Vacanze

Vacanze con i bambini, 15 mete IRRESISTIBILI in Italia e in Europa

Di Maria Cristina Renis
firenzeinverno.600
6 novembre 2014
Parchi giochi sulla neve, mercatini di Natale, piccole e grandi città d'arte italiane, da Assisi a Roma per il bimillenario dell'imperatore Augusto. Oppure le grandi capitali europee sulla scia anche di Harry Potter, degli Aristogatti, degli dei della Grecia e di Cristoforo Colombo. Infine una meta calda ma vicina

 

1) Per prendere confidenza con gli sci, si va a Cogne ...

 

Ai piedi del Gran Paradiso e immersa in un parco nazionale, Cogne (Ao) attira ogni inverno appassionati di neve e montagna, ma anche tante famiglie in cerca di un luogo tranquillo per le vacanze con i bambini.

 

Il paesino offre scorci deliziosi, con casette tipiche e negozi di artigianato locale, e i prati di S. Orso, accanto al centro abitato, si trasformano in un’immensa distesa bianca dove grandi e grandicelli si divertono con lo sci di fondo mentre i più piccoli prendono confidenza con la neve nell’enorme parco giochi o nell’area gonfiabili.

 

Ma ci sono anche tanti itinerari da percorrere a piedi passeggiando nei boschi per raggiungere le celebri cascate di ghiaccio di Lillaz, a 10 minuti dal centro. La varietà di eventi legati alla tradizione, infine, completano l’offerta per una vacanza davvero a misura di famiglia. www.cogneturismo.com

 

 

2) ... oppure a Bormio se i vostri bimbi sono fan dei Gormiti

 

Regina dell’Alta Valtellina, Bormio (So) ha un comprensorio che fa felici davvero tutti gli amanti della neve e degli sport bianchi, a partire dai più piccoli: per gli sciatori in erba c’è il “Gormiti Park”, uno spazio con le sagome dei personaggi e slittini a tema. Per i principianti ci sono anche i campi scuola “in quota”, a Bormio 2000 (molto grande, con noleggio attrezzatura, bar e ristoranti) e al Ciuk (tranquillo, raggiungibile in auto). Tante le offerte e le riduzioni pensate per le famiglie: i bambini sotto gli 8 anni possono avere lo skipass gratuito per ogni adulto che ne acquista uno con validità da 3 a 21 giorni consecutivi. Dal 10 gennaio all’11 aprile c’è “Sabato in famiglia”: chi acquista un giornaliero potrà averne uno omaggio per il proprio bambino (nato nel 2007 o dopo), mentre il “Piano famiglia”, valido per nuclei famigliari di almeno 3 persone, prevede lo sconto del 10 % sugli skipass da 3 a 7 giorni consecutivi. Per famiglie composte da più di 4 persone, il quinto skipass è addirittura omaggio. E per il relax dopo lo sci ci sono le fantastiche terme di Bagni Nuovi e Bagni Vecchi. www.bormio.eu

 

 

3) I mercatini dell'Alto Adige per respirare l'atmosfera di Natale

 

I preparativi, le decorazioni, l’albero, il calendario dell’Avvento, la letterina per i regali…: il Natale è per i bambini la festa più bella dell’anno e viverlo in montagna è un’emozione unica, con il paesaggio innevato come cornice per assaporarne l’atmosfera.

 

La tradizione dei mercatini di Natale, poi, è nata proprio in montagna, nei paesi nordici: perché allora non approfittare del ponte dell’Immacolata per una gita in Alto Adige e gironzolare per le bancarelle a caccia di acquisti tipici?

 

Qui infatti i vari mercatini animano piazze e strade con tipiche casette e artigiani all’opera, musica e profumi di vin brulè e zenzero, spettacoli di animazione per bambini con lettura di racconti, creazione di piccole decorazioni e canti dell’Avvento e talvolta anche laboratori creativi per imparare a confezionare belle decorazioni o preparare deliziosi biscotti.

