Parchi divertimento

Disneyland, 20 cose da sapere per il 25° anno di magia

Di Miralda Colombo
disneylandparigibambini30.600
15 maggio 2017 | Aggiornato il 22 maggio 2017
Come organizzare il viaggio, come risparmiare, dove pernottare e che cosa vedere: per vivere un po' della magia Disney con i bambini non potete lasciarvi sfuggire una gita con tutta la famiglia a Disneyland Parigi. Che quest'anno compie 25 anni...

C’era una volta Walt, il creatore di Topolino, Biancaneve e l’isola che non c’è in cartoni animati. Come tanti papà era seduto su una panchina in un parco, davanti a lui le figlie giravano su una giostra carosello: in quel momento, si racconta, ebbe un’idea rivoluzionaria. Creare un parco divertimenti, dove i più piccoli potessero entrare in un luogo tanto magico da trasformare persino gli adulti in bambini, almeno per poche.

 

Fu così che nacque il primo parco Disneyland, nel 1955, seguito poi da altri parchi, tra cui quello parigino che compie 25 anni proprio nel 2017.

 

 

 


 

 

1) Organizzare il viaggio

 

Siamo partiti in cinque, due adulti e tre bambini (3, 5 e 9 anni). Organizzatevi mesi prima e approfittate delle offerte comprensive di pernottamento e ingresso ai parchi, spesso più convenienti rispetto all’acquisto di biglietti di ingresso e pernottamento in strutture non Disney, con in aggiunta due ore in più di “magia in esclusiva” (dalle 8 alle 10 del mattino); sovente ci sono formule per cui i bambini possono vivere la “magia” gratuitamente. Noi abbiamo dormito al David Crockett Ranch, in un bungalow immerso nel bosco: una buona soluzione per chi come noi supera le classiche famiglie di 3-4 persone, con la necessità però di un’auto per spostarsi.

 

 

2) Come arrivare

 

Optate per un volo sui due aeroporti parigini di Charles De Gaulle od Orly, i più vicini sia a Disneyland sia a Parigi, se volete come noi abbinare due notti nella capitale francese. Dagli aeroporti Charles de Gaulle e Orly partono navette dirette al Parco, dal centro di Parigi c’è un comodo collegamento ferroviario che vi lascia direttamente ai cancelli d’entrata. Oppure noleggiate un’auto a Parigi e spostavi con quella al Parco, soprattutto se non dormite in uno degli alberghi raggiungibili a piedi da Disneyland.

 

 

3) Quanto tempo a Disneyland

 


Abbiamo dormito due notti al David Crockett Ranch con la possibilità di visitare Disneyland per tre giorni, un tempo ideale per scoprire le molteplici attrazioni, gironzolare per la diverse zone senza troppa fretta. Dopo aver vissuto la nostra prima volta al parco, credo che tre giorni o poco meno siano il tempo ideale per godere di quello che i due parchi hanno da offrire, soprattutto se come me volete anche voi sperimentare la “magia” insieme ai vostri bambini.

 


 

 

4) Pianificare la “magia”

 

munitevi di mappa

 

 

5) Vivere la “magia”

 


La prima volta che alzerete il naso all’insù verso il castello della Bella Addormentata vi sentirete catapultati in un mondo fiabesco, con Topolino, Elsa e Cenerentola a farvi compagnia a dimensione umana. Tutto è costruito per offrire il sogno: il bello è che i vostri figli spalancheranno gli occhi per la gioia e correranno nelle loro fiabe e cartoni preferiti proprio come se fossero reali. Il brutto? Il sogno americano si porta dietro un marketing notevole, con negozi, e ancora negozi, gadget e ancora gadget, e costi non proprio economici per mangiare un semplice hamburger, ricoperto da patatine (in compenso in giro per il parco non mancano le fontanelle per l’acqua:-)). Sappiatelo e organizzatevi!

