Divertirsi in famiglia

Nasce Kid Pass, il portale dedicato al tempo libero con i bambini

kid-pass
28 Maggio 2014
Da oggi è on line il primo portale che raccoglie il meglio dell'offerta family-friendly: alberghi, ristoranti, musei, eventi a portata di bimbi. Per ora è attivo su Milano, Roma, Torino, Bologna, Venezia e i principali luoghi turistici, ma l'idea è quella di coprire molte più zone d'Italia. A lanciare questa start-up è la mamma 35enne Marianna Vianello.
Facebook Twitter Google Plus More

Un portale dove trovare alberghi, ristoranti, negozi e musei rigorosamente a misura di bambino: da oggi è on line Kid Pass, www.kidpass.it, il primo portale italiano che promuove la qualità del tempo fuori casa per famiglie.

L’idea è venuta a Marianna Vianello, 35enne di Venezia, mamma di due bambini di 6 e 2 anni, che l’ha realizzata rinunciando al posto fisso per buttarsi in questa start-up con altri due soci, Andrea Veronese e Nicola Maghini: «Spesso noi genitori facciamo fatica a raccogliere tutte le informazioni per il tempo libero nella nostra città: gli eventi e le iniziative sono tante e ci si perde sempre a cercare le notizie davvero utili a noi.

Volevo un portale che radunasse in modo chiaro e immediato tutto il meglio dell’offerta ‘family-friendly’ nelle maggiori città italiane: un sito da consultare anche con lo smartphone per decidere all’ultimo che cosa fare vicino a casa o, se si sta visitando una città nuova, che aiutasse i genitori a capire dove è meglio alloggiare o pranzare con bimbi al seguito», spiega.

Un TripAdvisor per famiglie? «Non direi! Da noi nessuna inserzione è a pagamento e tutte le strutture private che si accreditano, come alberghi, negozi, ristoranti ma anche ludoteche o librerie, devono rispondere a precisi requisiti di qualità», spiega.

Ci sono infatti una serie di icone a segnalare ai genitori se una struttura ha al suo interno ad esempio un fasciatoio, lo spazio allattamento, un baby-parking, un servizio di animazione, i seggioloni, un menù per bambini, laboratori per i piccoli e altro ancora. «Saranno poi i commenti di mamme e papà a decretare il successo di ogni singola location: una app permette di votare i posti meglio attrezzati e i giudizi dei genitori, in questo passaparola virtuale, serviranno agli altri ad orientarsi nell’offerta».

Per ora Kid Pass è attivo per le città di Milano, Roma, Torino, Bologna, Venezia e, in attesa di coprire altre aree urbane d’Italia, ha una sezione dedicata ai principali luoghi turistici.

Leggi anche: 10 ITINERARI CON I BAMBINI DA FARE IN TRENO E A CASA

e leggi nel nostro FORUM i suggerimenti degli altri genitori sulle vacanze con i bambini