Home Bimbi in viaggio In Lombardia con i bambini

Scoprire la magia del Castello di Sirmione con i bambini

di Elena Cioppi - 02.02.2021 - Scrivici

castello-di-sirmione
Fonte: Shutterstock
Il Castello di Sirmione è un esempio di architettura che lascia tutti a bocca aperta. E anche i suoi dintorni regalano sorprese.

Una meraviglia d'altri tempi, è il Castello di Sirmione in Lombardia. Una fortezza bagnata su tutti i lati dal Lago di Garda (che non è solo Gardaland, anche se i bambini lo adorano per questo), in un contesto naturalistico unico al mondo. Oltre a essere uno dei castelli in Italia meglio conservati, meta di turisti e di curiosi, il Castello di Sirmione ha una storia incredibile e dei dintorni che meritano una visita, anche della durata di un weekend. Le Terme di Sirmione sono una destinazione amatissima da grandi e piccini, in un itinerario che ha al centro l'acqua come elemento principale ma che ha anche molte altre sfaccettature. Ecco cosa vedere e cosa fare al Castello di Sirmione, nel suo borgo e nei suoi immediati dintorni.

Castello di Sirmione, cosa vedere in due giorni

I bambini adorano i castelli. Soprattutto se amano le storie di cavalieri e principesse. Al Castello di Sirmione poi, potranno attraversare un vero ponte levatoio! L'aspetto esterno della fortezza, usata dagli scaligeri, è rimasta uguale al XIII secolo, anno in cui si fa iniziare il processo di edificazione della rocca. La darsena, costruita come rifugio per le navi della flotta, è un esempio architettonico davvero d'impatto, visto che è mantenuta in condizioni perfette.

All'interno delle mura si entra in un altro mondo. Si tratta di un borgo vivo e allegro pieno di vicoletti in cui perdersi: i più temerari potranno salire anche gli scalini (146) per fare la passeggiata sulle mura, come veri soldati in assetto difensivo.

Un itinerario di due giorni a Sirmione permetteranno a tutta la famiglia di scoprire il borgo antico e le sue mura, ma anche di rilassarsi in una delle terme presenti nei dintorni del castello.

Le terme di Sirmione

Un'attività che adoravano già gli antichi romani e che è rimasta in cima alle preferenze di chi visita Sirmione è andare alle terme. Le acque termali di Sirmione vengono usate anche per realizzare le soluzioni per i lavaggi nasali dei bambini: non è un caso che nel centro Aquaria, il più all'avanguardia, siano anche previste sessioni di cure termali per le vie aeree proprio destinate ai minori di 14 anni. Le più famose sono le Terme Virgilio e le Terme Catullo, che però si trovano fuori dal centro e devono essere raggiunte in auto. Tutte accettano i bambini, che si divertiranno nelle piscine calde, immerse nella natura lombarda.

Leggende sul Castello di Sirmione

Come tutti i castelli, anche Sirmione ha la sua leggenda legata a due personaggi, la cui storia viene tramandata da secoli dalla tradizione orale. La storia racconta di un ragazzo, Ebengardo, che era innamorato di Arice. In una notte di tempesta, un cavaliere chieste riparo tra le mura del castello: vista Arice, se ne innamorò e cercò di entrare nella sua camera. Spaventata, Arice venne pugnalata dal cavaliere, un gesto che portò poi alla sua morte per mano del povero Ebengardo. Per questo si racconta che, nelle notti di tempesta, possano ancora sentirsi tra le vie di Sirmione le urla dei due giovani, divisi da una immane tragedia e uniti per sempre dal loro amore.

castello-di-sirmione

Fonte: Shutterstock

Cosa vedere nei dintorni di Sirmione

Giocabosco, il bosco degli gnomi e delle fate

A circa un'ora di Sirmione c'è un bellissimo bosco in cui i grandi protagonisti sono gnomi e fate. Si chiama Giocabosco ed è un ambiente immerso nella natura, con piccole costruzioni che ricordano le case di questi personaggi fatati. Adatto a bambini della scuola materna e della scuola primaria, i piccoli si muovono in un contesto a tutta sostenibilità, a contatto con la natura e con la fantasia.

Il Giocabosco si trova a Gavardo (BS).

Disclaimer: alcuni luoghi e attrazioni citati nell'articolo potrebbero essere chiusi o aver subito variazione d'orario per l'emergenza Covid-19. Consultare sempre i siti di riferimento per verificare prima di mettersi in viaggio con i bambini. Il nostro intento è quello di svelare luoghi nascosti dell'Italia, borghi e località sconosciute per viaggiare in prossimità quando si potrà farlo con maggiore leggerezza. Per questo continueremo a dare dei consigli in merito alle famiglie che non vedono l'ora di ricominciare!

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli