Home Concepimento Giorni fertili

Quanto dura il periodo fertile

di Sara De Giorgi - 01.02.2021 - Scrivici

periodo-fertile
Fonte: Shutterstock
Durante il periodo fertile aumentano le possibilità di concepire un bambino. Ma quanto dura il periodo fertile e come capire quando avviene l'ovulazione?  Ecco alcune informazioni importanti al riguardo.

Il periodo fertile è una finestra temporale che comprende alcuni giorni del mese durante i quali sono più alte le probabilità, per una donna, di concepire un bambino. Come funziona il calcolo del periodo fertile? Quanto dura? O meglio, quali sono esattamente i giorni fertili? Come riconoscere la durata e i sintomi dell'ovulazione? Ecco una serie di approfondimenti al riguardo. 

In questo articolo

Calcolare il periodo fertile: il calendario dell'ovulazione

Durante la finestra temporale denominata "periodo fertile" è più facile restare incinte. In particolare, questi giorni coincidono con il momento dell'ovulazione.

L'ovulazione consiste nel fenomeno di rilascio dell'uovo pronto per la fecondazione nella tuba, da parte del follicolo ormai maturo. Nonostante questo sia un fenomeno che avviene fisicamente a livello dell'ovaio, in realtà è controllato dal cervello, e in particolare dagli ormoni secreti da strutture cerebrali che costituiscono il cosiddetto "asse ipotalamo-ipofisario".

È coinvolto principalmente l'ormone LH: quando quest'ultimo raggiunge un picco, si ha la maturazione finale del follicolo, la sua rottura e la fuoriuscita dell'uovo dall'ovaio nella tuba.

Come si calcolano i giorni dell'ovulazione? Lo si può scoprire attraverso un calcolo matematico, adoperando il tool specifico "calendario dell'ovulazione".

Giorni fertili, quali sono

Il ciclo mestruale completo dura in media 26-28 giorni. Nel primo giorno della mestruazione inizia la fase follicolare, così chiamata perché i follicoli portano a maturazione l'ovocita e provvedono alla sintesi degli ormoni (estrogeni e progesterone) necessari per ricostituire l'endometrio.

La fase follicolare termina attorno al 14° giorno (12° per chi ha il ciclo più breve, ma può durare anche di più in chi ha cicli più lunghi) quando il follicolo si apre e la cellula uovo discende nelle tube di Falloppio.

Proprio questo è il periodo fertile e dura circa due giorni. Occorre ricordare anche che gli spermatozoi sopravvivono nel corpo della donna molto più della cellula uovo (anche fino a quattro giorni): anche un rapporto sessuale avvenuto anche tre-quattro giorni prima dell'ovulazione potrebbe essere decisivo per il concepimento.

L'ultima fase è quella luteale, che dura 14 giorni. Dopo aver rilasciato la cellula uovo, il follicolo diventa corpo luteo che ha il compito di produrre progesterone, l'ormone che predispone l'utero a ricevere l'impianto della cellula uovo fecondata.

Ovulazione, quanto dura

L'ovulazione, che giunge di solito il 14° giorno dopo il primo giorno di mestruazione, dura 24 ore, anche se, in molti casi, la donna è feconda già da 3-4 giorni prima, poiché, quando sta per avvicinarsi l'ovulazione, la cervice uterina produce un muco che favorisce la sopravvivenza degli spermatozoi. Per questo motivo sono "giorni fertili" anche i 3-4 che precedono l'ovulazione.

La ginecologa Rossana Sarli ha sottolineato che "Ad esser più precisi, l'ovulazione, intesa come momento in cui il follicolo libera l'ovocita (o cellula uovo) che ha fatto maturare dentro di sé, dura un'ora soltanto. Una volta uscito dal follicolo, poi, l'ovocita sopravvive nella tuba per circa 24 ore, che coincidono con il periodo in cui può essere fecondato dagli spermatozoi. Se dopo 24 ore non avviene la fecondazione, la cellula uovo si disgrega".

Periodo fertile, il calcolo

Dunque, come calcolare il periodo fertile? Ogni donna ha un ciclo mestruale a sé e non tutti sono regolari. C'è chi ha un ciclo da 28 giorni e c'è chi lo ha invece di 34-5 giorni. 

Se si hanno cicli da 28 giorni (o anche 30), il periodo fertile è verosimilmente prevedibile dopo circa 12-14 giorni dal primo giorno del ciclo. E circa 14 giorni dopo si avrà il nuovo ciclo. Come già detto, è possibile essere fertili anche 3-4 giorni prima rispetto all'ovulazione, anche perché i cicli non sono sempre regolari.

Se i cicli sono irregolari, è più difficile calcolarlo: ci si può aiutare con metodi naturali oppure anche attraverso l'uso di stick appositi. Detto ciò, ovviamente conoscere le caratteristiche del proprio ciclo è molto importante nel caso in cui si cerchi di avere un bambino.

Ovulazione, sintomi

Alcune donne riescono a capire quando avviene l'ovulazione, leggendo i segnali inviati dal proprio corpo.

Ecco quali sono i segnali più comuni: 

  1. dolore al basso ventre
  2. muco cervicale filamentoso
  3. possibili perdite.

Ci sono anche donne che, in corrispondenza di una delle ovaie, quella dove cresce il follicolo che porta a maturazione l'ovocita, percepiscono un lieve dolore.

In questa fase inoltre il muco cervicale diventa più abbondante, ma cambia anche aspetto, risultando più trasparente, fluido ed elastico come la chiara dell'uovo. Questo vuol dire che è adatto ad agevolare la risalita degli spermatozoi.

Può capitare che in concomitanza con l'ovulazione, si abbia un piccolo spotting, qualche piccola perdita di sangue.

Domande e risposte

Quanto dura il periodo fertile per una donna? 

Circa due giorni.

Quando avviene l'ovulazione? 

Nei cicli regolari avviene solitamente il 14° giorno dopo il primo giorno di mestruazione. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli