Aiuti alla famiglia

Provincia di Trento, reddito di garanzia

Di Centro studi Sintesi
trento1.180x120
12 febbraio 2014
A Trento, chi è in gravi difficoltà economiche, con uno stipendio troppo basso o non lavora (perché disoccupato o non idoneo al lavoro) ha diritto a un aiuto economico mensile che integri il suo reddito. Il contributo dura quattro mesi ed è rinnovabile tre volte.

Che cos’è

Si chiama reddito di garanzia ed è un intervento di sostegno economico volto al soddisfacimento di bisogni generali a favore sia di soggetti che lavorano sia di soggetti non idonei ad assumere un ruolo lavorativo, attraverso un’erogazione monetaria ad integrazione della condizione economica del nucleo familiare.

 

Condizioni per aver diritto al beneficio:

Requisiti generali per aver diritto al beneficio sono:

 

  • presenza di almeno un componente avente residenza da più di tre anni continuativi in un comune della provincia di Trento al momento della domanda;

  • Indicatore di Condizione Economica del nucleo Familiare (ICEF) inferiore a 0,13;

  • Non esser stati precedentemente esclusi dal beneficio a causa di false dichiarazioni.

 

I beneficiari sono i nuclei familiari nei quali al momento della domanda sussista uno dei seguenti requisiti:

 

  • nessun componente è idoneo al lavoro;

  • per almeno un componente vale una delle seguenti condizioni:

    • è occupato;

    • ha perso il lavoro per motivi non dipendenti dalla sua volontà ed ha maturato almeno due mesi di contribuzione obbligatoria a decorrere dal 1° gennaio dell'anno precedente la presentazione della domanda;

    • è in cerca di occupazione da meno di 6 mesi a seguito di fuoriuscita dal nucleo di altro componente produttore di reddito da lavoro;

  • il nucleo è composto esclusivamente da persone oltre i 60 anni, se donne e oltre i 65 anni, se uomini.

 

Quanto vale il contributo

La misura mensile dell’intervento è data dalla trasformazione in reddito, diviso per 12, della differenza tra l’ICEF corrispondente all’ammontare del reddito di garanzia (0,13) e l’ICEF della famiglia, corretto in base al numero di componenti attraverso scala di equivalenza. L’importo è erogato in rate mensili. L’intervento ha durata di 4 mesi eventualmente rinnovabili (per tre volte). Un’ulteriore domanda è possibile dopo un intervallo di 12 mesi dalla fine del quadrimestre di erogazione dell’ultima domanda (iniziale, oppure il 1°, 2° o 3° rinnovo). Tale limite non si applica per i nuclei nei quali tutti i componenti idonei svolgono attività lavorativa.

 

Condizione necessaria per aver diritto ai rinnovi è l’impegno attivo nella ricerca di un impiego e l’obbligo di accettare le occupazioni offerte.

 

Leggi anche: ESENZIONE DAL TICKET, CHI NE HA DIRITTO

 

ASSEGNO FAMILIARE PER I LAVORATORI DIPENDENTI

 

Come richiederlo

Rivolgendosi ai patronati o agli sportelli periferici della Provincia.

 

I componenti il nucleo familiare non in possesso di una certificazione di non collocabilità al lavoro o che sono collocabili per tramite del collocamento mirato, al momento della presentazione della domanda dovranno sottoscrivere una dichiarazione di disponibilità immediata all’accettazione di un impiego, oppure ad attestare di averla già sottoscritta presso l’Agenzia del Lavoro.

 

Link per saperne di più e chiedere informazioni

www.apapi.provincia.tn.it

 

Telefono: 0461/493271

 

Mail: agenzia.prev@provincia.tn.it

 

Legge/provvedimento di riferimento

Art. 35 della L.P. 27 luglio 2007, n. 13; Delibera G.P. n. 1256 del 2012.

 

Leggi tutti gli approfondimenti della sezione bonus bebè 2014

Ti potrebbero interessare anche:

Trento, assistenza odontoiatrica per minori e in gravidanza

Provincia di Trento, esenzione dal ticket chi ne ha diritto

Provincia di Trento, esenzione dal ticket sanitario

Trento, un aiuto economico se l'ex non paga

Provincia di Trento, assegno nucleo familiare

DAL FORUM Bonus, agevolazioni e aiuti per le famiglie: Assistenza fiscale, agevolazioni fiscali, bonus, aiuti alle famiglie. Risponde Giuseppe Mastrototaro, responsabile del Centro Raccolta Caf Fenapi Bisceglie