 

I cinque mercatini dell’Alto Adige sono in programma nelle piazze centrali di Bolzano, Brunico, Vipiteno, Merano e Bressanone dal 29 novembre al 6 gennaio. www.suedtirol.info/it

 

Hotel suggerito da www.bimboinviaggio.com in ALTO ADIGE

Family Hotel Posta – 4 stelle

Via Dursan, 3239047 , Santa Cristina in Val Gardena (BZ)

Alto Adige

Sorvegliato dalle cime dei Monti Pallidi nel centro di Santa Cristina di Val Gardena, il Family Hotel Posta è un albergo a dir poco magico. Fate, elfi e folletti ne abitano il grande parco, e accompagnano i bambini nelle passeggiate tra i prati e i boschi in alta quota, per schiudere loro i segreti della natura. Nella casetta gialla con le finestre bianche abita invece l’elefantino Dumbo, che ha riempito la sua dimora di tanti giochi per i bimbi, una cucina dove ogni pomeriggio sforna torte e biscotti, e un cinema per guardare assieme i cartoon preferiti. L’hotel ha anche un bellissimo wellness dove i genitori possono ritemprarsi. Nel beauty center Cinderella si eseguono trattamenti benessere ispirati alla filosofia del naturale: massaggi bioenergetici al viso, trattamenti purificanti alle erbe alpine, oli di pino mugo e pino cembro. Oppure impacchi alle vitamine per stimolare il collagene e nutrire in profondità la pelle. Anche per i bambini sono in programma preziosi momenti di rigenerazione, come il massaggio “Magia dei bimbi” o il trattamento “manine e piedini”.

 

4) A Bari, la vera patria di Babbo Natale ...

 

Forse non tutti sanno che il San Nikolaus dei paesi del Nord Europa, che porta i doni ai bambini il 6 dicembre, giorno a lui dedicato, è in realtà la “versione nordica” di S.Nicola, patrono di Bari, vissuto nel 3 sec. d.C. e divenuto dal medioevo il santo che per tradizione portava dolci agli orfani chiusi nei conventi. Nel capoluogo pugliese il culto del santo è molto sentito e in occasione del 6 dicembre la città lo festeggia in pompa magna dando inizio simbolicamente anche ai preparativi per il Natale imminente. Nel cuore della città vecchia, infatti, viene allestito un mercatino tematico con prodotti tipici, artigianato, idee regalo, presepi ed enogastronomia a tema natalizio. Tipiche casette in legno, addobbate secondo la tradizione natalizia, danno vita a un vero e proprio “villaggio di Babbo Natale”, con profumi, giochi di luce, musiche, sorprese e magie, che porteranno per mano bambini e adulti in un’atmosfera ricca di attesa, quella che solo l’arrivo del Natale sa dare. www.infopointbari.com

 

 

5) ... oppure ad Assisi, a casa di San Francesco

 

I bambini lo studiano a scuola e a catechismo ed è da sempre uno dei santi più conosciuti e amati: la storia e il credo di S.Francesco, infatti, toccano anche chi non ha uno stretto rapporto con la religione cristiana. Il ragazzino ricco e birichino, viziato e coccolato, che abbandona tutto per aiutare chi ha bisogno e parlare con gli animali piace molto ai bambini di tutte le età.

 

Visitare Assisi prima di Natale, poi, offre l’occasione per ricordare che fu proprio S.Francesco a inventare del presepe, per rievocare le origini umili di Gesù Bambino. Dopo la visita alla Basilica e alla chiesa di S.Chiara, vale la pena di fare una gita anche alla vicina e deliziosa Gubbio, dove secondo la tradizione il santo parlò con un feroce lupo trasformandolo in un animale docile e amico dei più piccoli. www.assisionline.it

 

Hotel suggerito da www.bimboinviaggio.com in UMBRIA

Borgo Hotel Le Terre del Verde
Loc. Badia Val di Rasina
06023 , Gualdo Tadino (PG)

