Parchi divertimento

Leolandia: 10 cose da fare ASSOLUTAMENTE (secondo Alice, 10 anni)

Di Miralda Colombo
leolandia.600
17 settembre 2018
Alice, 10 anni, è ormai un'esperta di Leolandia, parco di divertimento che si trova a Capriate San Gervasio, in provincia di Bergamo, Lombardia. Ci siamo fatti condurre da lei, tra pozzanghere in cui saltellare, galeoni dei pirati e spettacoli da non perdere

di Alice Antonini

 

E’ un po’ il paese delle meraviglie, ci entri pieno di stupore e indeciso su quale giostra salire per prima, ma non preoccupatevi, soprattutto voi genitori, perché noi bambini siamo un’ottima guida. E poi siete in un parco divertimenti… relax per favore.

 

Per me Leolandia è il parco più vicino a casa, poco lontano da Milano, tanto che ci sono tornata due volte. Prima di entrare ci siamo fatti prendere le misure per scoprire su quali delle tante attrazioni avremmo potuto salire.

 

 

 

Ce ne sono anche per i bimbi più piccoli, mio fratello Edo la prima volta non raggiungeva nemmeno il metro con il suo anno e poco più di età, eppure accompagnato ha avuto la sua parte di divertimenti nel parco. Questa volta le nostre tre altezze, 110, 120 e i miei ben 140 hanno potuto godersi buona parte delle attrazioni, suddivise in zone dedicate ai Pirati, Cowboy Town, Terre di Leonardo, Expo 1906 e alcuni dei nostri personaggi preferiti dei cartoni.

 

 

Posso dire di essere ormai quasi un’esperta, seguitemi.

 

 

  1. Se come mio fratello Edo e mia sorella Lea siete appassionati di pirati e galeoni, seguite il loro esempio e salite sul Galeone. Io ho preferito rimanere a terra a contare il continuo su e giù, quasi quasi avevo mal di pancia per loro.
  2. E se il caldo non lascia scampo? Precipitatevi come noi a Bottiboom e procuratevi un barile, oppure affrontate con coraggio le Rapide di Leonardo o la discesa col Mine Train e poi prendetevela più comoda sui Gommoni-scontro, come li ha battezzati mia sorella Lea. E se vi stancate per i tanti bagni? Lì accanto ci sono Raganelle Sentinelle dove mi è volato il cappello, oppure Trinchetto, una sorta di Donna Cannone per i più piccoli o il classico Carosello, per una rilassante cavalcata.
  3. Siete forti e ben allenati? Bene, perché per poter volare come ho fatto io sulle bici Da Vinci dovete pedalare con tutta la forza che avete oppure come ha fatto mio fratello mettersi accanto a un adulto con le gambe più lunghe delle vostre!
  4. Il vostro sogno è volare come un uccello? Accomodatevi a pancia in giù su Wild Av-voltoio oppure, se amate stare comodi salite sulla Carovana Western, adatta anche per i più piccoli che vogliono sentirsi dei veri pionieri in cima al mondo o quasi.
  5. Per gli amanti di Masha e Orso, come Edo e Lea, una capatina da loro è d’obbligo. Noi abbiamo visitato la casa di Orso, l’ambulanza rotta dei lupi e in costume abbiamo gio-cato con l’acqua nel cortile di Masha. Siamo saliti sul Vroom, un aereo che parte per riportare a casa l’amico pinguino di Masha.
  6. Se vi piace saltare nelle pozzanghere di fango e volete incontrare Peppa Pig precipita-tevi a visitare la cucina di mamma Pig, la cameretta di Peppa e George, il bagno con le bolle e la collina ventosa senza dimenticarvi di scattare una foto ricordo con Peppa e George.
  7. Dopo tanta fatica ci siamo riposati sul Trenino Thomas, arrivato direttamente da Sodor. Non preoccupatevi se c’è coda, perché il signor Topham vi racconterà mille storie e vi farà indovinelli impossibili. E mentre siete in giro vi potrebbe capitare di incontrare Geronimo Stilton o i super Pjmasks o Ladybug e Chatnoir.
  8. Il giro in fattoria: capre, cavalli, galline, maiali e mucche da vedere da vicino e accarezzare; e pappagalli ai quali fare il verso. Chi non ha paura può visitare il rettilario, dove si trovano tartarughe, tarantole, scorpioni e serpenti con le iguane, altrimenti proseguite per l’acquario, dove ci sono mante e 880 tipi di pesci provenienti dall’Adda ai mari Tropicali.
  9. La tappe per chi si sente un eroe? Expo 1906. Qui mio fratello è salito sul camion dei pompieri e ha spento il fuoco. Dopo una pausa a base di zucchero filato e granita alla frutta, abbiamo affrontato le Twister Mountain e Strabilia Kong. Infine un giro sulle Sedie Ballerine, una delle mie giostre preferite in tutti i parchi divertimento: ci si siede, si vola e si vola e si vola ancora, mentre la testa gira.
  10. E’ tempo di sedersi e godersi lo spettacolo: si chiama Favola, sono rimasta col fiato sospeso a guardare le evoluzione acrobatiche di una coppia di pattinatori danzanti e una ballerina acrobata. Chi capita a Leolandia il sabato o domenica non deve perdersi la parata, proprio come succede a Disneyland (dove era stata fantastica): io non l’ho vista, devo tornare!

 

 

Info e biglietti on line su www.leolandia.it (e se piove potete andare lo stesso e tornare un’altra volta gratis entro un mese)

 

Il kit da viaggio? Costume, ciabatte e cambio in estate.

 

 

Prossimi appuntamenti da non perdere? Halloween e Natale.

 

Chi è Miralda Colombo


Scrivo articoli e libri (per i più piccoli) e viaggio, ogni volta che mi è possibile. Sempre con un occhio a quello che piace ai bambini, i miei e quelli degli altri. E allora perché non affidare direttamente a una bambina, Alice (10 anni), il racconto di un viaggio e soprattutto la possibilità di consigliare a bambini, proprio come lei, cosa non perdersi a Leolandia? Detto, scritto. Partite anche voi: in viaggio con Alice!