Home Bimbi in viaggio

Mal di mare nei bambini: cosa fare e non fare

di Ines Delio - 07.08.2023 - Scrivici

mal-di-mare-nei-bambini
Fonte: Shutterstock
Tra le forme di 'mal di viaggio', anche il mal di mare nei bambini è piuttosto frequente: come si manifesta, come prevenirlo, rimedi

In questo articolo

Mal di mare nei bambini

Non c'è niente che possa spaventare un viaggio a bordo di una barca o di una nave quanto il mal di mare, soprattutto se a soffrirne sono i più piccoli. La cinetosi o 'mal di viaggio' è piuttosto comune nei bambini (quasi 1 su 2). Si verifica spesso quando questi viaggiano in auto o in autobus, ma può manifestasri anche su aerei e, come detto, sulle imbarcazioni. Ecco quali sono i sintomi del mal di mare nei bambini e cosa fare.

Cinetosi: cos'è il mal di viaggio

La cinetosi o mal di viaggio si verifica quando l'orecchio interno "dice" al cervello che ci si sta muovendo, ma gli occhi "dicono" che il corpo è fermo. Oppure può accadere il contrario: l'orecchio interno dice che si è fermi e gli occhi dicono che ci si sta muovendo. In ogni caso, si verifica uno scontro di informazioni nel cervello, che può causare diversi sintomi spiacevoli.

Questo disturbo tende a presentarsi in tutte le condizioni di movimento passivo, per cui si può presentare come mal d'auto, mal d'aereo, mal di treno e mal di mare. Tuttavia, si può manifestare anche in seguito a movimenti rotatori della testa o del corpo, così come per eccessivi stimoli visivi, per esempio lo scorrere del paesaggio laterale che provoca stimoli contraddittori, rispetto al corpo che invece è fermo.

Mal di mare nei bambini: a che età è più frequente

I bambini di età compresa tra i 3 e i 12 anni hanno maggiori probabilità di soffrire di mal di mare, di auto e così via, mentre le probabilità si riducono nei bambini più grandi e in quelli di età inferiore ai 12 mesi. I bambini potrebbero soffrire di cinetosi anche quando salgono su altalene, giostre o ruote panoramiche, mentre in alcuni si può manifestare mentre giocano ai videogiochi. Bisogna inoltre aggiungere che i bambini con un'anamnesi familiare o personale di emicrania o cinetosi, con patologie dell'orecchio interno come le vertigini o con la paura dell'altezza hanno maggiori probabilità di soffrire di mal di viaggio.

I sintomi del mal di mare nei bambini

Inizialmente, il mal di mare nei bambini si può manifestare con:

  • pallore
  • sbadigli
  • sudorazione fredda
  • malessere
  • nausea spesso seguita da vomito

Di solito, dopo il vomito i bambini tendono a sentirsi meglio. Va considerato, però che i bambini piccoli potrebbero non essere in grado di dirvi come si sentono. Quindi, se sembrano pallidi, spaventati, angosciati o letargici durante il viaggio, potrebbero soffrire di cinetosi.

Come prevenire il mal di mare

Ecco alcuni consigli per prevenire la cinetosi, tra cui il mal di mare nei bambini.

Cosa fare

  • Ridurre il movimento: i posti migliori in cui sedersi sono la parte anteriore della barca, dove si è più esposti all'aria fresca, o a metà nave, dove è meno probabile che si senta il dondolio
  • Guardare dritto davanti a sé in un punto fisso, come l'orizzonte
  • Respirare aria fresca, se possibile
  • Chiudere gli occhi e respirare lentamente concentrandosi sul respiro
  • Distrarre i bambini parlando, ascoltando musica o cantando canzoni

Cosa non fare

  • Non salire a bordo a stomaco vuoto o troppo pieno: è preferibile evitare cibi acidi come il latte e i pomodori, così come le bevande gassate, meglio invece mangiare qualcosa di secco e asciutto, come delle fette biscottate o un panino, portando con voi un pacchetto di cracker da sgranocchiare quando si inizia ad avvertire il senso di nausea
  • Evitare di leggere, guardare film o utilizzare dispositivi elettronici mentre ci si sta spostando in barca o in nave
  • Non guardare cose in movimento, come le onde che si muovono
  • Non consumare pasti pesanti poco prima o durante il viaggio
  • Non scendere sotto coperta, soprattutto se il mare è agitato

I rimedi per il mal di viaggio

Su prescrizione del pediatra, nei viaggi più lunghi si possono utilizzare farmaci specifici come il dimenidrinato che può essere somministrato mezz'ora prima della partenza sotto forma di capsule molli, e ripetuto dopo 4-6 ore in caso di spostamenti lunghi, oppure come gomma da masticare a cui ricorrere quando compaiono i primi sintomi.

Ci sono anche degli appositi braccialetti anti-nausea che possono essere utili per il mal d'auto o il mal di mare, il cui meccanismo d'azione è basato sulla compressione del punto P6 della medicina cinese. Poiché non presentano alcun effetto collaterale, possono essere presi in considerazione anche nei bambini più piccoli. Infine, se volete optare per un rimedio naturale, si può provare ad attenuare i sintomi della cinetosi con lo zenzero, che si può assumere sotto forma di leccalecca, biscotti o tè.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli