Bimbi in viaggio in Liguria

A Genova con i bambini: i caruggi

liguria.jpeg
05 Marzo 2013
In viaggio per le stradine di Genova in passeggino, passando prima per Porta dei Vacca, poi per la famosa via del Campo per arrivare infine in piazza De Ferrari. Ci farà da guida la nostra famiglia reporter ligure
Facebook Twitter Google Plus More

Il cuore della città antica si articola a ridosso del Porto Antico snodandosi in un dedalo di vicoli strettissimi che a Genova si chiamano caruggi.

La zona è delimitata da una cinta di antiche mura di cui rimangono solo alcuni tratti.Una delle antiche entrate è Porta dei Vacca rivolta verso ovest. Al di fuori della porta si trova un altro nucleo antico della città ma più recente rispetto alla parte che si trova all'interno delle mura, testimoniato dal fatto che la via principale di questo borgo è via Prè ossia in genovese prati, quindi non ancora edificata quando esisteva il nucleo più antico.Da visitare la Commenda, il più antico Ospedale della città, fondato dall'ordine dei Cavalieri di San Giovanni.

Purtroppo la zona non mantiene più l'antico fascino in quanto le antiche botteghe genovesi sono state soppiantate da attività gestite da stranieri. Entrando da Porta dei Vacca dopo pochi metri Vanessa già dormiva beatamente sul suo passeggino cullata dal dondolio creato dalla pavimentazione fatta da grossi blocchi di luserna.

A lato monte si trova una fontana costruita per nascondere una colonna sormontata da una targa datata 1628. L'origine è molto curiosa: in quella data un ricco signore di Genova, Cesare Vacherio, che in quel punto aveva casa, cospirò insieme ad altri per assassinare il Doge (sindaco) dell'epoca, membro della famiglia Doria. La congiura fu scoperta, Vacherio condannato a morte, la sua casa rasa al suolo e al posto di essa fu eretta la colonna in memoria dell'accaduto e come monito per la popolazione.

La famiglia di Cesare per la vergogna cercò di mascherare la colonna facendo erigere davanti una maestosa fontana.

Genova: via del Campo

Ci troviamo in via del Campo conosciuta a tutti per le celebri rime di Fabrizio De Andrè. Al numero 29 si trova il museo dei cantautori genovesi, dove vengono collezionati dischi originali e oggetti appartenuti a De Andrè, Bruno Lauzi ed altri celebri cantanti. Percorriamo poi tutta via San Luca fino a piazza Banchi (ci troviamo alle spalle di palazzo San Giorgio).

Giunti nella piazza svoltiamo a sinistra in via Luccoli e la percorriamo in parte fino ad avere alla nostra destra una piazza rettangolare con una fontana: piazza Campetto. Qui Vanessa si è svegliata e ha voluto provare a schiacciare il pulsante del rubinetto, lei adora le fontane!

Mentre camminate è interessante non guardare solo per terra, vista la pavimentazione un po' sconnessa, ma sollevare lo sguardo verso il primo o il secondo piano dei palazzi dove si possono ammirare splendide edicole votive, sia scolpite che dipinte.

Nei vicoli ne sono state contate circa 1600, quindi non dovrebbe essere difficile individuarne una!

Vedendo la città dall'alto è impressionante contare il numero di campanili e quindi di chiese presenti nel centro storico; eppure quando si cammina per queste stradine strette, si fa fatica a notarle perché incastrate fra le case o addirittura sopra!

Una delle più antiche risalente intorno all'anno 1100 è quella di San Matteo nell' omonima piazzetta. Di fronte ad essa il palazzo di Andrea Doria, il più potente Doge della storia della Repubblica Marinara.

La visita accompagnati da bambini a parere nostro richiede un percorso breve attraverso le vie principali per non far annoiare i piccoli. Da qui si risale in pochi passi in piazza De Ferrari,quindi verso il centro moderno della città.

La famiglia reporter

Siamo la famiglia Vanessa. Siamo Viviana e Alessandro di 36 anni e Vanessa di 3 anni.

La mamma è imprenditrice nell'azienda di famiglia, in attesa di riprendere in pieno l'attività dopo la nascita di Vanessa.

Il papà è agente di commercio per l'azienda di famiglia che si occupa di vendita all'ingrosso di impianti di irrigazione.

Entrambi amiamo viaggiare, leggere e la buona cucina. La mamma inoltre dipinge e adora cucinare. Vanessa inizia l'asilo quest'anno, è timida e grande appassionata dei cartoni di topolino e sta imparando da mamma e papà ad apprezzare il piacere di piccoli e grandi viaggi.

Gli itinerari fatti dalla famiglia Vanessa in Liguria: