In USA

Vacanza avventura: Arizona con i bambini

Di Chiara Rosati, www.bimboinviaggio.com
arizonabambini.600
14 aprile 2015
Bellezze naturali, meravigliosi parchi come il Grand Canyon; Monument Valley; Painted Desert; Petrified Forest e molti altri meno conosciuti. La famosa Route 66 e cittadine come Williams e Flagstaff. Questa è l'Arizona, meta per chi ama il Far West e sogna vacanze in famiglia... con un pizzico di avventura.

Arizona: il West, anzi…il Far West!! Questa parte degli Stati Uniti ha sempre emanato un fascino particolare. Senza dubbio i grandi film hanno contribuito in modo importante a creare l’immagine di un ambiente selvaggio ed avventuroso. Lo stato dell’Arizona è ricco di testimonianze che ricordano gli anni avventurosi della “febbre dell’oro” e la corsa verso ovest (il West) di tanti americani alla ricerca di fortuna e ricchezza; ogni emporio offre a poco prezzo mappe dettagliate che indicano dove si trovi ciò che rimane dei vecchi villaggi minerari, nati intorno alle miniere d’oro e d’argento; le cosiddette città fantasma situate in improbabili luoghi nel mezzo del deserto e raggiungibili attraverso polverose strade sterrate che si dipanano tra file di maestosi cactus.

 


Oltre a questo, però, l’Arizona possiede un vastissimo patrimonio di bellezze naturali senza pari: tanti, e tutti appassionanti, sono i parchi: Grand Canyon; Monument Valley; Painted Desert; Petrified Forest e molti altri meno conosciuti e certamente meno imponenti ma comunque estremamente belli ed interessanti. In questi parchi potrete ammirare con i vostri figli il maestoso spettacolo della natura selvaggia.

 


Da non perdere una visita al Lake Powell, bacino artificiale di vastissime dimensioni che si estende nel mezzo di un colorato deserto roccioso: una distesa azzurra nel cuore di un deserto rosso con ampie sfumature di giallo ocra ed arancio. Si possono fare escursioni guidate in barca sul lago e vi si può anche abitare noleggiando una pittoresca casa galleggiante (houseboat), un modo diverso per vivere questi magici luoghi.

 

Non dimentichiamoci, poi, che l’Arizona è attraversata dalla vecchia e gloriosa Route 66, la “Mother Road” (Strada Madre) che per circa quattro decenni a partire dai primi anni trenta ha collegato Chicago con Santa Monica rappresentando il primo importante collegamento fra l’Est e l’Ovest degli Stati Uniti e facendo fiorire lungo il suo percorso attività commerciali e numerose cittadine ora abbandonate.

 


La Route 66, che ora è considerata Parco Nazionale per tutta la sua lunghezza, attraversa la caratteristica cittadina di Williams; qui si possono ancora vedere i motel ed i ristoranti stile anni ’50 oltre ad alcuni drive-in ed alle vecchie ed ormai dismesse pompe di benzina. Dalla stazione ferroviaria di Williams parte uno storico e caratteristico treno a vapore che porta i passeggeri direttamente al parco nazionale del Grand Canyon. Il Grand Canyon è sicuramente lo spettacolo della natura più maestoso ed emozionante di tutto il territorio statunitense; con le sue forme ed i suoi colori, con l’enorme ampiezza dei suoi dirupi toglie il fiato a chi si affaccia per la prima volta (ma anche la seconda e la terza) dai suoi parapetti.

 

Un altro parco dove la maestosità della natura è padrona è la Monument Valley con i suoi torrioni di roccia rossa che si ergono dal deserto. Questo paesaggio è stato reso famoso dai molti film western che vi sono stati girati ed anche se può essere agevolmente esplorato in un paio di ore, lascia nel visitatore ricordi incancellabili.
Poi i fantastici tronchi d’albero fossilizzati della Foresta Pietrificata oppure le magnifiche sfumature di colore del Deserto Dipinto.

 

In somma, in Arizona la natura crea spettacolari paesaggi e vedute mozzafiato ad ogni angolo. Nei dintorni di Tucson si può visitare il Saguaro National Park: una sconfinata distesa di maestosi cactus saguaro dove, fra le altre divertenti attività, è possibile compiere escursioni a cavallo.

 


Dagli sconfinati deserti si giunge poi, in circa due ore di auto dal Grand Canyon, al paese più alto sul livello del mare dell’intera Arizona: Flagstaff.

 

Flagstaff è una ridente cittadina immersa nei boschi di conifere che, durante l’inverno, diventa ambita meta sciistica.

 

Non ci dimentichiamo poi dei numerosi villaggi che, ancora oggi, mantengono le loro caratteristiche degli anni passati: vere e proprie cittadine rimaste immutate dal tempo dei pionieri e dei cowboys, con i loro Saloons, gli uffici dello sceriffo ed i marciapiedi in legno coperti da tettoie dove ancora si vedono i pilastri ai quali 150 anni fa circa i cowboys attaccavano le briglie dei loro cavalli per concedersi una bevuta nel saloon. Cittadine come Tombstone dove ancora si può visitare il famoso ufficio postale protagonista dell’assalto all’OK Corral o il suggestivo cimitero di Boothill Graveyard con la antiche lapidi in legno che ricordano coloro che furono legalmente impiccati piuttosto che quelli colpiti da frecce indiane o chi aveva affrontato un avversario in leale duello sulla main street.

 


I mesi migliori per visitare gli altopiani dell’Arizona sono i mesi tra aprile e settembre, le aree desertiche sono ottime da visitare nei mesi invernali tra ottobre ed aprile.
In termini di fuso orario l’Arizona è 8 ore indietro rispetto all’Italia.

 

Guarda tutte le altre mete su: bimbi in viaggio

 

Dal forum: viaggi e vacanze

 

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. Vacanza relax a Miami con i bambini