Nostrofiglio

Con i primi freddi

Dicembre in Valtellina con i bambini: tra mercatini natalizi e presepi

paesaggi-madesimonotturna_skiareailluminata126245

13 Novembre 2017
In Valtellina a dicembre, tra mercatini natalizi, presepi e rappresentazioni storiche. Che cosa fare e cosa vedere insieme a tutta la famiglia

Facebook Twitter Google Plus More

Valtellina non è solo pizzoccheri, sciatt, sciate e ciaspolate in mezzo alla neve. In inverno la valle si riempie di luci in attesa del Natale e del nuovo anno.

Che cosa fare a dicembre e nei primi giorni di gennaio in Valtellina insieme a tutta la famiglia?

Tante le proposte: gironzolare per mercatini natalizi, andare alla ricerca di presepi imperdibili o rivivere la natività grazie ai presepi viventi della zona.

 

Tra mercatini natalizi

Sono diversi i mercatini in programma quest'anno per la Valtellina.

Si parte da quello di Livigno, dal 24 novembre al 23 dicembre, alla scoperta del Villaggio del Natale. Verrà allestito nella piazza della Chiesa Santa Maria, con tante casette in legno, caldarroste, vin brulè e profumi avvolgenti.

Per info sul Villaggio di Natale a Livigno approfondisci qui.

 

Scendendo verso valle si incontrano altri tre mercatini: Bormio, Tirano e Aprica.

 

Proseguendo, si può visitare lungo la Media Valtellina il mercatino di Sondrio e quello di Albosaggia.  Le luci dei mercatini natalizi illuminano infatti tutto il paese, accogliendo calorosamente i visitatori. Sono previsti più di 100 espositori e i bambini potranno incontrare anche Babbo Natale, a bordo della sua slitta, a cui lasciare la propria letterina.

 

In Valmalenco i mercatini sono un appuntamento da non perdere per assaporare i prodotti tipici del luogo.

In Valchiavenna invece, la festa inizia prima. Già da domenica 19 novembre i Crotti di Prata ospiteranno espositori con manufatti artigianali e articoli regalo. Babbo Natale sarà presente per tutti i bimbi presenti.

Le casette di Natale a Madesimo saranno pronte con sfiziose idee regalo dal 2 al 10 dicembre.

 

Presepi artigianali o viventi?

Da non perdere a Villa di Valchiavenna da metà dicembre in poi il presepe realizzato in modo artigianale da un gruppo di signori del posto. Il tema varia a seconda dell'anno. La sua peculiarità sta nell'inserire scene quotidiane nella classica natività. 

Il presepe di Villa di Valchiavenna, realizzato in modo artigianale con tema che varia ogni anno

Unici anche i "presepi delle contrade" di Talamona: i protagonisti sono delle opere d'arte che raffigurano la natività. Come anche "Morbegno presepi": tredici rappresentazioni che attraversano la città del Bitto.

 

Presepi viventi? Perché no. Sono diffusi in diverse località valtellinesi. Come a contrada di Vetto, nel comune di Lanzada in Valmalenco. Un presepe alla sua 26esima edizione.

Le rappresentazioni sono previste il 26 dicembre ore 20.45; il 30 dicembre e il 2 gennaio ore 18.00; il 4 gennaio ore 20.45 e il 6 gennaio ore 18.00.

 

Merita una visita anche quello in programma nel centro storico di Novate Mezzola. Le altre località peculiari sono: Gerola Alta, Valdidentro, Samolaco e Verceia. 

Il presepe vivente a Samolaco, loc. Cueta, Valchiavenna

Per altre info, valtellina.it