Umbria

Il Borgo Hotel Le Terre del Verde è un’ottima struttura ideale per famiglie che desiderano apprezzare gli aspetti più genuini della vita. La vacanza è un’occasione straordinaria da condividere con tutta la famiglia, e qui sarà un’esperienza indimenticabile inoltre le famiglie ed i bambini in particolare potranno scoprire il bosco e i suoi affascinanti segreti.L’Hotel si trova tra alcune delle più belle città umbre Assisi e Gubbio e a pochi minuti dall’Appennino umbro marchigiano. L’albergo si trova immerso in una tenuta di circa 500 ettari, una collina che tra boschi millenari e pascoli, ospita allevamenti di manzo, pecore, capre e maiali di cinta senese e oltre a questo, allo stato selvatico, si possono incontrare lepri, caprioli, scoiattoli, volpi, fagiani, aironi, falchi, poiane e altri simpatici amici che faranno la gioia dei bambini. Al Ristorante “La Muccheria” è disponibile il menu per bambini.
I genitori possono rilassarsi nel bel Centro Benessere Badia. Molto interessanti le attività proposte dal baby club Bimbobosco le baby sitter organizzano tanti giochi a tema, tutti nel verde a contatto con la natura e con gli animali. I bambini saranno stimolati da tante attività e potranno esprimere la loro creatività, potranno fare nuove amicizie e socializzare con bambini di nazionalità diverse.

 

 

6) A Roma, con l’imperatore Augusto

 

Roma è una meta affascinante a tutte le età, ma per i bambini che hanno iniziato a studiare la storia e a conoscere i suoi monumenti sui libri di scuola vederli dal vivo regala un’emozione unica. Quest’anno poi c’è un motivo in più per visitare la Città Eterna: ricorre infatti il bimillenario di Augusto, il fondatore dell’impero, morto nel 14 d.C., e le Scuderie del Quirinale gli dedicano una mostra che resterà aperta fino a 9 febbraio.

 

Obbligatoria una passeggiata ai Fori Imperiali e al Colosseo, ma anche una visita al presepe e all’albero di piazza San Pietro, per poi continuare attraverso le vie del centro storico alla scoperta di antichi palazzi e delle innumerevoli fontane simbolo di Roma. Come quella dei fiumi opera del Bernini che adorna piazza Navona, dove si snodano le bancarelle del mercatino natalizio con un tripudio di artigianato, giocattoli, addobbi per l’albero e per il presepe, con la musica degli zampognari in sottofondo. Il tutto ravvivato da un menestrello che camminando per il centro storico racconta gli aneddoti più misteriosi della città. www.turismoroma.it

 

 

7) A Verona, sul balcone di Giulietta

 

Città degli innamorati per antonomasia, Verona offre anche ai bambini spunti interessanti. A cominciare da piazza Bra, dove si staglia l’Arena, ovvero l’anfiteatro romano “fratello minore” del Colosseo romano, fatto costruire nel I secolo d.C. dall’imperatore Vespasiano poiché la città ormai era abbastanza grande e i cittadini avevano bisogno di un luogo pubblico dove assistere agli spettacoli. E poi ci sono Giulietta e Romeo, gli sfortunati innamorati descritti da Shakespeare: in via Cappello, vicino a piazza delle Erbe, si può visitare la casa di Giulietta e il celebre balcone da cui la fanciulla si affacciava per ascoltare il suo Romeo. Immancabile una foto accanto alla statua nel cortile o sul balconcino. Tappa interessante è anche l’Adige, che si attraversa sul Ponte di Castelvecchio per poi andare alla scoperta del castello medievale omonimo, con le sue grandi torri, il muro orlato di merli e le grandi stanze all’interno. www.turismoverona.eu

 

 

8) Ai musei di Firenze, come in una favola

 

Celebre in tutto il mondo per i suoi tesori artistici, Firenze riserva ai bambini mille opportunità per visitare i musei senza annoiarsi ma appassionandosi all’arte. Dopo un tour della città con tappe a piazza Duomo, in piazza Signoria, a S.Croce e a Ponte Vecchio, si visita uno degli innumerevoli musei con una visita guidata per famiglie organizzate dal polo museale di Firenze quasi tutti i weekend (attività gratuite per bambini, solo l’adulto paga l’ingresso): si può scegliere tra gli Uffizi, il Bargello, San Marco, Galleria dell’Accademia e d’Arte moderna.

