Bimbi in viaggio a Genova

In gita al museo Galata con i bambini

089_museo-galata404.jpg
14 Gennaio 2013
Insieme alla nostra famiglia reporter oggi ci avventuriamo nel porto antico di Genova, al museo Galata… in passeggino!
Facebook Twitter Google Plus More

Il Galata si trova sempre nella zona del porto antico, guardando il mare è situato a destra dell'Acquario.

Quel giorno Vanessa non aveva voglia di camminare, quindi ci siamo portati il passeggino riservandoci di chiedere all'ingresso se la visita sarebbe stata possibile col passeggino.

Naturalmente ci hanno detto di sì, così siamo entrati ed abbiamo subito scoperto che avremmo dovuto ripercorrere a ritroso il piano terra dopo averlo visitato per prendere l'ascensore e fare il giro degli altri piani al contrario.

Il giro doppio del piano terra non ha giovato sulla pazienza di Vanessa che già di per sé, avendo tre anni, non era molto interessata ai modellini dei velieri, anche se noi abbiamo cercato di coinvolgerla.Su questo piano abbiamo visto alcune ricostruzioni della Genova medioevale, l'armeria, la sala dedicata a Cristoforo Colombo e la ricostruzione di una Galea del '600. La Galea è riuscita ad interessare Vanessa perché ci siamo potuti salire sopra (lasciando il passeggino incustodito fuori).

Ho cercato i bagni ed ho visto che sono puliti e che c'era il fasciatoio, anche se a noi non serve più, ma se qualcuno ci volesse andare anche con bimbi più piccoli sa di poterlo trovare, anche se io sconsiglio di visitare questo museo con bimbi al di sotto degli otto anni. Per bimbi che non si trovano in età scolare può risultare noioso e incomprensibile già dal piano terra. Infatti quando abbiamo preso l'ascensore per andare al primo piano Vanessa ci stava già chiedendo: andiamo via?Ci mancavano da visitare ancora tre piani!

Al primo piano che secondo me per la bambina è stato il più noioso: ci sono mappamondi e atlanti antichi consultabili tramite navigazione virtuale e si vede la Galea dall'alto.

Una cosa che impressionava un po' Vanessa erano le ambientazioni con personaggi finti a grandezza naturale che simulavano discorsi a tema.Il secondo piano ospita un brigantino di cui si può azionare il timone, un cantiere navale dell'800 e la zattera originale su cui Ambrogio Fogar e Mauro Mancini sono rimasti imprigionati fra le onde per 74 giorni.

Il terzo piano è decisamente quello più divertente per i bambini, ma noi ci siamo arrivati con una Vanessa già molto provata dai precedenti tre piani, annoiata ed inviperita.

Al terzo piano il passeggino va lasciato al custode che consegna ad ogni visitatore un passaporto finto da inserire nelle apposite postazioni disseminate lungo il percorso: qui ognuno diventa un migratore virtuale in una traversata oceanica fra Italia ed America.

L'ambientazione ci fa subito capire di essere al porto, dove dobbiamo consegnare i nostri passaporti al doganiere che ci dice chi siamo, poi possiamo salire sulla nostra nave, ci sono le scalette e i pontili e le cabine.

Fedeli ricostruzioni di camerate femminili e camerate maschili, della cabina adibita ad infermeria e del bagno.

Una volta scesi dalla nave ci si trova in Brasile con vegetazione lussureggiante e scritte straniere: effettivamente un italiano arrivato là in quei tempi doveva sentirsi un po' spaesato.Subito dopo è possibile consultare gli archivi per trovare chi col proprio cognome migrò in America in quegli anni.

Ultima tappa della visita è la migrazione moderna, quella che vediamo tutti i giorni nei telegiornali coi barconi della speranza, l'immigrazione in Italia.Volendo è possibile visitare anche il sommergibile Nazario Sauro situato all'esterno del museo, ma i bambini al di sotto dei 4 anni non vi possono accedere, quindi per noi non è stato possibile visitarlo.

Usciti dal Galata Vanessa era nervosissima, quindi abbiamo deciso di non tornare a casa perché il viaggio l'avrebbe fatta ulteriormente arrabbiare ed abbiamo preferito pranzare in zona.

Al ristorante La Banchina siamo rimasti fuori sul molo sotto un tendone: non avevano a disposizione seggioloni ma sono stati molto gentili nell'offrirci due sedie sovrapposte per la bambina. Qui abbiamo trovato un menù semplice adatto anche ai bambini: c'erano cibi per tutti i gusti senza troppe pretese, il posto ideale per chi ha figli. Spero che date queste caratteristiche decidano di prendere in considerazione anche di tenere seggioloni e fasciatoi nel bagno: quando ci sono andata devo dire di averlo trovato molto malconcio e sporco. Peccato, perché il posto avrebbe tutte le caratteristiche ideali per le famiglie.

Per maggiori informazioni su Galata, museo del mare:

Orari

Periodo

Orario

Note

Da Marzo a Ottobre

Lunedì-Domenica

10.00 - 19.30

ultimo ingresso 18.00

Da Novembre a Febbraio

Martedì-Venerdì

10.00 - 18.00

ultimo ingresso 16.3

Lunedì

CHIUSO

Sabato, Domenica e festivi

10.00 - 19.30

ultimo ingresso 18.00

Sito internet e prezzi

http://www.galatamuseodelmare.it

http://www.galatamuseodelmare.it/cms/prezzi-269.html

La famiglia Vanessa

Siamo la famiglia Vanessa: siamo Viviana e Alessandro di 36 anni e Vanessa di 3 anni.La mamma è imprenditrice nell'azienda di famiglia, in attesa di riprendere inpieno l'attività dopo la nascita di Vanessa. Il papà è agente di commercio per l'azienda di famiglia che si occupa di vendita all'ingrosso di impianti di irrigazione. Entrambi amiamo viaggiare,leggere e la buona cucina.

Gli itinerari fatti dalla famiglia Vanessa in Liguria:

Scopri i viaggi delle altre famiglie: Bimbi in viaggio