Home Bimbi in viaggio In Toscana con i bambini

Collodi: il borgo di Pinocchio da vedere con i bimbi

di Elena Cioppi - 21.01.2021 - Scrivici

storico-giardino-garzoni-a-collodi
Fonte: Shutterstock
Collodi in Toscana è un piccolo borgo famoso aver ispirato Carlo Collodi a inventare le avventure di Pinocchio, il burattino più amato.

C'è un luogo in Italia che racchiude tutta la magia di una dei libri per bambini più amati di sempre: Pinocchio. E forse non tutti sanno che le atmosfere del romanzo di Carlo Collodi, al secolo Carlo Lorenzini, si possono ritrovare nel luogo che più di tutti lo ha ispirato: Collodi in Toscana. In questa piccola frazione del comune di Pescia, in provincia di Pistoia, era nata e lavorava come cameriera in una grande tenuta nobiliare la madre dell'autore di Pinocchio, Angiolina. Questo luogo è rimasto talmente tanto nel cuore di Carlo che, alla scelta di uno pseudonimo da usare per le sue prime collaborazioni giornalistiche, optò proprio proprio per il cognome Collodi. Ma cos'ha di così speciale questo piccolo villaggio toscano per aver colpito così tanto l'immaginazione di uno degli autori più amati della letteratura italiana per bambini e ragazzi? Questo è un viaggio nel borgo di Collodi, una destinazione che affascinerà i bambini grazie alla sua atmosfera speciale.

In questo articolo

Collodi in Toscana, cosa vedere nel borgo di Pinocchio

Collodi in Toscana sarà per sempre e indissolubilmente legata a Carlo Collodi e al suo burattino, ma la visita in questa piccola frazione non merita solo per questo. La prima cosa che colpirà i bambini all'arrivo è proprio la struttura del villaggio: ai loro occhi sembrerà una cascata di case, che in effetti sono state costruite sul fianco di un colle a scopi difensivi. Il borgo è molto antico, le sue origini partono dal XII: le case sono il perfetto esempio di architettura medievale per un tuffo nel passato verace e autentico.

Il Giardino Garzoni a Collodi

Prima di visitare il Parco di Pinocchio, attrazione tra le più amate da grandi e piccini, meritano una visita il Giardino Garzoni e la bellissima Casa delle farfalle, che si trovano a pochi minuti a piedi dal parco dedicato al burattino di Collodi. Il Giardino in realtà è molto di più: è una villa piena di segreti tra statue, fontane e giochi d'acqua. La bellezza di questo luogo si trova soprattutto negli angoli nascosti da scovare, in cui le famiglie si possono sfidare per cercare lo scorcio più bello o la statua più misteriosa. Nel Giardino Garzoni sono imperdibili la Scala D'Acqua e il bellissimo Labirinto: la leggenda dice che se due fidanzati alla fine si incontrano nel dedalo di cespugli partendo da due punti diversi, il loro amore sia destinato all'infinito. Altri punti da vedere assolutamente (anche senza itinerario! In un posto così, il meglio è perdersi) sono il Teatro di Verzura e il Viale dei Poveri, in cui strane statue accompagnano i visitatori. Il padiglione dei Bagnetti è unico nel suo genere perché le sue vasche si scoprono una per volta, senza che le altre si mostrino se non da una particolare prospettiva.  La Villa è visitabile in alcune stanze, come la biblioteca: dentro gli amanti dell'arte ci troveranno opere di Correggio e, negli esterni, anche un bellissimo portico di Filippo Juvarra. 

La Casa delle farfalle

La Casa delle farfalle è un altro punto saliente di questo parco che si muove tra arte, natura e storia. I bambini rimarrano a bocca aperta davanti a questo scrigno trasparente che dentro racchiude centinaia di farfalle tropicali ed equatoriali. Lo sforzo di ricostruire i loro ambienti d'origine fa sì che queste creature possano volare libere in un contesto che ricorda loro quello naturale. La parte più bella è quella educational: i bambini possono scoprire come nasce una farfalla, quali sono le differenze tra quelle diurne e notturne (le falene) e anche il significato del colore delle loro bellissime ali.

villa-garzoni-collodi

Villa Garzoni a Collodi in Toscana

Fonte: Shutterstock

Collodi, il Parco di Pinocchio con i bambini

La vera attrazione di Collodi è Il Parco di Pinocchio, una ricostruzione a cielo aperto della storia del burattino inventato da Carlo Collodi. Nelle intenzioni di chi lo ha ideato, si tratta di un percorso con tante sorprese da scoprire, con tappe che sono inframmezzate da sculture, edifici e piccoli spunti che colpiscono l'attenzione anche dei bambini piccoli. In questo modo scoprono la storia da un altro punto di vista e si stupiscono davanti ad opere come quella del Pescecane, che a un certo punto del romanzo inghiotte il burattino e anche suo papà. 

Nel Parco di Pinocchio ci sono anche dei percorsi ad alto tasso di avventura (il Percorso Avventura- Pinocchio Adventure) con due punti amatissimi dai bambini, ovvero il Vola sul Fiume e La Nave Corsara. Un volo su un punte tibetano che si conclude con salti fra i tronchi e culmina con la visita a un veliero dei pirati. Questa sezione è accessibile grazie al biglietto del Parco di Pinocchio per bambini dai 5 anni in su con un altezza tra il metro e il metro e mezzo.

Per chi vuole invece riascoltare e riscoprire la storia di Pinocchio, c'è il Museo con la Sala del Grillo Parlante, la voce della coscienza del piccolo burattino che, in questo luogo, diventa accompagnatore virtuale nelle mostre dedicate all'opera di Collodi.

Perché tutti amiamo Pinocchio

Cosa è stato Pinocchio per intere generazioni di bambini e ragazzi? La sua storia è un mix di avventura e fantasia, con un grande intento moralistico: spiegare ai lettori che ad azione corrisponde sempre una conseguenza. La causa-effetto delle marachelle di Pinocchio, diventato bambino vero dopo essere stato intagliato nel legno da Mastro Geppetto, è sì una storia di rivalsa ma anche di coraggio. E il lieto fine che vede papà e figliolo di nuovo riuniti e Pinocchio finalmente ravveduto rispetto agli errori che ha commesso,  da Lucignolo a Mangiafuoco passando per il Gatto e la Volpe è quello che tutti ricordano e amano, anche quando diventano grandi.

Disclaimer: alcuni luoghi e attrazioni citati nell'articolo potrebbero essere chiusi o aver subito variazione d'orario per l'emergenza Covid-19. Consultare sempre i siti di riferimento per verificare prima di mettersi in viaggio con i bambini. Il nostro intento è quello di svelare luoghi nascosti dell'Italia, borghi e località sconosciute per viaggiare in prossimità quando si potrà farlo con maggiore leggerezza. Per questo continueremo a dare dei consigli in merito alle famiglie che non vedono l'ora di ricominciare!

Siti di riferimento per questa località:

Pinocchio.it

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli