Bimbi in viaggio in Veneto

Veneto con i bambini: visitiamo Venezia

Piazza-San-Marco-9
20 Marzo 2013
Ci sono città che quando le visiti ti emozionano in una maniera che non avresti mai immaginato e ti lasciano un ricordo speciale, indelebile. Venezia è sicuramente fra queste. Ed è proprio la meta di oggi della nostra famiglia reporter.
Facebook Twitter Google Plus More

 

Ci sono città che quando le visiti ti emozionano in una maniera che non avresti mai immaginato e ti lasciano un ricordo speciale, indelebile. Venezia è sicuramente fra queste. Ecco perché per 365 giorni l’anno è piena di turisti da tutto il mondo, è una città che non conosce stagioni, è una città che è sempre bella, è sempre straordinaria, è sempre Venezia. Abbiamo girato la Laguna veneta per nostrofiglio.it, e abbiamo “tastato il terreno” per sperimentare come poter passare al meglio una giornata insieme alla propria famiglia, magari con bimbi piccoli, in una delle città più belle e originali al mondo.

Il primo consiglio: arrivare a Venezia in treno

Intanto vi consigliamo di arrivare a Venezia in treno, se non abitate in Veneto potete comunque arrivare in macchina fino in Veneto ma poi vi consigliamo di prendere il treno da una qualsiasi città vicina per arrivare a Venezia, così non dovrete avere lo stress di trovare parcheggio (i parcheggi a Venezia ci sarebbero, per esempio in Piazzale Roma, ma sono davvero pochissimi e tutti a pagamento), il treno poi è sempre un’esperienza molto gradita dai bambini, la nostra bimba duenne ne è stata entusiasta, in questo modo la gita è iniziata molto prima di arrivare a destinazione.

Appena usciti dalla stazione ferroviaria trovate subito le fermate dei traghetti per andare in qualunque isola della Laguna Veneta. Il bello di Venezia sta proprio lì, nella sua Laguna, le sue isole, i suoi canali. Non limitatevi a passeggiare, vivetela in tutta la sua bellezza.

 

Venezia in traghetto

I traghetti hanno un costo medio di 7,00 a viaggio. Sarebbero 7,00 euro validi per 60 minuti, ma in pratica poi ci mettete ben più di 60 minuti per visitare i posti scelti. Ci sono però anche tariffe orarie più vantaggiose che potrete trovare nel sito www.actv.it. Inoltre i bimbi fino ai 6 anni di età viaggiano gratis.

 

Venezia è fatta di ponti, scale, vicoli ma soprattutto ponti e scale messi insieme, perciò vi consigliamo di fare come abbiamo fatto noi: abbiamo lasciato a casa il passeggino e ci siamo portati la nostra bimba in spalla, sullo zaino trasporta-bimbi, quelli da montagna per capirci, dove si possono mettere i bimbi fino ai 3 anni di età.

Di passeggini e carrozzine ne abbiamo visti diversi ma onestamente girare per Venezia a 4 ruote è molto scomodo; chi aveva il passeggino era costretto a trasportarselo su e giù per ponti e scale, perciò consiglio vivamente il marsupio per i neonati e lo zaino porta-bimbo per i bimbi fino ai 3 anni. Se proprio non disponete di zaini porta-bimbi al limite portatevi un passeggino di quelli minuscoli che si chiudono ad ombrello, quelli extra-leggeri che potete eventualmente anche farvi prestare da un amico.

Questa meravigliosa città è piena di posti di visitare, musei, luoghi d’interesse, mostre, isole della laguna. Non li elenco neanche tutti perché ci vorrebbe un libro intero, ovviamente però tra i posti che non potete perdervi c’è sicuramente Piazza San Marco!

 

 

 

Vi si può arrivare sia a piedi che con il traghetto partendo dalla stazione ferroviaria appena giunti a Venezia.

Piazza San Marco ha il fascino storico di una delle piazze più belle (e più grandi) mai viste. Le opere architettoniche di cui è arricchita lasciano senza fiato, è un posto unico, emozionante. Il mio lato preferito della piazza è la parte dove c’è il palazzo Ducale, da un lato si ammira la maestosa arte architettonica Veneziana e dall’altro il mare, con le sue gondole caratteristiche, quello è un tratto unico e speciale, le foto più belle penso che si facciano proprio lì.

 

 

 

E poi per i più piccoli ci sono loro, i gettonatissimi e ricercatissimi (almeno da mia figlia, lei li adora) piccioni!!! Quando mia figlia ha visto tutti quei piccioni ha iniziato a urlare di felicità, è voluta scendere dallo zaino e tenendoci per la manina ci siamo messe a rincorrere i piccioni, da lontano però, e poi gli abbiamo pure dato qualche pezzo di pizza che hanno assolutamente gradito.

A proposito: per mangiare non avrete che l’imbarazzo della scelta, non è vero infatti che bisogna per forza spendere, ci sono tanti posti in cui poter mangiare una pizza o anche un primo a prezzi normalissimi. Se ne trovano molti di locali carini, caratteristici e accessibili, non potete sbagliare perché tutti hanno i listino prezzi esposto fuori dalla porta.

 

Consiglio per i più risparmiosi (tipo noi): c’è una bella pizzeria al taglio poco prima del ponte di rialto venendo da Piazza San Marco, la pizzeria è a destra e non ha nome ma fanno la pizza buonissima, alta e soffice ed è molto conveniente.

 

Piazza San Marco è ricca di monumenti, mostre, musei e luoghi da visitare, ogni angolo di questa enorme piazza è carico di storia, di emozioni e di particolari che attraggono l’attenzione, i palazzi che la circondano sono estremamente belli da vedere sia esternamente che internamente e sicuramente se avete bimbi un po’ più grandi della mia saranno felici di visitare anche l’interno delle strutture della Piazza. Piacerà anche ai bimbi più piccoli passeggiare in questo posto unico e indimenticabile, la mia lo ha gradito molto, mi portava lei dove le piaceva di più stare, era entusiasta.

 

 

 

Venezia è speciale, arrivi lì e capisci che è una città al centro del mondo, ti passano accanto persone provenienti da ogni nazione, parlando in tutte le lingue possibili, e sono tutti lì per ammirarla, tutti sognano di andare a visitare Venezia, noi siamo un pochino più fortunati perché vivendo in Italia ce l’abbiamo vicina, non ci resta che fare il biglietto del treno e… partire!!

 

La famiglia reporter

 

Ciao a tutti, siamo una famiglia composta da mamma Anita di 28 anni che fa l’impiegata, papà Luciano di 33 che fa l’operaio e Noemi, la nostra prima bimba di due, che fa la principessa di mamma e papà ;).

Amiamo molto viaggiare, cucinare torte e non ci facciamo mai scappare occasione per stare un po’ fuori casa in gita in posti vicini a noi, anche perché la nostra piccola ha preso proprio le nostre abitudini e ama moltissimo andare in giro in posti sempre nuovi. Se vorrete, vi daremo tanti spunti per le prossime vacanze!!

 

Leggi gli itinerari della famiglia nel Veneto e in Friuli

 

Leggi gli itinerari delle altre famiglie nella sezione bimbi in viaggio