CONCEPIMENTO 2.0

App per rimanere incinta: le 5 da scaricare

Di Alice Dutto
ipa_almjtwbbg
25 Giugno 2018
Da quella che monitora il ciclo mestruale a quella che indica i giorni più fertili, ecco una selezione utile per avere più probabilità di concepire
 
Facebook Twitter Google Plus More

Calendario lunare, test di ovulazione, misurazione della temperatura basale e posizioni tantriche: chi cerca una gravidanza a volte le prova proprio tutte. Del resto, “secondo gli esperti c’è una possibilità che va dal 15 al 25% di restare incinta la prima volta con un rapporto non protetto”, probabilità che si alza nei primi tre mesi di prove, mentre la maggior parte delle donne riesce a concepire entro un anno di rapporti sessuali non protetti.

 

Un aiuto arriva dalla tecnologia: a disposizione sui dispositivi elettronici ci sono infatti diverse applicazioni da controllare ogni giorno (o anche una volta ogni tanto) che aiutano a rimanere incinta.

Ovviamente, non si tratta di dispositivi medici certi: chi desidera un bambino è bene che si rivolga al proprio ginecologo anche prima di iniziare a fare i primi tentativi. Tuttavia, questi possono essere strumenti che aiutano a tenere sotto controllo e valutare la situazione.
 


Abbiamo selezionato le app più popolari di questo genere sull’Apple Store e su Google Play, gratis o a pagamento, da scaricare sui dispositivi iOS o Android.


1. Il mio Calendario Mestruale, Traccia il tuo ciclo (gratis)


Cinque stelle per un’applicazione che permette di verificare la possibilità di gravidanza ogni giorno del calendario, registrare oltre 40 stati d’animo e più di 60 sintomi, e impostare le notifiche per ricordare l’inizio del ciclo mestruale e dell’ovulazione. Il calendario, semplice e intuitivo, può essere utilizzato come una sorta di diario personale.


2. Flo Fem (gratis)

Flo ti permette di tenere sotto controllo il ciclo ovulatorio e capire qual è il momento migliore per concepire. Basta inserire la data di inizio dell’ultima mestruazione e la durata media del ciclo per ottenere un prospetto intuitivo (realizzato tramite intelligenza artificiale) con la previsione dei giorni più fertili e di quando dovrebbero arrivare di nuovo le mestruazioni.
Tra le opzioni c’è anche la possibilità di programmare un promemoria per il ciclo, registrare gli stati d’animo, i sintomi premestruali e i rapporti sessuali (protetti o non protetti).
Quando si rimane incinte si può poi optare per la modalità gravidanza, in cui vengono segnalate le settimane di crescita del feto, il calcolo della data presunta del parto, e vengono inviati alcuni articoli interessanti sul proprio stato.
 

3. iGyno (1,09 euro)


Sviluppata in collaborazione con l’Associazione europea ginecologi, l’app è scaricabile su device iOS e Android. Funziona come un ginecologo virtuale, che può diventare reale se si acquista un vero e proprio consulto ginecologico: si può porre una domanda in chat a cui verrà risposto entro un’ora (anche di notte) da un medico.
L’app indicherà la data del ciclo mestruale, l’ovulazione, i giorni fertili, quelli in cui è più probabile concepire un maschio piuttosto che una femmina e il giorno ideale per eseguire il test di gravidanza in caso di ritardo.
Una peculiarità è quella di poter condividere i dati con il partner, che può vederli scaricando l'app iGyno for Men.
 


4. Fertility Test Analyzer: Ovulazione & Gravidanza (gratis)


Disponibile per Android, l’app si utilizza in combinazione con le strisce reattive di ovulazione di cui interpreta i risultati restituendo la percentuale di pigmentazione. Attraverso semplici e intuitivi grafici, potrete capire i vostri livelli ormonali e individuare la vostre finestra fertile. L’applicazione è particolarmente utile nel caso di cicli irregolari, quando i normali calendari di ovulazione non sono affidabili.
 

5. My Fertility (gratis)


Una app che è sempre stata molto apprezzata e, ora che è stata aggiornata, è tornata a funzionare al meglio. My Fertility è stata realizzata in collaborazione con l’ostetrico ginecologo Giovanni Alaimo, esperto in infertilità, e permette di monitorare il ciclo e il periodo più fertile per la donna consentendo di “programmare” gli incontri con il partner e aumentare le probabilità di concepimento.
All’interno dell’app si possono poi inserire i risultati degli esami del liquido seminale e inserire la consistenza del muco cervicale per ricevere il calcolo dei giorni in cui è preferibile avere dei rapporti.