Viaggiare

Passaporto per bambini: come e dove si fa

Di Luisa Perego
passaporto.600
5 luglio 2016
Passaporto per i bambini: quando serve? Come funziona? Quanto dura? E come richiederlo? Tutte le informazioni da sapere prima di partire per una vacanza sul passaporto per minori.

Estate: tempo di mare, vacanze e... partenze! Siete sicuri di avere i documenti in ordine? Anche quelli dei vostri figli? Ecco che cosa vi serve sapere se avete intenzione di lasciare l'Italia questa estate.

 

Dal 27 giugno 2012 l'iscrizione del minore sul passaporto del genitore non è più valida. Da questa data il minore può infatti viaggiare in Europa o in destinazioni extra Europa solo con un documento di viaggio individuale. I passaporti dei genitori con iscrizione di figli minori restano validi fino a scadenza solo per i genitori (Leggi la circolare).

 

Tutti i minori di cittadinanza italiana per espatriare devono essere in possesso di un documento personale valido per l'espatrio: carta d'identità valida per l'espatrio in caso di mete UE, passaporto per le altre mete.

 

Il passaporto dei minori: quanto dura

 

  • Da 0 a 3 anni: il passaporto dura tre anni
  • Da 3 a 18 anni: il passaporto dura cinque anni

 

 

Passaporto: come e dove presentare la domanda

 

Puoi richiederlo online e prenotare ora, data e luogo per presentare la domanda consultando il sito di Agenda passaporto.

 

Sul sito non è possibile registrare un minore quindi il genitore per ottenerlo deve registrarsi a nome proprio (o a quello dell'altro genitore) e prendere l'appuntamento che poi utilizzerà per il figlio. Tutto il resto deve essere fatto a nome del minore.

 

 

La documentazione da presentare per la richiesta di passaporto

 

  • Il modulo stampato della richiesta passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto tra quello per maggiorenni e minorenni). Per il passaporto di un minore la domanda di rilascio sarà firmata dai genitori
  • un documento di riconoscimento valido del minore. In alternativa il genitore del minore può autocertificare che è il minore è suo figlio
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti
  • contributo amministrativo da€ 73,50 (sotto forma di valore bollato - ex marca da bollo) da acquistare prima di presentarsi con la documentazione nell'Ufficio che rilascia i passaporti.
  • La ricevuta di pagamento con c/c di€ 42,50 per il passaporto ordinario. Il versamento a nome del minore va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro. La causale è: "importo per il rilascio del passaporto elettronico". Vi consigliamo di utilizzare i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali.
  • Meglio anche portare con sé anche la stampa della ricevuta che viene inviata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda passaporto

 

N.B. Per la legalizzazione delle foto (passaporto, lasciapassare) il richiedente deve essere presente (anche se minore), altrimenti l'Ufficiale non può procedere poiché deve verificare al momento che la foto ritragga la persona che lo richiede.

 

DA SAPERE: Prendere l'aereo durante la gravidanza o dopo il parto, le regole

 

 

L'assenso dei genitori per la richiesta del passaporto del minore

 

Per richiedere il passaporto del minore è necessario che il piccolo sia cittadino italiano e avere l'assenso di entrambi i genitori.

 

Questo significa che i genitori devono firmare l'assenso davanti al Pubblico Ufficiale (che autentica la firma) presso l'ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell'assenso si deve essere in possesso del nulla osta del Giudice tutelare.

 

Se uno dei due genitori non può essere presente per la dichiarazione, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmato in originale con una dichiarazione scritta di assenso all'espatrio firmata in originale. Questa procedura è estesa ai cittadini della comunità europea.

 

E se il genitore è extracomunitario? Se è in Italia ma in una città diversa da quella dove sarà rilasciato il passaporto del minore potrà recarsi nel commissariato a lui più vicino per rilasciare l'assenso davanti ad un pubblico ufficiale. Se invece non è in Italia dovrà recarsi presso l'Ambasciata italiana nel Paese estero dove si trova e firmare l'assenso che in questo modo è legalizzato e spedito poi in Italia dall'Ufficio diplomatico.

 

 

Le condizioni per l'espatrio dei minori di 14 anni

 

Fino al compimento del 14esimo anno di età i minori italiani possono uscire dall'Italia solo a queste condizioni:

 

  • se sono accompagnati da un genitori o da chi ne fa le veci
  • in viaggio con almeno un genitore sul passaporto del minore siano riportati (fatta salva diversa volontà, espressa all'atto della richiesta del passaporto) i nomi di almeno uno dei genitori in qualità di accompagnatore. Se il nome del genitore non è riportato sul passaporto del minore, al momento dell'espatrio lo stesso genitore deve poter dimostrare il rapporto di parentela attraverso, ad esempio, l'esibizione dello stato di famiglia o dell'estratto di nascita del minore. Per gli esercenti la potestà genitoriale occorre munirsi di documentazione della nomina a tutore o dell'atto di affido. Tutto ciò è necessario per impedire espatri illegali di minori per conto di terzi.
  • affidati ad un accompagnatore munito di dichiarazione di accompagno
  • affidato con dichiarazione di accompagno dai genitori o dagli esercenti la potestà genitoriale ad un Ente (es: compagnia aerea) (Leggi anche: viaggiare in aereo senza genitori)

 

Al compimento dei 14 anni possono viaggiare senza accompagnatori sia in UE che in mete extra Unione Europea.

 

Tutte le info sul rilascio del passaporto sono sul sito della polizia di stato

 

Fonte: poliziadistato.it