 

Tutti gli itinerari didattici per bambini spiegano le opere custodite attraverso il racconto di miti, favole e simboli. Visite interattive e laboratori d’arte per bambini dai 7 ai 12 anni anche a Palazzo Strozzi e al museo archeologico dove è custodito il vaso François, un capolavoro della ceramica attica del VI sec. a.C.: qui i bambini possono scoprire le avventure mitiche degli dei e degli eroi, raccontate in immagini attraverso le sculture e le pitture vascolari. www.firenzeturismo.it

 

 

9) A Pisa, sulle orme di Galileo (o ricreando Modigliani)

 

Pisa non è solo la città della Torre Pendente, che comunque da sola vale il viaggio. In piazza dei Miracoli, dove si staglia accanto al Duomo e al Battistero, è bello intraprendere un viaggio nel mondo meraviglioso delle immagini di animali che si trovano sugli edifici religiosi: avevano solo una funzione ornamentale o per quale altro motivo sono stati inseriti tra figure di Santi e personaggi della Bibbia? Ma il Duomo era anche il luogo dove pregava Galileo Galilei, illustre scienziato che nacque proprio qui, ma anche fedele cattolico che cominciò ad azzuffarsi col papa.

 

A Pisa sono molti i luoghi che frequentò, ma ai bambini piacerà soprattutto il Palazzo Reale (Lungarno Pacinotti), dalla sommità della cui torre Galileo puntò i suoi cannocchiali verso la volta celeste scoprendo le 4 lune di Giove, chiamate appunto “Pianeti Medicei”. Fino a febbraio, inoltre, a Palazzo Blu c’è la mostra dedicata a Modigliani (pittore e scultore celebre per i ritratti dai colli affusolati) con visita guidata e laboratori per bambini dove possono realizzare la propria testa. www.turismo.pisa.it

 

 

10) Ad Atene, nella patria degli dei

 

Per far capire e apprezzare ai bambini la storia greca studiata a scuola non c’è niente di meglio che un viaggio ad Atene (che tra l’altro gode di un clima temperato anche in inverno). Il tour comincia dall’Acropoli, una collina di 150 metri nel cuore della città dove nel V sec. a.C. furono costruiti i quattri capolavori dell’arte classica greca cioè il Partenone, tempio dedicato alla dea Atena, i Propilei, ovvero gli ingressi monumentali della zona sacra, l’Eretteo e il tempio di Atena Nike.

 

Da non perdere il museo dell’Acropoli, con varie statue rappresentanti gli dei greci e le metope (alcune decorazioni) del Partenone che raccontano alcuni dei miti più famosi, come la lotta degli dei contro i Giganti e la guerra di Troia. Divertirà molto i bambini anche assistere al cambio della guardia in piazza Syntagma, davanti al Parlamento, da parte dagli “euzone”, soldati in costume tradizionale greco che sorvegliano il milite ignoto. Il cambio della guardia avviene ogni ora, ma è effettuata con maggior pompa e solennità la domenica alle 10.

 

Non si può ripartire da Atene prima di una gita a capo Sunio, a un’ora dalla città, sulla punta estrema della penisola dell’Attica, dove si trova il tempio dorico di Poseidone. Un luogo magico capace di offrire uno dei più bei tramonti che farà amare la Grecia per sempre. www.atene.org

 

 

11) A Barcellona, tra Colombo e i Maya

 

Anche se Cristoforo Colombo non partì per l’America da Barcellona, ma da Palos, la città catalana gli ha dedicato un monumento situato al termine della Rambla, vicino al mare. In realtà si tratta di un belvedere (si chiama infatti Mirador de Colom) inaugurato nel 1888 in occasione dell’Esposizione Universale e costituito da una colonna alla cui sommità è situata la statua del navigatore.

 

All’interno della colonna c’è un ascensore che permette di accedere al belvedere, a 60 metri d’altezza, dal quale si può ammirare tutta la città. Molti pensano che il braccio di Colombo teso verso il mare stia a indicare l’America, ma il nuovo continente si trova nella direzione opposta; altri ancora invece pensano che la statua sia rivolta verso Genova, città natale del navigatore.