 

 

6) A ognuno il suo regno

 


Oltre a Disneyland vero e proprio (nel quale spenderete più tempo) vi consiglio un giro al Walt Disney Studios per conoscere l’universo degli studios di Hollywood. Troverete per lo più attrazioni a dimensione famiglia (anche per chi viaggia con bambini di pochi anni): più incanto e magia, meno adrenalina. Le zone in breve: Adventureland, dove fanno da protagonisti i Pirati dei Caraibi; Frontierland, per partire alla conquista del West; Fantasyland, dove abbandonarsi all’incanto delle favole Disney e Discoveryland, per proiettarsi verso il futuro, magari a bordo di una navicella spaziale. Vi muoverete da una zona all’altra passando dalla Main Street, che riproduce una cittadina americana di cento e più anni fa.

 

 

7) Che forza lo spettacolo!

 

Le attrazioni sono decine e decine (e di seguito troverete un elenco di quali assolutamente valgono la visita), ma tenete conto di spendere del tempo anche per gli spettacoli: proprio in questi mesi, in occasione del 25° compleanno del Disneyland parigino, ce ne sono davvero tanti, da Topolino e il Mago (per tutti gli appassionati di Mickey e il mondo Disney cartoon) al Valzer delle Principesse ai combattimenti degli intrepidi guerrieri contro la Forza Oscura.

 

 

8) Disney Stars on Parade: la parata del 25°

 

Che voi siate in coda per la Casa di Biancaneve o in cima alla capanna sull’albero di Robinson, quando la parata delle 17.30 viene annunciata dovete correre. Da sprovveduti noi ci siamo arrivati una decina di minuti prima e abbiamo scoperto che i veri professionisti si danno almeno una mezz’ora abbondante di anticipo per conquistare un posto in prima file. Lo spettacolo? Impossibile resistere, quando vedete sfilarvi sotto il naso Mary Poppins, i passi leggeri di Cenerentola e Aurora, gli eroi di Toy Story, Capitan Uncino e i pirati dei Caraibi, le eroine di Frozen… e un enorme Drago meccanico sputa fuoco combattuto da un nobile principe.

 

 

9) Disney Illuminations: quando il castello si accende

 


Ogni giornata al parco Disneyland si conclude con lo spettacolo di luci serali che, sempre per il 25°, è stato completamente rinnovato: il castello della Bella Addormentata fa da palcoscenico a incredibili effetti speciali di luci e giochi d’acqua, fuochi artificiali e musica, mentre Topolino conduce gli spettatori in un viaggio attraverso le storie più celebri. Il castello a tratti si ghiaccia interamente per via della magia di Elsa, diventa l’oceano di Dory e i suoi amici, si anima con le gesta dei pirati dei Caraibi o si tinge della Forza Oscura di Star Wars. Segnate: assolutamente da non perdere!

 

 

10) Il Castello della Bella Addormentata

 

Domina l’intero parco, fa da sfondo alle parate e agli spettacoli, è la porta d’entrata al mondo magico Disney. Una fermata è d’obbligo, così come una salita attraverso l’ampio scalone: le vetrate colorate raccontano la storia di Aurora e del suo principe Filippo, non abbiate paura e cercate l’orribile drago rinchiuso nelle segrete. Da non mancare il balcone esterno per avere una panoramica dall’alto del parco.

 

 

11) It’s a small world

 


Dedicato ai più piccoli, salite sulla piccola imbarcazione e percorrete il corso d’acqua interno:
si ha modo di scoprire uno dopo l’altro i paesi del mondo con gli aspetti e i personaggi che più li caratterizzano. Creata come tributo all’Unicef e all’infanzia, ancora oggi porta con sé un messaggio positivo per tutti i bambini del mondo. Perché farla? Pochi effetti speciali ma tanta magia, forse per via di quel motivetto “It’s a small world” che vi accompagna per tutto il tragitto.

 


 

 

13) Spara come Buzz

 

Ovvero, sei a Discoveryland e ti aspetta Buzz Lightyear Laser Blast per combattere una battaglia intergalattica: sali a bordo del tuo veicolo spaziale e cerca di colpire più bersagli possibili. Si viaggia in coppia, ma anche in tre se i vostri bimbi sono piccoli: il divertimento anche in questo caso è a portata di tutta la famiglia, perché non ci sono limiti di altezza.

