Aiuti alla famiglia

Contributi per le famiglie numerose, la domanda entro il 31 gennaio

tre_bambini_corbis
25 Gennaio 2012
Chi ha almeno tre figli minorenni e reddito Isee di 22.074,95 euro può presentare la domanda per ricevere il contributo per le famiglie numerose relativo all’anno 2011. La domanda si presenta al comune di residenza che la inoltra all'Inps
Facebook Twitter More

Assegno per i nuclei familiari numerosi

Entro il 31 gennaio è possibile presentare la domanda per ricevere il contributo per le famiglie numerose relativo all’anno 2011. Si tratta di un contributo che può essere richiesto dalle famiglie che hanno tre figli minori di 18 anni.

La domanda può essere presentata anche da un genitore che sia cittadino comunitario, o straniero con lo status di rifugiato politico e di protezione sussidiaria. L’assegno spetta ogni anno finché permane il requisito dei tre figli minori.

La domanda può essere presentata ogni anno, entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per cui è richiesto il contributo, sempre che sussistano le condizioni richieste (cioè risorse economiche ridotte e almeno tre figli minori).

Per ottenere l'assegno occorre che:

  • il richiedente abbia la residenza anagrafica nel comune al quale presenta la domanda;

  • nel nucleo familiare siano presenti almeno tre minori di anni 18, figli propri o del coniuge o da essi ricevuti in affidamento preadottivo;

  • l'indicatore della situazione economica (Ise) sia inferiore o pari a un valore che per il 2011 è fissato in 22.074,95 € con riferimento a una famiglia di quattro persone, 23.736,50 € di cinque, 26.584,88 € di sei e in 29.670,63 € di sette componenti.

La richiesta è annuale. Per richiedere l'assegno è necessario presentare domanda scritta utilizzando il modulo predisposto scaricabile dal sito internet del comune entro il 31 gennaio 2012. La domanda deve essere corredata da certificazione Isee. L’ufficio procede alla verifica dei requisiti dei richiedenti e in caso positivo la inoltra all'Inps che provvede a erogare il pagamento entro 45 giorni dalla data di ricezione dei dati trasmessi dal comune a cadenza semestrale.