 

Dopo aver studiato i Maya, a Barcellona si può approfittare di una visita al museo della cioccolata (Calle Carrer Comerç 36, nel quartiere del Borne, gratis fino a 7 anni): qui si racconta tutta la storia del cioccolato, dalle sue origini di bibita piccante dei popoli americani, fino all’uso attuale nelle classiche tavolette. Inoltre, vengono organizzate anche attività dove si apprende l’arte del pasticcere. E per finire un bar dove assaporare o acquistare tutte le tipologie di cioccolate commestibili, magliette e altri gadget. www.turismedebarcelona.eu

 

Hotel suggerito da www.bimboinviaggio.com a BARCELLONA

Gran Hotel la Florida
Ctra Vallvidrera al Tibidabo 83-93
08035, Barcellona

Spagna

Benvenuti in un luogo accattivante. Il Gran Hotel la Florida è un meraviglioso hotel a Barcellona per concedersi una vacanza di lusso con la famiglia. Grazie alla sua posizione privilegiata sulla collina del Tibidabo, il Gran Hotel La Florida 5 * GL, con una vista spettacolare sulla città e sul golfo, è considerato come uno dei migliori resort di lusso urbano della città.
Per le famiglie bellissime family room di varie dimensioni: da 35m2 a 58m2 ottime per il comfort della vostra famiglia durante il soggiorno. Una family room ha addirittura 25m2 di terrazza privata con un tavolo esterno e sedie e lettini.
L’hotel dispone di una meravigliosa SPA dove è possibile fare trattamenti con prodotti della linea a base di essenze naturali l’Occitane. Dal momento in cui si entra in una Spa di L’Occitane i profumi trasportano in Provenza. Grazie alla sua atmosfera tranquilla, un design avvolgente ed i migliori prodotti, la Spa di L’Occitane è un santuario di relax, dove la mente, il corpo e lo spirito sono in totale armonia: la vera quintessenza del benessere.

 

 

12) A Londra con Pongo o Harry Potter

 

Chi ha visto “La carica dei 101” può ripercorrere a Londra gli itinerari dei celebri dalmata insieme ai bambini: l’incontro tra i due cani e i rispettivi padroni avviene al ponticello di Regent’s Park, da qui si può passeggiare fino al laghetto, dove sboccia l’amore tra i quattro zampe e i loro padroni, e oltre la collina di Primrose, da cui i protagonisti osservano Londra sul far del tramonto.

 

Ma Londra significa anche Harry Potter: chi non ricorda l’Hogwarts Express in partenza dal binario 9 ¾? Si trova nella stazione dei treni di King’s Cross St. Pancras, dove è stato allestito il binario “per i turisti”, sul lato sinistro della stazione. Anche il Paiolo Magico, il locale dal quale si ha accesso a Diagon Alley, si trova al 42 Bulls Head Passage al Leadenhall Market, e il negozio che si trova al suo posto è The Glass House.

 

Allo zoo di Londra si svolge invece l’episodio del serpente in “Harry Potter e la pietra filosofale”. Lo zoo si trova a nord di Regent’s Park ed è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17.30. Ultima tappa il Lambeth Bridge, a sud di Westminster, ovvero il ponte sul quale si svolge la simpatica scena dell’autobus che si restringe per passare tra i due bus tradizionali. Il Millennium Bridge infine è il ponte pedonale che viene distrutto dal passaggio dei Mangiamorte all’inizio di “Harry Potter e il Principe Mezzosangue”: si trova tra il ponte di Southwark e quello di Blackfriars. www.visitlondon.com

 

Hotel suggerito da www.bimboinviaggio.com a LONDRA

Hotel Lancaster London

Lancaster Terrace
W22TY , Londra

Inghilterra

Il Lancaster London ha una posizione ideale e centralissima, affaccia su Hyde Park e sul retro ha una fermata della metropolitana, quella di Lancaster gate per la precisione, dalle camere si gode una vista magnifica, Marble Arch ed il crocevia dei negozi di Oxford Street distano solamente 5 minuti a piedi, mentre per raggiungere Knightsbrigde e Harrods occorrono 10 minuti in taxi o 5 in metropolitana. Il team del Lancaster London è molto impegnato nei confronti delle famiglie e infatti mettono a disposizione su richiesta: passeggini, scalda biberon, sterilizzatori per biberon, fasciatoio stuoie, seggioloni , vasche da bagno per bambini.I due ristoranti Island Grill e Nipa Thai sono ottimi, il primo offre una selezione di piatti della moderna cucina europea ed il secondo raffinate delizie tailandesi. Il lounge bar è perfetto per rilassarsi la sera. L’hotel offre anche un gustoso e ricco the nel pomeriggio assolutamente da provare.
L’hotel, per tutto l’autunno inverno, in occasione dell’uscita del film “Paddington Bear”, riserva un trattamento d’onore ai bimbi. Le famiglie che richiederanno il “pacchetto dell’orso Paddington” l’hotel avranno infatti:

