Aiuti alla famiglia

Lombardia, esenzione ticket sanitario

Di Centro studi Sintesi
famiglia_citta_mappa
03 Marzo 2014
Hanno diritto all'esenzione per visite specialistiche e pronto soccorso i bambini fino ai sei anni, le persone con più di 65 anni, i disoccupati e familiari, i lavoratori in mobilità, cigs, cassa integrazione in deroga e loro familiari. Per tutte sono previste soglie di reddito
Facebook Twitter Google Plus More

La Regione Lombardia prevede alcune categorie di aventi diritto all’esenzione dal ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali e per il Pronto Soccorso ulteriori a quelle stabilite dalla normativa nazionale. Leggi anche la normativa nazionale sull'esenzione ticket

PER ALTRI AIUTI ALLA FAMIGLIA, VAI NELLA SEZIONE BONUS BEBE' 2014

Quali sono le condizioni per aver diritto all'esenzione del ticket sanitario

Hanno diritto all’esenzione per le visite specialistiche ambulatoriali:

  • cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (CODICE E01);

  • Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E02);

  • Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (CODICE E03);

  • Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant'anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (CODICE E04).

E in aggiunta alle esenzioni già previste a livello nazionale, a livello regionale sono previste le seguenti ulteriori esenzioni:

  • Cittadini di età superiore a 65 anni appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo compreso tra 36.151,98 euro e 38.500,00 euro (CODICE E05);

  • Disoccupati iscritti agli elenchi anagrafici dei centri per l’impiego e familiari a loro carico, con reddito complessivo familiare pari o inferiore a 27.000 euro, per il periodo di durata di tale condizione (CODICE E12);

  • Inoltre hanno diritto all’esenzione (CODICE E13):

    • Lavoratori in mobilità e familiari fiscalmente a carico, con una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai massimali mensili previsti dalla Circolare INPS n. 20 dell’8.2.2012 per il periodo di durata di tale condizione;

    • Lavoratori in cassa integrazione straordinaria e familiari fiscalmente a carico, con una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai massimali mensili previsti dalla Circolare INPS n. 20 dell’8.2.2012 per il periodo di durata di tale condizione;

    • Lavoratori in cassa integrazione in deroga e familiari fiscalmente a carico, con una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai massimali mensili previsti dalla Circolare INPS n. 20 dell’8.2.2012 per il periodo di durata di tale condizione.

Hanno diritto all’esenzione per il Pronto Soccorso:

  • I titolari delle esenzioni riportate precedentemente per le visite ambulatoriali;

  • Tutti i cittadini di età inferiore a 14 anni indipendentemente dal reddito.

Link per saperne di più e chiedere informazioni

http://www.sanita.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Redazionale_P&childpagename=DG_Sanita%2FDetail&cid=1213285998465&packedargs=NoSlotForSitePlan%3Dtrue%26menu-to-render%3D1213281753748&pagename=DG_SANWrapper

Leggi tutti gli approfondimenti della sezione bonus bebè 2014

Ti potrebbero interessare anche:

Lombardia, dote scuola

Lombardia, esenzioni per il mutuo della prima casa

Lombardia, Fondo Cresco a sostegno dell'alimentazione di mamme e bambini

Lombardia, Fondo Nasko per le donne che rinunciano a interrompere la gravidanza

DAL FORUM Bonus, agevolazioni e aiuti per le famiglie: Assistenza fiscale, agevolazioni fiscali, bonus, aiuti alle famiglie. Risponde Giuseppe Mastrototaro, responsabile del Centro Raccolta Caf Fenapi Bisceglie