In viaggio

Vacanze: giochi da fare in auto per bambini da 0 a 10 anni

bambinoautomobile
17 Giugno 2013 | Aggiornato il 18 Luglio 2018
"Mamma, quanto manca?". E' il tormentone che ogni genitore conosce e che accompagna i viaggi in auto con i bimbi. Ecco qualche idea divertente per giocare insieme al bambino in automobile. Diviso per fasce d'età, da 1 a 10 anni.
Facebook Twitter Google Plus More

Sembra una sorta di mantra infantile della macchina che ogni genitore ben conosce... Dopo pochi chilometri, o circa 30 minuti se va bene, una voce stridula si leva nell'abitacolo: 'Ma quando siamo arrivati?', 'Quanto manca?', 'Uffa, io ho sete/fame/mi scappa la pipì!'.

È inutile incrociare le dita, i più piccoli si annoiano facilmente (e protestano senza remore) e anche i ragazzini 'grandicelli' cedono, spesso, al malumore e diventano 'noiosi'.

Per il bene di tutti (soprattutto di chi guida!), è meglio escogitare qualche gioco per intrattenere le pesti. E poi, non è una buona soluzione che i bambini in età scolare passino, per esempio, tutta la durata del viaggio con il naso incollato a un videogioco o a un film... Meglio variare le attività con un pizzico di volontà e fantasia. Ecco qualche idea divertente per ogni età.

 

 

Giochi da fare in auto per bimbi di 1-2 anni

 

In genere, i più piccoli, in auto, tendono a dormicchiare per gran parte del viaggio e accolgono felici le soste dove si guardano in giro, e osservano tutte le novità che li circondano. Ma se il vostro pargolo (ahimè) non rientra in questa categoria, escogitate un variegato piano di emergenza per distarlo. Ecco 5 dritte per baby viaggiatori.

 

  • Preparate una (lunga) compilation con tutte le canzoncine preferite, le ninne nanne per farlo rilassare. La musica è sempre una buona risorsa nei primi anni di vita!
  • Un semplice sacchettino colorato, ben chiuso con dentro qualcosa, in grado di produrre un rumore divertente (simile a quelli delle patatine) può tornare molto utile. È perfetto per catturare l'interesse dei più piccoli (intorno all'anno).

  • Costruite una sorta di semplicissima giostrina da 'auto': prendere delle foto di famiglia – mamma, papà, nonni, fratelli, fatele plastificare prima della partenza e appendetele vicino al bimbo con dei nastri larghi (ovviamente, attenzione al sistema più sicuro, in base all'età, perché il bimbo non si faccia male).

  • Ricordate di portare copertina, cuscinetto, e pupazzi prediletti o altri piccoli giochi a cui il bimbo è affezionato. Per i più piccoli, munitevi, dei classici giochini che si possono mettere in bocca... Aiutano sempre!

  • Cercate di stare vicino al bimbo sul sedile posteriore (almeno una parte del viaggio se non lo fate sempre) e giocate con lui. Anche in uno spazio ristretto come l'auto, basta un po' di fantasia per distrarre i più piccoli. Portatevi dietro, per esempio, degli oggetti abbastanza piccoli, tipo automobiline, palline, pupazzetti, e nascondeteli nelle mani, poi invitate il pargolo a indovinare in quale mano è nascosto. Se non parla ancora molto, ripetete il gioco fino a quando avrà capito e reagirà ridendo.

 

Giochi da fare in auto per bimbi di 3-5 anni

 

Canta una nota e passa...

Un'idea semplice e allegra per coinvolgere anche i più piccoli (e distrarli!) è una sfida canora un po' speciale. Scegliete insieme una canzone conosciuta da tutti: ogni giocatore, a turno, deve intonare una sola parola. Nel caso dell'amata ninna nanna 'Stella stellina', il primo canta, per esempio, 'Stella', il secondo 'stellina', il terzo 'la notte' e via così fino all'ultima nota.

 

Con il repertorio delle hit più gettonate, il divertimento è garantito. Se, poi, gli adulti sbagliano per 'puro caso' (o storpiano) qualche parola - offrendo al pargolo l'occasione per un tempestivo intervento - ancora meglio!

Indovina, indovinello

In genere, anche ai bimbi più piccoli (3 anni) gli indovinelli piacciono un mondo a patto che non siano troppo difficili e fuori dalla loro portata. Per inventarne una quindicina-ventina, pensate, quindi, a una categoria molto amata, tipo animali, e a oggetti e temi che fanno parte dell'esperienza dei vostri pargoli.

Scriveteli su tanti foglietti (meglio se colorati!) e infilate tutto in un sacchettino, pronti per l'auto. Durante il viaggio, a turno, fate 'pescare' ai giocatori e leggete a voce alta l'indovinello. Alla fine, vince chi ne 'azzecca' di più.

Per rendere la sfida più emozionante (con i più grandicelli), stabilite un tempo massimo, cronometrandolo, per rispondere all'indovinello... Chi non ce la fa, passa subito il turno.

Un'altra variante è quella di preparare 'quiz a tema' su un unico argomento, per esempio, i dinosauri: i bimbi appassionati, pur se in età prescolare, spesso, sono preparatissimi! Non sottovalutateli...

Il re dello scioglilingua

I classici scioglilingua sono ottimi alleati per una divertente sfida a tempo in auto. In base alle competenze linguistiche del bambino (in questa fascia di età, ognuno ha i suoi ritmi), scegliete quello più adatto. Poi, fissate un tempo, per esempio 2-3 minuti, e invitate, a turno, ogni giocatore a dirlo, di seguito, 'a raffica', senza sbagliare.

Alla fine, vince chi è riuscito a ripetere correttamente lo scioglilingua il maggior numero di volte.

