Aiuti alla famiglia

Trentino Alto Adige, bonus bebè per il 2012

20 Febbraio 2012
Guarda se hai diritto a bonus, aiuti, finanziamenti.
Facebook Twitter Google Plus More

Assegno regionale

Il “pacchetto famiglia e previdenza sociale” della Regione Autonoma Trentino-AltoAdige riconosce l'assegno regionale al nucleo familiare a coloro che hanno almeno due figli minori, in base alle condizioni economiche e al patrimonio.

Per informazioni è possibile rivolgersi a qualsiasi patronato sul territorio regionale (i residenti nella Provincia di Bolzano, possono trovare info qui http://www.provincia.bz.it/it/servizi/servizi-categorie.asp?bnsvf_svid=1005180 , per la Provincia di Trento è possibile contattare l'Agenzia provinciale per l'assistenza e la previdenza integrativa http://www.apapi.provincia.tn.it/.

Provincia di Trento

Il nuovo anno si apre con un provvedimento a favore delle famiglie numerose: a partire dall'1 febbraio 2012, i nuclei familiari con figli a carico, dal terzo in poi, non dovranno più pagare il ticket per le prestazioni sanitarie nella Provincia.

Destinati alle mamme lavoratrici per favorire la conciliazione dei tempi di vita e lavoro sono i Buoni di servizio o Accompagnamento (previsti dalla Provincia di Trento fino al 31 dicembre 2013) per i figli a carico fino a 16 anni (18 anni nel caso di stato di handicap).

Questa iniziativa offre soluzioni educative o ricreative complementari e alternative alle classiche istituzioni presenti sul territorio per i minori in caso di una particolare esigenza o problema del genitore in orario extra scolastico o nei periodi di vacanza.

Ogni buono può avere un valore nominale compreso tra 900 e 1.500 euro in base al reddito e al patrimonio familiare (indicatore I.C.E.F.). Per maggiori informazioni, si può contattare il numero verde 800 163 870 o mandare una mail: buoniservizio.fse@provincia.tn.it.

Provincia di Bolzano

A tutte le mamme e i papà in preda a dubbi amletici sui grandi temi legati alla vita del bimbo, la Provincia mette a disposizione la consulenza di esperti al Telefono genitori che risponde al numero verde 800 892 829 (da lun a ven dalle ore 9.30 alle ore 12.00 e dalle ore 17.30 alle ore 19.30). Chi preferisce, può chiedere una consulenza via mail: consulenza@telefonogenitori.it.

Il servizio di assistenza domiciliare Tagesmutter per i più piccoli, dai 3 mesi ai 3 anni (che non frequentano scuole d'infanzia), accoglie un gruppo di massimo 6 bambini e ha costi orari che cambiano in base alla struttura.

Ci si può iscrivere in qualsiasi momento dell'anno contattando direttamente le 4 cooperative responsabili sul territorio della Provincia (Casa Bimbo Tagesmutter http://www.casabimbo.it/; Cooperativa La Coccinella http://www.coccinellabz.it/; Cooperativa sociale Mit Bäuerinnen lernen-wachsen-leben www.baeuerinnen.it/kinderbetreuung; Cooperativa sociale Tagesmütter www.tagesmutter-bz.it).

La Provincia prevede anche una serie di interventi di assistenza sociale economica, tra cui:

- Reddito minimo di inserimento, per le famiglie e le persone singole che non dispongono di un reddito minimo. (occorre rivolgersi ai servizi dell'assistenza economica sociale dei distretti sociali territoriali);

- Locazione e spese accessorie - Alle famiglie e alle persone singole bisognose può essere concesso un contributo per le spese d'affitto e le spese accessorie relative all'appartamento in cui vivono.

- Prestazione specifica - Persone o famiglie che si trovano a dover far fronte ad un bisogno urgente, non disponendo del reddito necessario, possono rivolgersi al servizio di assistenza economica sociale per richiedere un aiuto finanziario straordinario.

Per avere più informazioni e accedere a queste prestazioni, è indispensabile fare riferimento ai servizi dell'assistenza economica sociale dei distretti sociali territorialmente competenti