Bimbi in viaggio

Sicilia: Taormina a misura di bambino

taormina
08 Novembre 2012
Nostrofiglio ha chiesto a Valentina, Fortunato e al piccolo Lorenzo (15 mesi) di andare alla scoperta della Sicilia. Oggi insieme a loro visiteremo Taormina.
Facebook Twitter More

La scelta per la seconda tappa del nostro “family tour” è corale: Teatro Greco di Taormina! Visitare la perla della Sicilia è sempre un piacere ma, è doveroso dirlo, non è proprio semplicissimo raggiungere il paese che si trova su una rocca, specialmente se si hanno bambini.

Ci sono varie opzioni.

  • Si può arrivare fino a su con la macchina e a quel punto bisogna essere fortunati a trovare un posticino nelle aree di parcheggio;

  • altra alternativa è, invece, posteggiare l’auto nel grande parcheggio “Lumbi” e poi salire su con la navetta, ma se si hanno passeggini la cosa diventa un po’ complicata.

  • Presto detto, optiamo per la terza scelta: la funivia!

Il costo del biglietto è 3 euro a corsa, in ogni cabina possono entrare circa 10 persone e noi siamo in 3 più un passeggino… e così, all’andata la cabina è tutta per noi! Lorenzo, a dire la verità, non è proprio entusiasta ma la corsa è breve e, per noi adulti, davvero emozionante e panoramicissima!

Arriviamo al paese di Taormina e, sorpresa, c’è una bella rampa di scale che ci aspetta quindi, passeggino su, e vai alla volta del Teatro Greco!

L'arrivo a Taormina

Appena arrivati a Taormina, ci imbattiamo subito in un tipico chiosco siciliano in cui si possono degustare granite, succhi d’arancia e altre specialità nostrane oltre alla possibilità di acquistare spezie come origano e rosmarino.

La strada verso il centro è ricca di meravigliosi negozietti di souvenir dalle vetrine originalissime, oltre alle bancarelle ambulanti molto suggestive e davvero invitanti; sono in tanti, poi, gli artisti di strada che rendono Taormina un vero e proprio “presepe” vivente.

La prima fermata obbligatoria è porta Messina attraversata la quale si accede a corso Umberto, la via principale del paese dove una passeggiatina è davvero inevitabile. La strada per il Teatro Greco è tutta in salita e un po’ pesante da percorrere col passeggino; dall’alto, si vede pure la villa comunale del paese. Finalmente ce l’abbiamo fatta e il momento è tutto da immortalare! Comincia il nostro tuffo nel passato!

Taormina e il Teatro Greco

La giornata è davvero meravigliosa, l’ideale per godersi la visita al Teatro Greco che rimane aperto al pubblico tutti i giorni; il biglietto è 8 euro a persona, in più è possibile prendere l’audioguida al costo di 5 euro cadauna.

Inutile illudersi di poterlo visitare col passeggino: a parte la prima passerella per carrozzine, siamo costretti a lasciare il tutto all’ingresso e, gambe in spalla, iniziamo la nostra marcia con Lorenzo in braccio! Anche se, infatti, Lore sa camminare perfettamente, non ci sembra il caso di lasciarlo libero in quanto, ovviamente, il terreno è molto irregolare.

Visitare un tempio dell’arte antica è sempre una grande emozione, se poi si tratta di un teatro greco posizionato su un’altura dalla quale è possibile ammirare un panorama stupefacente, i brividi si moltiplicano!

Riusciamo a scorgere anche un’enorme nave da crociera!

Il Teatro Greco di Taormina è il più grande della Sicilia dopo quello di Siracusa, risale al III secolo a. C. e, come tutti i teatri greci, è ovviamente a cielo aperto; le gradinate che compongono la cosiddetta “cavea” sono suddivise in nove settori, il tutto circondato da imponenti colonne di marmo: uno spettacolo! Lasciamo camminare Lorenzo (con la manina però!) quando ci troviamo nella parte più alta e, insieme, ci godiamo la vista mozzafiato!

Oggi il Teatro Greco di Taormina è la location di prestigio per innumerevoli manifestazioni culturali, concerti, festival cinematografici eccetera eccetera. Sono stati in tantissimi gli artisti internazionali ad aver calcato questo palco come ospiti di eventi o in qualità di cantanti e attori: tra tutti citiamo i Simply Red, Carlos Santana, Robert De Niro e Tom Cruise. Quando Lorenzo sarà più grande, contiamo di tornare qui per assistere al concerto del nostro cantante preferito: Jovanotti!

Anche per quest’aspetto, diciamo, “spettacolare”, sono in tantissimi i turisti che ogni anno scelgono Taormina come meta delle loro vacanze e, non a caso, durante la nostra gita ci imbattiamo in una comitiva di simpaticissimi signori newyorkesi il cui capogruppo vuole a tutti i costi farsi immortalare con Lorenzo.

E, così, ecco fatto: cheese!

La visita del Teatro Greco richiede una notevole preparazione atletica …. con tutte quelle scale! Decidiamo, così, di avviarci verso l’uscita e, per riposarci e far mangiare Lorenzo, ci indirizziamo alla villa comunale di Taormina.

Per il nostro cucciolo abbiamo provveduto a preparare a casa un’appetitosa pasta asciutta al pomodoro e pangrattato conservata nel thermos e, così, individuata una bella panca immersa nel verde, iniziamo la nostra baby pappa! E, a giudicare dal modo in cui Lore si spazzola tutto il suo pranzetto, ne deduciamo che l’aria di Taormina ha messo fame anche a lui! La villa è davvero incantevole, ricca di angoli suggestivi e sculture di piante a forma di animali!

Per il nostro spuntino, invece, optiamo per una gastronomia lungo la via del ritorno e pranziamo con una tipica pizza alla messinese con pomodoro, mozzarella e indivia…la nostra gita a Taormina si conclude in bellezza!

La famiglia reporter

La nostra famiglia è nata il 2 settembre 2009, giorno in cui io la sottoscritta Valentina e mio marito Fortunato ci siamo sposati a Misterbianco, in provincia di Catania. Io catanese e lui di Messina, abbiamo così dato vita a un nucleo familiare multi…provinciale, ma pur sempre siciliano doc. Il 26 luglio 2011 è nato il nostro primogenito Lorenzo, un batuffolino di kg 2480 fortunatamente cresciuto in fretta e che, dallo scorso 15 settembre (giorno in cui ha iniziato a camminare), gira indisturbato per casa.

Insieme, speriamo di divertirvi con la nostra avventura da reporter!

Gli itinerari fatti dalla famiglia in Sicilia:

Tutti gli itinerari delle famiglie della sezione bimbi in viaggio