Aiuti alla famiglia

Umbria Family help, contributi per la babysitter

Di Centro studi Sintesi
veduta_perugia.jpg
16 Gennaio 2014
Chi ha bimbi fino a 14 anni e lavora (oppure partecipa a un corso di formazione) può presentare domanda alla regione per i contributi per l’acquisto di buoni lavoro per la babysitter. L’aiuto alle famiglie si chiama Family Help
Facebook Twitter More

Che cos’è

Un contributo per l’acquisto di buoni lavoro INPS per servizi di cura e sostegno educativo a favore di famiglie o donne madri sole al fine di agevolare la conciliazione dei tempi di vita e lavoro e per consentire la partecipazione e/o la permanenza delle donne nel mercato del lavoro.

Condizioni per aver diritto al contributo:

  • Essere residente nel territorio regionale;

  • Avere figli in età minore fino a 14 anni e/o una persona disabile ai sensi della legge n. 104 del 05/02/1992 anche non facente parte del nucleo familiare anagrafico comunque legata da vincolo di parentela (diretta e collaterale) o di coniugio;

  • Essere titolare di contratto di lavoro oppure essere iscritto ad un corso di formazione per l’inserimento lavorativo e/o di qualificazione professionale.

Requisiti Isee e altro

Per accedere al beneficio bisogna avere un ISEE non superiore a 23.000 euro.

I contributi verranno attribuiti a famiglie e a donne madri sole e sono utilizzabili esclusivamente per l’acquisto di buoni lavoro INPS per prestazioni e servizi di cura e sostegno educativo erogati dai soggetti iscritti all’elenco regionale “Family Help”. L’elenco dei servizi acquistabili è indicato sull’Avviso per l’assegnazione dei contributi.

I servizi in questione sono costituiti da prestazioni di lavoro occasionale, svolte al di fuori di un normale contratto di lavoro, in modo discontinuo e saltuario

I beneficiari sono tenuti alla rendicontazione dell’utilizzo dei buoni tramite apposito modulo, pena la revoca del contributo.

Quanto vale

Il contributo erogato corrisponde al valore di n. 100 buoni lavoro INPS, ossia 10 euro lordi orari cadauno, si può tuttavia fare richiesta per un numero inferiori di buoni.

L’ammontare del contributo per ogni buono lavoro INPS viene attribuito al richiedente in base

alle seguenti fasce ISEE:

  • Euro 10 (pari al 100% valore lordo complessivo del buono lavoro INPS), se l’ISEE è tra euro 0 e euro 15.000;

  • Euro 6 (pari al 60% del valore lordo complessivo del buono lavoro INPS), se l’SEE è tra euro 15.001 e euro 23.000. La parte rimante di euro 4 (pari al 40% del valore lordo complessivo del buono lavoro INPS) rimane a carico del soggetto richiedente.

Come richiederlo

La domanda d’ammissione al beneficio può essere presentata fino al 31 dicembre 2014 compilando l’apposita modulistica scaricabile dal sito della Regione Umbria o a disposizione presso i comuni.

Le domande vanno presentate al Comune di residenza del richiedente, attraverso una delle seguenti modalità:

  • tramite posta;

  • tramite posta certificata;

  • consegna a mano.

Termine per presentare le domande

L’Avviso per il contributo è in vigore fino al 31 dicembre 2014 e la presentazione delle domande è soggetta alle seguenti scadenze programmate:

  • 31 gennaio 2014

  • 31 marzo 2014

  • 30 giugno 2014

  • 31 ottobre 2014

  • 31 dicembre 2014

Link per saperne di più e chiedere informazioni

Politiche sociali Regione Umbria - Family Help

Legge/provvedimento di riferimento

  • LR 28 dicembre 2009, n. 26;

  • LR 3 ottobre 2007, n. 28;

  • LR 22 dicembre 2005, n. 30;

  • DGR 8 marzo 2010, n. 405;

  • LR del 16 febbraio 2010, n. 13.

Leggi tutti gli aggiornamenti sui BONUS BEBE'

Ti potrebbe interessare anche: Umbria, aiuti alle famiglie vulnerabili

Se vuoi confrontarti con altre mamme entra nel forum sezione BONUS BEBE'