelli, è specializzata proprio nell'insegnamento ai bambini. Un esempio? Il corso Giovani Marmotte, accessibile a partire dai tre anni, che per la stagione alle porte costerà 180 (200 nel periodo natalizio) per 10 ore di lezioni, dal lunedì al venerdì.

Ci sono poi due aree dedicate proprio ai più piccini: l'Ice Village, situato alla partenza degli impianti nell'area di Palma e il Parco bambini a Pian del Crep, assistito da un servizio di baby sitting.

Come arrivare in Val di Zoldo

La valle è a un'ora da Cortina e a un'ora e mezza da Venezia. Per chi volesse arrivare non in auto, Zoldobus è un servizio taxi NCC low cost per qualsiasi destinazione. Il viaggio è prenotabile chiamando il seguente numero: +39 348 6700786 (tariffe concordate con l'Amministrazione Comunale). I servizi di collegamento più frequenti sono: 

  • aeroporti di Venezia e Treviso
  • stazioni ferroviarie di Longarone, Ponte nelle Alpi, Belluno

D’inverno, può consentire servizio di skibus alle piste e d’estate quello di navetta a malga Pramper, alle porte del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. www.zoldobus.it

Info: Consorzio Val di Zoldo turismo, tel. +39 0437 789145; www.val-zoldana.com

 

4 - A Livigno (Lombardia) asili sulla neve e scuola di snowboard per i bambini

Livigno oltre a essere un 'paradiso dello shopping' - è zona extradoganale e quindi i prezzi sono molto convenienti - è un posto ideale per una 'vacanza sulla neve' a misura di bambino. Con sei versanti innevati e dotati di impianti di risalita per servire 130 chilometri di piste, non manca certo la possibilità di trovare quella adatta alle capacità dei baby sciatori.

Con in più il vantaggio di approfittare dell'offerta “Baby Free”, grazie alla quale lo skipass è gratuito per i bambini fino a sette anni, accompagnati da un adulto pagante, per almeno tre giorni di sci.

Dai tre anni in su, i cuccioli possono essere lasciati al Kinder Club, gestito dalla Scuola di Sci Centrale, rivolto ai piccoli sciatori a partire dai tre anni di età con prezzi per chi rimane almeno sei giorni. In alternativa ci sono anche il Kindergarten M'eating Point, una baita sulle piste attrezzata per regalare una pausa pranzo tranquilla a mamme e papà grazie al kindergarten gratuito.

Per chi ha bambini troppo piccoli per le piste, la cooperativa sociale Impronta propone, fino ai 36 mesi, il centro Prima Infanzia Pollicino, un vero e proprio asilo, accessibile anche per periodi limitati ai non residenti. Ma se anche non vi servissero i servigi di un asilo, vale la pena contattarli, poiché sono prodighi di iniziative e animazione per i più piccoli.

Come arrivare a Livigno

Livigno si raggiunge in auto dalla Svizzera tramite la Forcola di Livigno (aperta di norma solo d'estate) o dall'Italia attraverso il Passo del Foscagno (mantenuto aperto tutto l'anno).

Info: Apt Livigno, tel. +39 0342 977800; www.livigno.eu

 

5 - A Pila (Val d'Aosta) percorsi avventura e baby park con nastro trasportatore

Belvedere su Aosta, a cui è collegata da una telecabina che in 18 minuti parta dal capoluogo regionale alle piste, Pila ha saputo negli anni crescere a misura di bambino.

Voglia di divertimento? C'è il Fun Park, progettato per i piccoli ma perfetto anche per i grandi. Un'occasione per stare insieme senza limiti di età. Il Fun Park Chacard è stato completamente ridisegnato: il tapis roulant per risalire è al centro del parco e separa le due piste. Una è dedicata a bob e slittini, l'altra allo snow tubing.

Per chi è più piccolo, o ancora incerto sugli sci, può invece approfittare di un'ulteriore area, laterale rispetto alle piste, attrezzata con gonfiabili. 

Per lasciare liberi papà e mamma di fare qualche discesa un po' più impegnativa, la Scuola di sci di Pila, in collaborazione con la cooperativa sociale Indaco, mette a disposizione il Kinderheim Miniclub, ricavato nello chalet di legno della scuola. E' rivolto ai bambini di età compresa tra i 3 mesi e i 10 anni.

Per informazioni chiamare:

Bibolo Winter Pila: +39 347 3909359

Bibolo nido: +39 340 5074997

Info: www.pila.it; www.pilaturismo.it

Info e consigli sulla stagione sciistica 2018/2019 nello Speciale neve