Nostrofiglio

News

Una bambina in un cuore di siringhe: la gioia della maternità con la fecondazione assistita

bambinosiringa

13 Ottobre 2015
L'iter della fecondazione assistita è un percorso lungo, difficile. Di amore, speranza, attesa, pianti, delusioni, ma anche felicità. Una mamma americana di St. Louis di nome Angela, ha voluto postare sul profilo Facebook del Sher Fertility St. Louis, un centro per la fertilità, una foto di una bimba circondata da siringhe. Quelle che lei ha usato per un anno mentre stava cercando un figlio.

Facebook Twitter Google Plus More

Oltre 15.000 mi piace. Più di 6.000 condivisioni. Su Facebook la foto di questa bambina circondata da un cuore di siringhe è diventata virale in pochissimo tempo.

 

A postarla il Sher Fertility St. Louis, una clinica americana per la fertilità. E dietro alla macchina fotografica c'è mamma Angela. Mamma Angela che vuole testimoniare e far capire l'amore incondizionato di una donna che desidera con tutta se stessa diventare madre. E che vuole mostrare al mondo intero che, la cosa all'apparenza più semplice e naturale, la maternità, per alcune donne si dimostra invece una strada in salita, fatta di visite, ormoni, siringhe e attesa. Perché Angela ha davvero usato tutte le siringhe di quella foto. Su se stessa, per un anno intero, ogni giorno, tre volte al giorno.

 

Il risultato di tutto questo? Di un anno a seguire l'iter della fecondazione assistita? Per Angela, la bimba nella foto.

 

Il commento della clinica della fertilità Sher Institues e riportato dall'Huffington Post è stato: "Non abbiamo mai visto una foto suscitare tanto clamore". 

 

Wow, what a photo. Thank you to Sher Fertility St. Louis and Dr. Dayal patient Angela, who shows the true definition of love that went into making this gorgeous new baby girl.

Posted by Sher Institutes on Lunedì 5 ottobre 2015

Leggi anche la storia  

Mio marito non poteva avere figli. Fu lui a proporre la fecondazione eterologa