soggiorno di tutta la famiglia, per un massimo di 4 persone, in 2 superior “city view”, comunicanti se richiesto
un orsetto omaggio per i bambini
ricca prima colazione a buffet
una scelta molto ampia di film per bambini dalla TV della camera
accappatoio e ciabattine per grandi e piccini
I bambini, veri clienti privilegiati, avranno inoltre:
una vip card per il ristorante che include un omaggio
un frisbee per giocare nel vicino Hyde Park
una cartolina da spedire agli amici
un set di matite ed un libro da colorare
Il pacchetto così come illustrato per 4 persone (due adulti e due bambini) costa 259 sterline a notte.

 

 

13) A Parigi, da Notre Dame agli Aristogatti

 

Anche Parigi è stata il teatro di numerosi cartoni animati, ed è bello visitarla con i bambini percorrendo i luoghi che hanno fatto da sfondo a queste appassionanti storie. Si può cominciare dalla cattedrale di Notre Dame, dove Quasimodo, il gobbo campanaro che vi abita, conosce Esmeralda.

 

Dopo un giro nella piazza sottostante e sulla Senna, anch’essi scenari del film dedicato al gobbo, si prosegue per il Quartiere Latino, dove si stagliano sontuosi palazzi che ricordano la lussuosa residenza di Madame Adelaide e degli Aristogatti Duchessa, Minou, Matisse e Bizet.

 

E da qui ai Jardin de Luxembourg il passo è breve: qui si possono incontrare gatti in carne e ossa che si lasciano accarezzare e coccolare, anche se non sono aristocratici e vezzosi come nel cartone Disney… Da non perdere infine Les Marionnettes du Champ de Mars, un teatro nei pressi della Tour Eiffel, dove due volte alla settimana si tengono divertenti spettacoli di marionette; spettacoli nel parco invece a Guignol du parc de Saint-Cloud. it.rendezvousenfrance.com

 

Hotel suggerito da www.bimboinviaggio.com a PARIGI

Le Prince Regent Residence and Spa

Rue Monsieur le Prince
75006 , Parigi

Francia

Per un soggiorno a Parigi con la famiglia suggeriamo un bellissimo residence ubicato nel cuore del 6°arrondissement, il Prince Regent Residence & Spa. La struttura, situata in un edificio del XVIII secolo, lussuosamente restaurato come hotel per appartamenti, è vicina ai Jardin du Luxembourg e all’Odeon. Il Prince Regent Residence offre un soggiorno di grande livello, con servizi di qualità e arredamento contemporaneo. Nelle vicinanze la Sorbonne e le altre università parigine rendono questa zona particolarmente piacevole per chi soggiorna a Parigi con i bambini, qui infatti la vita non è mai noiosa ed il quartiere è ricco di bar, ristoranti e gradevoli negozi.
La reception è aperta tutti i giorni dalle 7 am a mezzanotte. Un angolo office con scrivania e computer è a disposizione dei clienti. Per qualsiasi servizio, recatevi alla reception e chiedere direttamente al concierge. Sarà lieto di aiutarvi ad organizzare il vostro soggiorno parigino (navetta per aeroporto, tour, spettacoli, suggerimenti per le cose da vedere con i bimbi, etc.).
Gli appartamenti sono luminosi e spaziosi e dispongono di cucina: una vera comodità se si hanno bimbi piccoli, andare al ristorante è divertente ma in una grande città la sera a volte si ha anche voglia di ritirarsi in completo relax insieme ai propri figli.
La struttura ha anche un bellissimo wellness con piscina, sauna e bagno turco dove è possibile rilassarsi con massaggi e trattamenti personalizzati.