Sopra la panca la capra campa

Sotto la panca la capra crepa.

 

Apelle figlio di Apollo fece una palla di pelle di pollo

e tutti i pesci vennero a galla

per vedere la palla di pelle di pollo fatta da Apelle figlio di Apollo.

 

Trentatré trentini entrarono trotterellando a Trento

E erano tutti trentatré da Trento.

 

 

Giochi da fare in auto per bimbi di 6-8 anni

 

Arriva un bastimento carico di...

Questo 'vecchio' gioco si presta a infinite varianti ed è perfetto per una simpatica gara in auto che, tra l'altro, offre anche l'occasione di imparare nuovi vocaboli.

 

Per i più piccoli, va bene la versione più semplice, per esempio: 'Arriva un bastimento carico di... M!'. Ogni giocatore, a turno, deve inventare una parola e, se non ci riesce, passa il turno.

Un'alternativa più emozionante (e difficile) è quella con una sillaba ('Arriva un bastimento carico di... PE) che richiede una sforzo maggiore ai partecipanti.

E ancora: proponete una categoria - che deve essere abbastanza ampia - al posto di lettere e sillabe, tipo animali, città, dolci, personaggi dei cartoni animati, frutta e verdura... Chi più ne ha, più ne metta!

Indovina l'oggetto misterioso

Un'idea semplice ma divertente per ingannare insieme il tempo è una sorta di 'caccia all'oggetto misterioso' con pochissimi indizi.

Un passeggero pensa, appunto, a qualcosa che si trova in macchina (oppure a un oggetto qualsiasi per una versione più difficile) e tutti gli altri devono porre domande per indovinarlo. Ma il giocatore può rispondere solo con un 'sì' o 'no' senza aggiungere altre informazioni.

Vince chi capisce per primo di cosa si tratta e conquista il diritto di pensare all'oggetto successivo. Ovviamente, anche questo gioco si presta a mille versioni. Per renderlo più difficile, per esempio, al semplice oggetto si può sostituire una categoria: animali, città, Stati, film, personaggi storici (per i più grandi!) e... via libera alla fantasia!

A come Anaconda

Ecco un classico gioco di parole che impegna memoria e 'fantasia linguistica', perfetto per un viaggio in auto... Lo conoscete? Occorre scegliere una categoria piuttosto ampia (animali, città, dolci, cartoni animati, frutta e verdura, personaggi storici...) e poi, il primo giocatore inizia a dire una parola partendo dalla lettera A dell'alfabeto.

Se si tratta di animali, per esempio, potrebbe essere 'anaconda'. Il secondo partecipante deve ripetere la parola precedente, anaconda, quindi, e aggiungere la sua, metti caso, 'bradipo'. Al terzo, tocca ripetere, 'anaconda', 'bradipo' e... 'canguro'. E così via per ogni lettera dell'alfabeto. Il meccanismo è lo stesso anche se si gioca solo in 2 o in 3. Ovviamente, più si procede con la 'lista', più diventa difficile ricordare tutte le parole. Quando un giocatore sbaglia, deve ricominciare da capo.

 

Giochi da fare in auto per bimbi di 8-10 anni

 

 

Il gioco delle targhe

Con un po' di fantasia, il tempo passa più veloce. Basta guardarsi in giro, perfino in mezzo al traffico. A questo scopo, il 'vecchio' gioco delle targhe può tornare utile per intrattenere un bambino annoiato.

 

Una volta individuata una targa, ogni passeggero deve inventare (velocemente!) una parola che contenga le prime due lettere e un'altra con le ultime. Se, per esempio, la targa prescelta esibisce CR all'inizio e LL alla fine (in mezzo ci sono i numeri, ovviamente!), una prima parola potrebbe essere 'crema' e l'altra 'camomilla'. Per rendere la sfida più difficile, è possibile ripetere più volte il giro con le stesse lettere cronometrando i tempi di risposta dei giocatori.

Un'altra alternativa è quella di formare una parola per ogni lettera: in questo caso, per esempio, cane, rana, lenza, luna.

Una variante ancora più impegnativa, adatta ai più grandi, prevede la composizione di intere frasi, possibilmente con un senso compiuto!

Dilla al contrario

Ai ragazzini il senso di sfida e competizione piace sempre anche quando l'occasione per dimostrare la loro bravura arriva da un gioco linguistico... Un giocatore dice una parola al contrario - per esempio 'novadi', (divano) - e tutti gli altri devono dire la parola corretta in tempo record. A ogni turno vince il più veloce che passa a proporre la parola seguente.

Nella versione più difficile - perfetta per far passare il tempo ai più grandi - la soluzione va trovata a mente. Ma se così rischia di innervosire i passeggeri o se è troppo difficile per quelli più giovani, autorizzate l'uso di carta e penna.

Personaggio, animale, luogo

Ecco un gioco che potrebbe sembrare facile ma non lo è affatto e metterà alla prova anche i ragazzini più grandi (e stufi di stare in auto!).

Scegliete una lettera dell'alfabeto a 'sorpresa': qualcuno lo recita a mente e si ferma quando un altro passeggero dice 'stop!'. A questo punto, se la lettera prescelta è la P, tutti i giocatori, a turno, devono dire (velocemente!), il nome di un personaggio che inizia con la P (tipo, Paperino), un animale (pavone) e un luogo (Parigi).

Per rendere la sfida più eccitante, è possibile lasciare solo una manciata di secondi a ogni giocatore per trovare le sue 3 parole, chi ne manca una o non riesce a trovarne di adeguate, segna punto negativo. Naturalmente, non vale copiare le parole già dette... Alla fine, vince GIOCHI F la gara chi accumula meno punti negativi o nessuno del tutto.

Ti potrebbe anche interessare: