Home Bimbi in viaggio In Emilia Romagna con i bambini

Saludecio: alla scoperta del borgo dei murales

di Elena Berti - 27.04.2022 - Scrivici

saludecio
Fonte: Shutterstock
Saludecio, con i suoi famosi murales, si trova a circa trenta chilometri da Rimini, sulle colline della Valconca, a pochi chilometri dal confine marchigiano.

Se vi capita di passare dall'Emilia Romagna o state organizzando una vacanza da quelle parti, non potete perdervi il borgo di Saludecio, situato poco lontano da Rimini e dal confine marchigiano, in zona collinare. Si tratta di un delizioso borgo medievale con poche migliaia di abitanti, in cui scoprire una storia antica che si scorge già dal profilo di campanili, torri e mura. Scopriamolo insieme! 

In questo articolo

Saludecio: cosa vedere

Saludecio non è soltanto un borgo medievale, ma è anche tra quelli perfettamente conservati: le chiese sono il punto di partenza per iniziare a fare conoscenza con la realtà locale e la sua storia, e ai bambini (forse non a tutti!) non dispiacerà andare a vedere il santuario del Beato Amato Ronconi, nella chiesa di San Biagio, le cui spoglie sono conservate intatte in un'urna di vetro.

Il borgo è così caratteristico, coi suoi palazzi nobiliari, il museo d'arte sacra, i viali alberati, che è stato addirittura raccontato da Boccaccio nel Decamerone! Ma la vera caratteristica di questo luogo, oltre alla sua storia e alla sua architettura antica, sono i murales.  

Ben quaranta opere sono disseminate per le vie di Saludecio, trasformando il paesino in un museo di arte moderna a cielo aperto. Ma non si tratta di disegni qualsiasi: sono tutti ispirati alle invenzioni dell'Ottocento, perché le prime furono realizzate proprio in un occasione dell'800 Festival che si tenne nel 1991. Da allora, ogni anno, nuove opere d'arte vanno a impreziosire le pareti esterne dei palazzi e delle case di Saludecio.

Tra le scoperte rappresentate trovate di tutto: divertitevi coi vostri bambini a scovare quello dedicato alla pizza, o al rasoio, o ancora alla carta igienica!

Cos'è 800 Festival

A proposito di 800 Festival, quindi, il borgo di Saludecio ogni anno rievoca questo periodo storico. L'occasione per animare le vie del paese con diverse iniziative e per realizzare nuovi murales, che siano o meno legati alla tradizione.

Tra i murales che non dovete perdervi, quindi, vi consigliamo:

  • Murales della pizza margherita
  • Murales dell'invenzione dell'auto 
  • Murales dell'invenzione dei cartoni animati
  • Murales della giarrettiera
  • Murales del tutù
  • Murales dei jeans e della saponetta
  • Murales della carta igienica

Sarà divertente mettere alla prova i bambini, ma soprattutto discutere di come si viveva senza saponetta, senza auto o. . . senza cartoni animati!

Saludecio: da non perdere

Oltre ai murales che rendono così famoso questo borgo, ecco cosa non perdere in una gita in giornata:

Porta Marina
Si tratta della porta d'ingresso principale al borgo, che si conserva bene e permette di farsi un'idea di com'era Saludecio qualche secolo fa.

Museo di Saludecio e del Santo Amato Ronconi
Anche qui potrete scoprire la vita di Saludecio nel Medioevo grazie ad abiti, paramenti e arredamenti.

Chiesa di Biagio
Se i bambini non hanno paura di vedere la salma di un santo, qui ne hanno la possibilità. Per tutti gli altri, meglio concentrarsi sul valore architettonico e sulle numerose opere d'arte contenute all'interno di questa piccola cattedrale.

Visitare il borgo di Saludecio coi bambini è un'ottima occasione per coniugare storia e modernità, grazie alla sua architettura medievale ben conservata e ai suoi tanti murales sparsi per le vie!

Aggiornato il 11.06.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli