Aiuti alla famiglia

Toscana, bonus bebè per il 2012

20 Febbraio 2012
Guarda se hai diritto a bonus, aiuti, finanziamenti.
Facebook Twitter Google Plus More

Voucher nido

Un’interessante novità per i genitori di bimbi che frequentano il nido: per il 2012, la Toscana ha cambiato il sistema per la “riduzione” delle rette a chi ne ha i requisiti. Le risorse regionali per i Voucher nido vengono stanziate direttamente ai Comuni che provvedono all’assegnazione dei posti disponibili in base al reddito ISEE.

In questo caso, ogni singola Amministrazione è lasciata “libera” dalla Regione di stabilire il livello di reddito familiare per accedere a una tariffa direttamente scontata (ovviamente, la differenza è “colmata” con il fondo regionale concesso alle Amministrazioni). L’importo, quindi, può variare da Comune a Comune in base al tetto ISEE definito. Con il metodo precedente, invece, era previsto il rimborso alle famiglie a fine anno scolastico.

Microcredito agevolato

Per offrire un sostegno concreto alle famiglie in difficoltà economica è stato messo a punto dalla Regione il progetto Microcredito agevolato (in collaborazione con Anpas, Arci, Caritas, Fondazione toscana per la prevenzione dell'usura onlus e Misericordie).

L'agevolazione prevede l'appoggio della Regione (offre garanzie fino all'80 per cento agli istituti bancari) per ottenere un prestito fino a 4.000 euro a famiglia che potrà essere reso nell'arco di 5 anni a un tasso di interesse agevolato. Per richiederlo, occorre prendere contatto con i Centri di Ascolto, diffusi sul territorio, che si fanno carico di iniziare un percorso con la famiglia, una sorta di “tutor” per tutto il procedimento. Per trovare il Centro più vicino, si può chiamare l'Urp al numero verde 800860070.

Lo scorso anno è stato sperimentato un progetto (il bando si è chiuso il 31/01/2012) per agevolare l’uscita da casa di giovani, singoli e anche coppie intenzionate a mettere su famiglia o gruppi di amici. Dopo l’analisi di questo primo esperimento, si vedrà cosa fare nei prossimi mesi, in ogni caso sono previste altre opportunità per il 2012, anche se non sono ancora chiare forme e modalità.

Servizi per le famiglie numerose

Anche per il 2012, la Regione (http://www.regione.toscana.it) conferma il suo impegno verso le famiglie con quattro o più figli con il progetto chiamato “Famiglie numerose, servizi più leggeri”. A tale scopo, saranno stanziate ai Comuni delle risorse economiche per organizzare una serie di servizi, tra cui trasporto scolastico, la mensa scolastica, i nido d’infanzia e soluzioni alternative, i corsi comunali sportivi, di svago e/o tempo libero, i buoni acquisto testi scolastici e/o universitari. La rosa di agevolazioni, organizzata e gestita da ogni singolo Comune, sarà destinata a tutti i nuclei familiari, anche monogenitoriali, con quattro o più figli (anche maggiorenni), inclusi i bambini e i ragazzi accolti in affidamento familiare o in adozione. Per verificare eventuali opportunità in corso e le modalità di accesso, la Regione invita a tenere sotto controllo il sito del proprio Comune di residenza.

Gratis la prima visita dal dentista

Per i bambini nati nel 2003, è rinnovata per il 2012 l’iniziativa (coordinata con l'azienda ospedaliera Meyer http://www.meyer.it/lay_home.php?IDCategoria=1http://www.meyer.it/lay_home.php?IDCategoria=1http://www.meyer.it/lay_home.php?IDCategoria=1 ) per la prevenzione dentale tra i banchi di scuola e prevede anche una visita odontoiatrica gratuita. Sul sito della Regione, si trova l'elenco dei medici che aderiscono al progetto

http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/sezioni/salute/diagnostica_specialistica/rubriche/opportunita_scadenze/visualizza_asset.html_560824366.html .