Rimanere incinta

Il ciclo della donna: come funziona

29 Novembre 2012 | Aggiornato il 08 Marzo 2018
In principio era un ovulo! Guarda le foto affascinanti di questa galleria fotografica e scopri come da una semplice cellula uovo possa nascere la vita.
Facebook Twitter More
ipa_ct4d4c

La fase follicolare

La prima metà del ciclo coincide con la fase follicolare: all'inizio del ciclo, l'ipofisi invia alle ovaie un ormone che stimola lo sviluppo delle cellule follicolari (ormone FSH, follicolostimolante). Tra le migliaia di follicoli presenti, circa 20 cominciano a crescere. Questi follicoli producono estrogeni, gli ormoni sessuali femminili, che comunicano all'endometrio (il tessuto di rivestimento dell'utero) di modificarsi. Così l'endometrio si ispessisce, mentre il muco cervicale diventa più abbondante. All'interno dei follicoli maturano gli ovociti.

image2

L'ovulazione

A metà del ciclo l'ormone luteinizzante (LH), sempre prodotto dall'ipofisi, fa partire l'ovulazione: scoppia il follicolo più grosso e rilascia l'ovocita maturo, che dall'ovaio passa alla tuba di Falloppio. A partire da questo momento può avvenire la fecondazione.

image3

La fecondazione

Avvenuta l'ovulazione, l'ovulo rimane fertile per circa 10-12 ore. Dopo un rapporto sessuale, gli spermatozoi entrano nell'utero dal canale vaginale e si spostano verso le tube di Falloppio. Se qui è presente un ovocita maturo, può avvenire la fecondazione, che consiste nella fuzione del materiale nucleare dell'ovocita con quello dello spermatozoo. Solo uno degli spermatozoi rilasciati potrà fecondare l'ovocita.

image4

La seconda metà del ciclo

La seconda metà del ciclo coincide con la fase luteale, nella quale ciò che rimane del follicolo collassato dà origine a una struttura chiamata corpo luteo, che comincia a produrre progesterone, un ormone che prepara l'endometrio per il possibile impianto di un eventuale embrione. In questa fase, l'ovocita (fecondato o meno) dalla tuba di Falloppio migra lentamente ma inesorabilmente verso l'utero. Dopo l'ovulazione si modifica anche il muco cervicale, diventando più viscoso e denso, tale da ostacolare il passaggio agli spermatozoi. E' finito il periodo di una possibile fecondazione. Il progesterone può aumentare la temperatura corporea di circa tre decimi di grado. La temperatura scende di nuovo solo quando i livelli di progesterone diminuiscono. Il progesterone può aumentare la temperatura corporea di circa tre decimi di grado. La temperatura scende di nuovo solo quando i livelli di progesterone diminuiscono.

ipa_hxk1ry1

Caso 1:L'ovocita viene fecondato

Inizia il viaggio! L'ovocita fecondato inizia la discesa nella tuba di Falloppio verso l'utero. Durante il viaggio, la cellula comincia a dividersi, per la prima volta circa un giorno dopo la fecondazione. La fecondazione della cellula uovo è il primo passo verso la vita. Ora il suo nome cambia: diventa uno "zigote".

ipa_hrhb42

La divisione continua...

Ogni cellula del corpo ha lo stesso materiale genetico. Durante la divisione cellulare i cromosomi prima si duplicano e poi si separano, creando due copie identiche di loro stessi, e dunque di DNA. Per ogni divisione, da una cellula madre si formano due cellule figlie identiche, contenenti la stessa informazione genetica.

image7

L'arrivo in utero...

Dopo circa tre giorni lo zigote raggiunge la meta, l'utero. Ora è composto da circa 32-64 cellule. Dopo altre due o tre giorni si fissa all'interno della parete di riversimento dell'utero stesso. Tutto questo processo è chiamato impianto.

image8

L'impianto.

L'impianto richiede circa tre giorni. Al dodicesimo giorno dopo la fecondazione, l'embrione si è impiantato. Ora inizia ad aumentare la produzione di ormone della gravidanza (HCG), estrogeno e progesterone. Se un ovocita fecondato si è impiantato nell'utero, la mestruazione non avviene.

ipa_ka6dkg

Caso 2: Non c'è stata fecondazione

Se invece la fecondazione non è avvenuta, il livello degli ormoni (progesterone ed estrogeni) cala rapidamente, dando il via allo sfaldamendo e poi all'espulsione dell'endometrio. Così si conclude il ciclo. A questo punto compaiono le mestruazioni per l'espulsione oltre che dell'endometrio, anche della cellula uovo non fecondata. La ghiandola pituitaria riprende quindi il suo lavoro e invia l'ormone FSH alle ovaie. Il ciclo ricomincia con l'attivazione di nuovi follicoli

La fase follicolare

La prima metà del ciclo coincide con la fase follicolare: all'inizio del ciclo, l'ipofisi invia alle ovaie un ormone che stimola lo sviluppo delle cellule follicolari (ormone FSH, follicolostimolante). Tra le migliaia di follicoli presenti, circa 20 cominciano a crescere. Questi follicoli producono estrogeni, gli ormoni sessuali femminili, che comunicano all'endometrio (il tessuto di rivestimento dell'utero) di modificarsi. Così l'endometrio si ispessisce, mentre il muco cervicale diventa più abbondante. All'interno dei follicoli maturano gli ovociti.
Facebook Twitter More