Nostrofiglio

IN MOTO

Bambini in moto: requisiti e regole per viaggiare in sicurezza

Di Alice Dutto
bambiniinmoto

05 Luglio 2017
Abbiamo chiesto a un istruttore di Guida Sicura le regole e le accortezze da avere quando si vuole far viaggiare un bambino in moto. Ecco tutto quello che c'è da sapere

Facebook Twitter Google Plus More

Un modo comodo per muoversi in città è la moto o lo scooter. Ma come fare quando si hanno dei bambini e si vogliono trasportare su un mezzo a due ruote? Lo abbiamo chiesto a Stefano Frigerio, istruttore del Centro Guida Sicura ACI-SARA di Lainate.
 

BAMBINI IN MOTO A CHE ETÀ

«L'articolo 170 comma 1 bis del Codice della Strada prevede il divieto di trasporto sui motocicli e ciclomotori a due ruote di minori di 5 anni d'età – specifica Frigerio –. Chi non rispetta questa regola è soggetto a una multa che può andare dai 161 ai 646 euro».

BAMBINI IN MOTO: I REQUISITI E GLI ACCORGIMENTI

«Il trasporto del passeggero è consentito solo se sono rispettati questi requisiti:
 

  • sulla carta di circolazione del veicolo al punto S1 è indicato in due il numero delle persone trasportabili (compreso il conducente);

  • il conducente deve avere compiuto il sedicesimo anno di età;

  • l'eventuale passeggero deve essere seduto in modo stabile ed equilibrato, nella posizione determinata dalle apposite attrezzature del veicolo;

  • conducente e passeggero devono indossare il casco, che deve essere della giusta taglia (in commercio ne esistono di appositi – quali taglia 48 o XXXS). Mai far indossare a un bambino un casco destinato a un adulto: si può sfilare facilmente e non aderisce correttamente a tutta la calotta cranica concentrando in caso d'urto tutte le sollecitazioni solo su una porzione della testa con maggiori sollecitazioni e possibilità di lesioni più gravi;

  • utile è anche l'abbigliamento tecnico: dalle calzature ai guanti, dalle giacche ai pantaloni che hanno rinforzi a protezione della schiena e delle articolazioni».

SEGGIOLINO PER BAMBINI IN MOTO
In passato, si era pensato di introdurre l'obbligo del seggiolino per motoveicoli simile a quello che si utilizza nel trasporto dei bimbi in bici, con protezione e cintura di sicurezza. «Ma ad oggi, seppure presenti in commercio, questi dispositivi non sono ancora obbligatori».

SICUREZZA BIMBI IN MOTO
Per quanto concerne le regole di sicurezza, «sicuramente consiglierei a tutti i motociclisti di seguire un corso di guida sicura specifico per l'uso della moto, da intendere come un momento di aggiornamento, sia sulle tecniche di guida sia sulle novità per quanto riguarda i dispositivi di sicurezza».

 


È importante poi, rispettare tutte le regole del Codice della Strada e del buon senso (come prevede l'articolo 140 del CdS «Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione ed in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale»).

«In più, è bene: 

 

  • evitare viaggi troppo lunghi, perché i piccoli potrebbero stancarsi troppo;
  • se possibile, non fare percorsi impegnativi o particolarmente pericolosi, come autostrade o tangenziali delle grandi città;
  • ove possibile, viaggiare in orari poco trafficati;
  • abituare i bambini per gradi all'uso di questo mezzo, sensibilizzandoli anche ai possibili pericoli che comporta».
RAGAZZI IN MOTO
Quando crescono, i ragazzi poi possono usare i ciclomotori a partire dai 14 anni di età. «Gli adolescenti possono conseguire la patente di categoria AM, che consente di guidare ciclomotori a due, tre e anche quattro ruote (tecnicamente quadricicli leggeri o minicar), previo superamento di un esame teorico a quiz e una prova pratica di guida che prevede la conoscenza del veicolo e una prova di abilità da effettuarsi in piazzali attrezzati secondo le specifiche del Ministero dei Trasporti. Superati questi due test, si accede alla prova finale di guida su strada seguiti via radio da un istruttore e un esaminatore abilitati».