Aiuti alla famiglia in Emilia Romagna

A Bologna bonus bebè da 300 euro al mese, domande entro il 7 febbraio

Di Nostrofiglio Redazione
bambino-nanna.1500x1000
8 gennaio 2014
I genitori bolognesi con un bimbo nato nel 2013, che non hanno inserito il figlio al nido e hanno usufruito dell'astensione facoltativa dal lavoro possono chiedere un contributo economico nell'ambito del progetto Zerododici. Si tratta di 300 euro al mese per le mamme e 400 euro al mese se a stare a casa dal lavoro è il papà. L'ISEE non deve superare i 21mila euro al mese

Se siete diventati genitori nel 2013 e non avete inserito il vostro bebè al nido, usufruendo dell'astensione facoltativa dal lavoro, e se avete un reddito basso, potete rivolgervi a "Zerododici": un contributo economico a sostegno della maternità e paternità.

 

Mamme e papà di Bologna potranno ricevere 300 euro per ogni mese di aspettativa facoltativa usufruito nel primo anno di vita del bambino, fino a un massimo di nove mesi. Le domande devono essere inviate in comune dal 7 gennaio al 15 febbraio. A darne notizia è il Corriere della sera, edizione di Bologna.

 

LEGGI ANCHE BONUS BEBE' E AIUTI ALLA FAMIGLIA PREVISTI DALLA LEGGE DI STABILITA' PER IL 2014

 

Il bonus è un contributo mensile (300 euro, appunto), attribuito per ogni mese di aspettativa facoltativa usufruito. In tale periodo il bambino non deve avere frequentato o frequentare il nido d’infanzia. Il servizio "Zerododici" del Comune è cofinanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

 

Se a stare a casa dal lavoro per accudire il bebè è il padre, il Comune stanzia qualche soldo in più, 100 euro. Il contributo di 300 euro può essere infatti maggiorato (più 100, appunto) se ad usufruire dell'aspettativa è il papà, in alternanza con la mamma. Il sostegno diventa di 400 euro anche se il bimbo è portatore di handicap, se in famiglia c'è un solo genitore e se il parto è stato gemellare

 

Entrambi i genitori devono essere lavoratori; l'ISEE del nucleo familiare non deve superare i 21 mila euro; il bimbo dev'essere nato nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2013 e il 31 dicembre 2013. Anche i lavoratori autonomi possono accedere al contributo nel caso si astengano dal lavoro uno o più mesi fino a un massimo di sei nel primo anno di età del bambino.

 

La domanda del contributo deve essere inviata per posta dal 7 gennaio al 15 febbraio al Settore Istruzione – Comune di Bologna, Piazza Liber Paradisus, 6 40129 Bologna. Ecco dove poter scaricare la domanda: http://www.comune.bologna.it/media/files/domanda_zerododici_avvizo_gennaio_2014.pdf

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ASSEGNO PER LE FAMIGLIE NUMEROSE, COME SI OTTIENE

 

Leggi tutti gli approfondimenti della sezione bonus bebè 2014

Ti potrebbero interessare anche:

Emilia Romagna, borse di studio per studenti delle superiori

Emilia Romagna, esenzione ticket sanitario

DAL FORUM Bonus, agevolazioni e aiuti per le famiglie: Assistenza fiscale, agevolazioni fiscali, bonus, aiuti alle famiglie. Risponde Giuseppe Mastrototaro, responsabile del Centro Raccolta Caf Fenapi Bisceglie