Home Bimbi in viaggio In Emilia Romagna con i bambini

Borghi in Emilia Romagna con i bambini: i più belli da visitare

di Sara De Giorgi - 31.08.2021 - Scrivici

brisighella
Fonte: Shutterstock
L'Emilia Romagna è una splendida regione, ricca di storia, di natura e di cultura. Ecco i borghi più belli da visitare in Emilia Romagna con i bambini.

L'Emilia Romagna è una regione bellissima, che offre un paesaggio naturalistico ricco e contraddistinto da antichi borghi. Tra storia, cultura, natura e relax, l'Emilia Romagna regala vere e proprie "perle" ai turisti ed è perfetta per gite da fare in famiglia con bambini al seguito.

Tra colline, mare, montagne, è possibile respirare in alcuni borghi la vita d'un tempo, con lo sfondo di paesaggi unici.

Vediamo quali sono i borghi da visitare in Emilia Romagna con i bambini.

In questo articolo

Brisighella

Brisighella è uno splendido borgo in provincia di Ravenna. Immerso in un paesaggio naturale rigoglioso e fresco, il borgo di Brisighella è caratterizzato da "tre colli" ridotti, sui quali ci sono la Torre dell'Orologio, la rocca manfrediana e il santuario del Monticino. 

Si trova ai piedi dell'Appennino tosco-romagnolo. Qui è possibile fare passeggiate a piedi, a cavallo, in mountain bike. Nei pressi dell'abitato di Brisighella si trova uno stabilimento termale che utilizza acque sulfuree e salsobromoiodiche.

Brisighella è nota per la buona cucina, contraddistinta dall'ottimo uso dei prodotti del territorio, tra cui l'olio.

Castell'Arquato

Castell'Arquato è uno splendido borgo medievale in provincia di Piacenza, caratterizzato da strade rurali tra le colline e da profili di torri, campanili e merli. 

Le case del borgo color mattone sono disposte sui vicoli che portano alla cima del colle, dove c'è l'ampia piazza monumentale. 

La rocca Viscontea, eretta da Luchino Visconti tra 1342 e 1349, è una delle più importanti fabbriche militari del Nord Italia. In piazza vi è anche il gruppo absidale della collegiata, una delle chiese più antiche del territorio, che esisteva già nel 756 con funzione di pieve battesimale. Il palazzo del Podestà, sul lato nord della piazza monumentale, è stato costruito nel 1292.

Nei dintorni c'è la Val D'Arda, vallata orientale della provincia di Piacenza che giunge a toccare i confini dell'Appennino parmense. Nella parte alta è coperta di boschi, mentre in quella più bassa si trovano i pregiati vigneti.

Dozza

Dozza è un borgo in provincia di Bologna, che ha una forte tradizione enologica. Ha una grande rocca e un insediamento residenziale antico, che segue il tracciato delle antiche mura.

I marchesi Malvezzi-Campeggi, signori del feudo dal '500 fino al 1798, furono proprietari del castello che abitarono fino all'estinzione dell'ultimo erede diretto nel 1960. 

Celebre è il "Muro Dipinto", originale manifestazione di pittura sui muri che ha fatto diventare il borgo medievale in una galleria d'arte a cielo aperto. Nei dintorni di Dozza è possibile praticare tennis, equitazione, passeggiate a piedi e in mountain bike.

Gualtieri

Gualtieri, in provincia di Reggio Emilia, è un borgo che si trova a ridosso della riva destra del Po e della sponda sinistra del torrente Crostolo. In quest'area vi sono cascine, poderi, pioppeti, ponti, canali, strade, ecc. che disegnano un paesaggio nel quale protagonista è l'acqua.

Se si percorre il viale Po, dall'argine maestro al fiume, si coglie il fascino di un ambiente costruito mediante la bonifica dei terreni che ristagnavano d'acqua. Intorno a questa strada c'è la golena, ossia la zona di esondazione nella quale si smorzano le acque di piena. 

Bellissima è la luminosa piazza Bentivoglio (1594-1600), definita "una delle più belle piazze d'Italia" dallo storico dell'arte Cesare Brandi. A Gualtieri il famoso pittore Ligabue visse isolato, tra i boschi e le golene del Po.

Disclaimer: alcuni luoghi e attrazioni citati nell'articolo potrebbero essere chiusi o aver subito variazione d'orario per l'emergenza Covid-19. Consultare sempre i siti di riferimento per verificare prima di mettersi in viaggio con i bambini. Il nostro intento è quello di svelare luoghi nascosti dell'Italia, borghi e località sconosciute per viaggiare in prossimità quando si potrà farlo con maggiore leggerezza. Per questo continueremo a dare dei consigli in merito alle famiglie che non vedono l'ora di ricominciare!

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli