Bonus bebè 2019

Bonus bebè 2019: importi, requisiti e domanda

Di Sveva Galassi
bonusbebe
10 Gennaio 2019 | Aggiornato il 17 Giugno 2019
La Legge di Bilancio 2019 ha approvato, con qualche modifica, il bonus bebè, il contributo economico per i neonati, i bambini presi in adozione o in affidamento. La richiesta di questa agevolazione, erogata per il solo primo anno di vita del bambino, è riservata solo alle famiglie a basso reddito (al di sotto dei 25000 euro). Ecco requisiti, importi e modalità di accesso.
Facebook Twitter Google Plus More

Il Bonus bebè era stato assegnato per un periodo di tre anni a favore dei nati o dei minori adottati nel triennio 2015-2017 ed è stato, in seguito, riconosciuto soltanto per la durata di un anno anche per i nati o adottati nel 2018.

 

Infine, è stato, con l'approvazione della Legge di Bilancio 2019, esteso anche ai nati o adottati dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, fino al compimento del primo anno di età o di ingresso nel nucleo familiare.

 

Bonus bebè 2019

 

Però il bonus bebè, il contributo economico per i neonati, i bambini presi in adozione o in affidamento, è stato approvato dalla legge di bilancio del 2019 con qualche modifica. L'assegno sarà erogato soltanto per il primo anno di vita di un figlio e non più per i primi tre anni (come succedeva fino al 2017).

 

In particolare, con la circolare INPS 7 giugno 2019, n. 85, l’Inps ha offerto chiarimenti più dettagliati sui requisiti, sugli importi e sulle modalità di accesso all’assegno di natalità, detto pure Bonus Bebè, per il 2019.

 

Come già anticipato, è stato quindi esteso anche ai nati o adottati dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, fino al compimento del primo anno di età o di ingresso nel nucleo familiare. Per la sua applicazione è previsto anche un aumento dell’importo del 20% in caso di figlio nato o adottato nel 2019 successivo al primo.

 

I limiti di spesa sono stati fissati a 204 milioni di euro per il 2019 e a 240 milioni per il 2020. L’importo maggiorato del 20% si applica anche ai parti gemellari.

 

LEGGI PURE: Bonus bebè, entro il 13 giugno la domanda per i nati nel 2019

 

Cos'è e a chi è rivolto

 

Dunque, il Bonus Bebè è un assegno mensile destinato alle famiglie per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018 o dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, con un ISEE non superiore a 25.000 euro. L’assegno è annuale e viene corrisposto ogni mese fino al compimento del primo anno di età o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione o affidamento preadottivo.

 

La richiesta di questa agevolazione è riservata solo alle famiglie a basso reddito (al di sotto dei 25000 euro). Per questa ragione, ci sono dei precisi requisiti a livello di reddito Isee nei quali rientrare per poter fare domanda per il bonus bebè 2019.

 

Bonus Bebè, requisiti, importi e ISEE

 

Il Bonus Bebè spetta a condizione che il nucleo familiare del genitore richiedente, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, sia:

  • residente in Italia,
  • in possesso di un ISEE in corso di validità non superiore a 25.000 euro.

L’importo del Bonus Bebè cambia in base al valore dell'ISEE minorenni. Se non è superiore a 25.000 euro annui, ammonta a 80 euro al mese per un massimo di 12 mesi (960 euro annui); con la maggiorazione, 96 euro al mese per un massimo di 12 mesi (1.152 euro annui).

 

Infine, se il valore non è superiore a 7.000 euro annui, ammonta a 160 euro al mese per un massimo di 12 mesi (1.920 euro annui); con la maggiorazione, 192 euro al mese per un massimo di 12 mesi (2.304 euro annui).

 

La maggiorazione è riconosciuta per ogni figlio successivo al primo del genitore richiedente "purché sia rispettato il requisito della convivenza tra tali due soggetti".

 

Bonus bebè 2019, come fare domanda

 

La domanda di assegno si presenta online all’INPS, di regola, una sola volta per ogni figlio attraverso il servizio dedicato, che permette di visualizzarne anche l'esito.

 

In alternativa si può fare domanda tramite:

 

  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • Enti di patronato e intermediari dell'Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

TI PUO' INTERESSARE ANCHE: Aiuti alla famiglia 2019, tutti i bonus del 2019

 

Aggiornamento del 15 maggio 2019: il bonus bebè potrebbe essere più cospicuo. Sono stati infatti presentati due emendamenti al 'decreto crescita' su ampliamento economico del bonus bebè e detrazioni fiscali per l'acquisto di latte in polvere e pannolini.

 

Per maggiori informazioni, consultare il sito INPS