 

 

14) Berlino: dai Babilonesi ai fratelli Grimm

 

Un viaggio a Berlino offre migliaia di spunti storici ai bambini. A cominciare dalla porta di Ishtar, una delle otto di Babilonia (VII sec. a.C.) la cui ricostruzione è conservata al Pergamon Museum, con le celebri decorazioni dei “leoni andanti”. Tappa obbligata anche al Checkpoint Charlie, il posto di blocco sul confine tra le due Berlino, in funzione dal 1945 al 1990: dopo la riunificazione il punto di controllo venne abbattuto, la baracca di guardia originale trasferita nell'Alliertenmuseum e nel 2000 ne venne inaugurata una ricostruzione fedele, divenuta in breve tempo di grande richiamo turistico. I più piccoli invece sogneranno ad occhi aperti davanti alla fontana Marchenbrunnen, ovvero la fonte delle fiabe situata all’interno del parco cittadino di Friedrichshain, che mostra 106 statue raffiguranti i personaggi più amati dai più piccoli, cioè i protagonisti delle favole dei fratelli Grimm. www.visitberlin.de

 

 

15) A Tenerife (Canarie), in missione sul vulcano

 

Temperatura mite per 12 mesi l’anno, poche ore di volo dall’Italia e un buon rapporto qualità/prezzo. Per una vacanza all’insegna del relax e della natura Tenerife, la maggiore delle isole Canarie, è senz’altro una meta appetibile. Escursione da non perdere per chi viaggia coi bambini è il vulcano Teide (oltre 3000 metri), all’interno di un parco nazionale: il Pico del Teide (il “monte infernale”) è la vetta più alta della Spagna e la sua cima è raggiungibile mediante un percorso di vera montagna. Il paesaggio, prima tipicamente marino, diventa velocemente alpino e poi quasi lunare, e da molti è paragonato al mitico West americano.

 

La temperatura si abbassa rapidamente, quindi è bene portare piumini e pile per contrastare sbalzi anche di decine di gradi. Salendo sul Teide si ammirano paesaggi di roccia a strapiombo sul mare, piantagioni di banane e le spiagge nere della costa nord, vicino alla capitale Santa Cruz.

 

Oltre alle bellezze naturali dell’isola, i bambini apprezzeranno anche attrazioni turistiche sicuramente più “artificiali” ma altrettanto piacevoli, come il Loro Parque, uno zoo/parco divertimenti vicino alla capitale Santa Cruz, dove godersi spettacoli di orche e delfini, pinguini, pappagalli e gorilla. Sconsigliata invece la balneazione: l’oceano è piuttosto pericoloso e freddo, meglio divertirsi in sicurezza nelle piscine degli alberghi o al parco acquatico Lago Martianez, che comprende 7 laghi artificiali con acqua di mare (che rappresentano le 7 isole Canarie) immersi in un giardino tropicale e attrezzato con aree bimbi, ristoranti e bar. www.turismodecanarias.com

 

Hotel suggerito da www.bimboinviaggio.com a TENERIFE

Abama Golf & Spa Resort

Abama, Guía de Isora
Tenerife

Spagna

Abama Golf & Spa Resort, resort di lusso per famiglie con bambini, sorge in una tenuta di 160 ettari in una splendida posizione sull’isola di Tenerife.
In questa felice isola le temperature sono primaverili tutto l’anno e quando il sole spende si può tranquillamente prendere il sole e fare il bagno.
Intorno all’hotel suggestivi paesaggi vulcanici, una vegetazione lussureggiante con oltre 300 varietà di piante, alberi e palme, con una vista panoramica mozzafiato sull’Oceano Atlantico e sull’isola di La Gomera. Il resort d dispone di 469 bellissime camere con varie tipologie e grandezze, di 10 ristoranti (2 due dei quali premiati con stelle Michelin) e 3 bar. Altro punto di forza una bellissima SPA. C’è una bella spiaggia privata di sabbia dorata a cui si accede tramite una caratteristica funicolare. Ma la cosa decisamente eccezionale è il KIDS CLUB dedicato ai bambini di 4 – 12 anni. Suddiviso in otto diverse aree tematiche, si passa dall’astronomia alla fauna locale, al teatro, alle arti ed ai mestieri è un luogo eccezionale dove i bimbi trovano occasioni di apprendimento oltre che di svago e divertimento. Particolarmente divertente la piscina dedicata dove si svolgono vari giochi: giorno Splash, guerra dei palloncini d’acqua, scivolo acquatico, schiuma Party. Tanti film Disney a disposizione per i momenti di relax, Wii e Play Station 3 per giocare insieme. Area “Lego” per giochi creativi e di immaginazione, e per gli sportivi il calcio con un insegnante qualificato.