 

 

14) Star Tours

 


Hai sempre sognato di entrare in una navicella spaziale e sperimentare una simulazione di guerre stellari? Allora questa è l’attrazione che fa per te. Io ci sono salita con le bimbe, mentre i due maschi di casa scoprivano il sommergibile Nautilus (Star Tours è off limits sotto il metro di altezza). Da fare? Assolutamente, perché all’interno della navicella spaziale, con gli occhiali 3D, l’impressione di viaggiare nella galassia sarà fantastica.

 

 

15) Mi piace l’Avventura

 


Bene, entra nel Regno dei Pirati dei Caraibi: nella zona centrale, attraccato, c’è il veliero di Jack Sparrow e intorno puoi addentrati nelle grotte dove si nascondono i feroci pirati. E se hai sempre sognato di vivere in una casa sull’albero vai alla capanna di Robinson. Bisogna invece attendere l’estate per poter partire in crociera sull’isola del tesoro insieme ai filibustieri che accompagnano Sparrow.

 

 

16) Phantom Manor

 

Siamo entrati verso sera, per trovare rifugio alla pioggia che aveva cominciato a cadere. Già da lontano la casa sulla collina, in stile vittoriano, ha un aspetto sinistro (soprattutto se la giornata sta per finire ed è avvolta dalla nebbiolina creata dalla pioggia!). All’interno viene raccontata la leggenda della sposa che si aggira nella vecchia casa da quando ha perduto il suo promesso il giorno delle nozze. Ogni notte i fantasmi si ritrovano per festeggiare un matrimonio mai avvenuto: salite a bordo delle vetture che vi conducono in giro per il maniero e… brr!

 

 

17) Thunder Mesa

 

Vi piacciono le montagne russe? Allora dovete provare le discese e le ripide curve su uno dei carrelli del treno da miniera, sempre in formato famiglia. Si passa attraverso gallerie, ci si arrampica sulla montagna e si scende trattenendo il fiato. Unico limite per la salita l’altezza, di almeno 1,02 metri. Lì vicino per i più piccoli sosta allo spazio gioco Pocahontas Indian Village oppure tour del west a bordo del battello a ruote Thunder Mesa.

 

 

18) Nei panni di Ratatouille

 

E se una magia vi trasformasse in un topolino, proprio come il protagonista aspirante chef dell’omonimo cartone? Così rimpiccioliti, al Walt Disney Studios, vi sentireste spaventati se foste catapultati in una cucina parigina con pentole, tavoli, piatti e cuochi giganteschi. Si sale su un veicolo dalle forme di un topo, si indossano degli occhiali per il 3D e si parte: tenetevi forte ed evitate gli ostacoli! E’ una delle attrazioni che ci è piaciuta di più, divertente e ricca di fantastici effetti. E anche questa per tutta la famiglia.

 

 

19) The Tower of Terror

 

Noi l’abbiamo scrutata solo da fuori (sempre al Walt Disney Studios), preferendo dedicarci ad attrazioni dove stare insieme. Già dall’esterno è di grande effetto: l’albergo del terrore è difatti l’edificio più alto del parco, che ricrea la storia realmente accaduta in un hotel di Hollywood dove l’ascensore fu colpito da un fulmine mentre saliva al tredicesimo piano. Ovviamente anche qui superata la hall dell’albergo ci sono strane apparizioni fino all’ascensore fuori servizio dove finirete in caduta libera.

 

 

20) Topolino da vicino, vicino

 


Ci sono le attrazioni, ci sono gli spettacoli, la parata, ma a Disneyland ti può anche capitare di girare l’angolo e imbatterti in Minnie, stringere la mano a Jessie e lo sceriffo Woody, ammirare da vicino una delle principesse Disney o tenerti lontano dai guerrieri della Forza Oscura che stanno combattendo per strada. Perché la magia Disney è proprio in quella sensazione di toccare da vicino il mondo incantato di fiabe, cartoni e film e di farne parte almeno per un giorno.