Home Bimbi in viaggio In Toscana con i bambini

Toscana con i bambini: tra la casa di Leonardo e la Spada nella Roccia

di Elena Berti - 31.03.2022 - Scrivici

san-galgano
Fonte: Shutterstock
La Toscana con i bambini regala tantissime idee per trascorrere una vacanza tra città da scoprire ma anche storie fantastiche. Partiamo!

Quando si pensa alla Toscana, vengono subito in mente splendide città come Firenze, Pisa, Lucca, ma anche le colline del Chianti, amate tantissimo anche da turisti di tutto il mondo. Ma la Toscana di nicchia, quella che si deve scoprire piano piano, è un'altra cosa. È qui che la storia fa da padrona, con Vinci, casa del grande inventore e San Galgano, casa della Spada nella Roccia. Siete pronti a partire con i bambini?

In questo articolo

Toscana con i bambini: Vinci e la casa di Leonardo

Leonardo da Vinci prende il nome proprio da questo piccolo paesino che si trova sulle colline Montalbano, a cavallo delle province di Prato, Pistoia e Firenze. Come si può intuire, qui tutto ruota intorno al genio: dalla casa in cui è nato, poco fuori dal paese, al museo in cui sono raccolti diversi suoi lavori. Un patrimonio ricchissimo, che non ha niente da invidiare a quello del Castello di Clos Lucé, in Francia, dove Leonardo ha trascorso gli ultimi anni della sua vita. 

Il Museo Leonardiano

Il museo si trova nel centro di Vinci, dal 1953 ospitato dal Castello dei Conti Guidi, conosciuto anche col nome di castello della nave a causa della sua forma particolare. La collezione di modelli e progetti è una delle più ricche al mondo, con oltre 300 opere e oggetti che conquisteranno i bambini, in particolare i prototipi di auto e aerei!

Tra gli imperdibili, non solo in famiglia, c'è ovviamente l'Uomo Vitruviano che accoglie i visitatori su una terrezza panoramica nel retro del castello, riprodotto qui in legno.

La Chiesa di Santa Croce 

Proprio in questa chiesa del tredicesimo secolo venne battezzato Leonardo, nella fonte battesimale ancora conservata. 

La Casa Natale di Leonardo

Bisogna uscire un po' dal borgo di Vinci, arrivando il località Anchiano, per scoprire la casa in cui nacque il genio italiano il 15 aprile 1452. Anche qui, la grande casa colonica ospita diverse riproduzioni dei disegni e dei progetti di Leonardo, ma l'attrazione principale è probabilmente la riproduzione in alta definizione dell'Ultima Cena, il celebre affresco che si trova, in originale, nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Milano. I bambini si divertiranno a usare lo schermo touch screen per poter scoprire ogni segreto dell'opera.

Toscana con i bambini: San Galgano e la Spada nella Roccia

L'Abbazia di San Galgano si trova a circa 35 km da Siena, immersa nella campagna toscana, in una zona un po' isolata. Questa località è famosa soprattutto per la sua abbazia che stupirà grandi e piccini perché... è senza tetto! Forse vi sarà capitato di vederla in foto, perché si tratta di un'attrazione molto amata, che conquista anche i bambini. 

La leggenda della spada nella roccia

La leggenda racconta che Galgano Guidotti, nato a Chiusdino nel 1148 da famiglia nobile, dopo una vita dissoluta fatta di divertimento e capricci, e dopo l'apparizione dell'Arcangelo Michele, si converte al Cristianesimo, effettuando il gesto simbolico di trafiggere con la sua spada una roccia formando una croce con l'elsa. Diventa così un uomo devoto, conosciuto in tutto il territorio senese, fino a che non si ritira in una capanna sul Monte Siepi. 

Questa è forse la vera attrazione per i bambini, che vorrebbero provare a estrarre la spada dalla roccia. A quanto pare, però, ci hanno provato in tanti da quando Galgano, convertitosi al cristianesimo dopo una vita di vizi, trafisse la roccia con la sua spada per formare una croce. Anzi, la leggenda narra che una volta, assentatosi Galgano dall'abbazia, tre monaci provarono ad estrarre la spada per rubarla, finendo per romperla. Furono quindi puniti dalla giustizia divina: uno di loro finì annegato in un fiume, un altro copito da un fulmine, l'ultimo quasi sbranato da un lupo. Al suo ritorno, Galgano dietro consiglio di Dio, ricompose la spada.

Niente paura però per i più piccoli: oggi la spada è ricoperta da una teca di vetro, all'interno dell'Eremo di Montesiepi, chiamato anche la Rotonda, costruito subito dopo la morte di Galgano, nel 1181.

Aggiornato il 12.03.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli