Aiuti alla famiglia

Abruzzo, bonus bebè per il 2012

20 Febbraio 2012
Guarda se hai diritto a bonus, aiuti, finanziamenti.
Facebook Twitter Google Plus More

Contributi per i nuclei numerosi

A favore delle famiglie numerose (con almeno quattro figli) la regione ha in corso un progetto per l’abbattimento dei costi dei servizi (ossia utenze domestiche, spese per la frequenza e il trasporto scolastico). La Regione fornisce le linee guida ma spetta poi alle singole Amministrazioni organizzare e gestire concretamente tutte le attività.

Si consiglia quindi di tenere sotto controllo avvisi e notizie del Comune di residenza per non perdere la possibilità di beneficiare di alcuni servizi.

PESCARA

Il comune di Pescara ha invece attivato nel 2011 il progetto Microcredito Provita grazie al quale vengono concessi piccoli finanziamenti (fino a 5mila euro, tasso d’interesse del 2,5% e piano di rimborso di 36 mesi) per avviare nuove attività lavorative, fare fronte a rate di affitto e bollette arretrate e sostenere spese sanitarie, scolastiche, corsi di formazione o l'acquisto di un mezzo proprio, a favore delle famiglie con figli che non hanno le garanzie necessarie per rivolgersi alle banche tradizionali.

Il finanziamento è erogato dalla Banca di Credito Cooperativo Abruzzese, ma le domande devono essere presentate al Centro di Ascolto della Caritas (Via Monti 8, Pescara, tel: 085.6921292) che verificherà insieme a un comitato che ci siano i requisiti per usufruire del microcredito.

E’ stata prorogata fino al 28 febbraio la scadenza per la presentazione della domanda al comune per il “Contributo una tantum a sostegno del reddito delle famiglie in difficoltà economiche" che prevede l'assegnazione di una cifra tra i 1.000 e i 2.000 euro in base a una griglia di requisiti (numero di figli, uno o due genitori senza lavoro), a cui corrisponde un punteggio. Per la richiesta, è anche indispensabile avere un reddito ISEE pari o inferiore a 18.000 euro. Per informazioni dettagliate, telefonare al Settore Politiche Sociali (Piazza Italia 13 – 1° piano Ufficio n . 23) al numero 085 4283029.

Un bonus di 2.000 euro una tantum è previsto dal comune per le famiglie numerose con 3 o più figli secondo una delibera comunale migliorativa (in genere, si intende famiglia numerose con 4 o più figli). In questo caso, è stilata una scaletta di punteggio in base al minimo reddito che dà diritto al bonus. Per info rivolgersi al comune.

TERAMO

Il comune di Teramo ha previsto il servizio di Assistenza socio educativa extrascolastica per i minori in situazione di disabilità. Un operatore qualificato segue il bimbo fuori dalla scuola, lo aiuta nell'apprendimento e può occuparsi anche del trasporto scolastico. Per usufruirne, occorre presentare domanda agli uffici comunali (Ufficio attività sociali - Via G. D'Annunzio, 120) con la certificazione della ASL.

Per le famiglie con 3 o più figli minori è previsto un assegno (erogato dall'Inps come quello di maternità) di una somma che varia in base al reddito ISEE. Si può presentare la domanda al comune entro fine gennaio di ogni anno per quello precedente.

Anche Teramo accoglie le domande per l'assegno di maternità a carico dei Comuni (1.556 euro) che spetta alle madri che non hanno nessun trattamento economico o lo ricevono in forma minore rispetto all'importo dell'assegno. Per richiederlo, l'indicatore ISE per l'anno 2010 non deve superare i 32.448 euro per un nucleo di 3 persone.

Nei prossimi mesi, ci informa il Comune, dovrebbe anche diventare operativa un'iniziativa per fornire una serie di voucher spesa alle famiglie a basso reddito.